Come rendere piu' limpida la nostra birra


Recommended Posts

Non penso proprio che le birre più limpide siano qualitativamente superiori.

Anzi le birre artigianali sono quasi tutte un po' torbide o hanno dei depositi di lievito in bottiglia e sono senzaltro migliori di tutte le birre commerciali extralimpide messe insieme. Tutte le birre rifermentate in bottiglia hanno dei depositi dentro, ma sono le migliori!!! :rolleyes:

Link to post
Share on other sites
  • 11 months later...
  • Replies 65
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

buona lettura  

Posso confermare l'efficacia della gelatina alimentare (quella che come riportato nell'articolo, è usata per i dessert, in particolare per le crostate di frutta) nella chiarifica (o affinatura) della

secondo me per i miei gusti e opinioni parlando di BIRRA FATTA IN CASA la soluzione migliore sono 5 giorni a 2°C in fermentatore prima di imbottigliare anche in un libro di idromele che ho c'è un bel

siamo qui per discutere scambiare opinioni e approfondire le questioni, la birra limpida fa effetto ed è bella a vedersi ma deve essere buona

oggi molti microbirrifici prorpio per venire incontro a queste esigenze di "mercato" determinate dal pubblico cercano di ultracentrifugare e filtrare il più possibile la loro birra perchè sia il più limpida possibile

in casa questo è ovviamente quasi impossibile, anche se in parte ci si riesce....

io travaso circa tre volte, eliminando i sedimenti e prima dell'imbottigliamento abbatto drasticamente la temperatura così da portare in bottiglia meno residui " solidi" possibili

versando la birra senza scuoterla e senza "rovesciare" il fondo si ottiene una birra quasi limpida, con una leggera velatura "tipica" del prodotto artigianale e casalingo

quindi limpida non vuole dire maggiore qualità, ma solo una migliore visibilità estetica che favorisce a chi non è esperto o appassionato di apprezzare senza remore il prodotto portato alla degustazione

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

siamo qui per discutere scambiare opinioni e approfondire le questioni, la birra limpida fa effetto ed è bella a vedersi ma deve essere buona

oggi molti microbirrifici prorpio per venire incontro a queste esigenze di "mercato" determinate dal pubblico cercano di ultracentrifugare e filtrare il più possibile la loro birra perchè sia il più limpida possibile

in casa questo è ovviamente quasi impossibile, anche se in parte ci si riesce....

io travaso circa tre volte, eliminando i sedimenti e prima dell'imbottigliamento abbatto drasticamente la temperatura così da portare in bottiglia meno residui " solidi" possibili

versando la birra senza scuoterla e senza "rovesciare" il fondo si ottiene una birra quasi limpida, con una leggera velatura "tipica" del prodotto artigianale e casalingo

quindi limpida non vuole dire maggiore qualità, ma solo una migliore visibilità estetica che favorisce a chi non è esperto o appassionato di apprezzare senza remore il prodotto portato alla degustazione

Quoto docbirra...la birra artigianale non è una birra commerciale e filtrata, quindi limpida!!!

Per i miei gusti meno è limpida e meglio è!!!

IN BOCCA AL LUPPOLO!!! :ph34r:

Link to post
Share on other sites

siamo qui per discutere scambiare opinioni e approfondire le questioni, la birra limpida fa effetto ed è bella a vedersi ma deve essere buona

oggi molti microbirrifici prorpio per venire incontro a queste esigenze di "mercato" determinate dal pubblico cercano di ultracentrifugare e filtrare il più possibile la loro birra perchè sia il più limpida possibile

in casa questo è ovviamente quasi impossibile, anche se in parte ci si riesce....

io travaso circa tre volte, eliminando i sedimenti e prima dell'imbottigliamento abbatto drasticamente la temperatura così da portare in bottiglia meno residui " solidi" possibili

versando la birra senza scuoterla e senza "rovesciare" il fondo si ottiene una birra quasi limpida, con una leggera velatura "tipica" del prodotto artigianale e casalingo

quindi limpida non vuole dire maggiore qualità, ma solo una migliore visibilità estetica che favorisce a chi non è esperto o appassionato di apprezzare senza remore il prodotto portato alla degustazione

 

sistetico perciso e puntuale ...direi vangelo!

buena cerveza a tutti

Link to post
Share on other sites

Scusate l'intromissione, sono un neo homebrewer e pongo ai più esperti una domanda:

 

potreste darmi indicazioni precise su tempi e modi per utilizzare l'irish moss come chiarificante? Premetto che utilizzo kit già pronti......esistono alternative a questo prodotto per chiarificare la birra? Grazie a tutti della preziosa collaborazione!

Link to post
Share on other sites

Scusate l'intromissione, sono un neo homebrewer e pongo ai più esperti una domanda:

 

potreste darmi indicazioni precise su tempi e modi per utilizzare l'irish moss come chiarificante? Premetto che utilizzo kit già pronti......esistono alternative a questo prodotto per chiarificare la birra? Grazie a tutti della preziosa collaborazione!

 

Ciao Davide

anche io uso kit già pronti...e facendo i classici 2/3 travasi la birra è gia abbastanza limpida!!

Consiglio...l'Irish moss lo userei più per l'A+G o All Grain!!!

Ciao

Link to post
Share on other sites
  • 3 months later...

Ciao a tutti, sono alle primissime armi e questo è il mio primo post. Vorrei chiedere quali sono i tempi per i tre travasi, posto che il primo va fatto dopo 7/10 giorni, come eliminare i sedimenti nel travaso e quanto tempo lasciare il fermentatore a temperatura bassa (4° se non ho capito male).

 

Grazie in anticipo per le risposte!

 

P.S. Uso il kit.

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...
  • 2 months later...

Non ho capito una cosa, per rendere la birra più limpida, devo mettere il fermentatore (a fermentazione completa e dopo i 2-3 travasi) a temperatura bassissima, e poi imbottigliare oppure mettere le bottiglie a temperatura bassissima prima o dopo il periodo di carbonazione ?

 

 

In entrambi i casi non rischio di bloccare i lieviti o di impedire una corretta maturazione ?

Link to post
Share on other sites
  • 3 months later...

Ho perso in un negozio di enologia un prodotto per chiarificare il vino a base di gelatina, albumina e bentonite. Lo unisco quando faccio il travaso nel secondo fermentatore. Mi sembra efficace...

Link to post
Share on other sites

Ho perso in un negozio di enologia un prodotto per chiarificare il vino a base di gelatina, albumina e bentonite. Lo unisco quando faccio il travaso nel secondo fermentatore. Mi sembra efficace...

non lascia conseguenze ? (immagino che ti sarai informato ! )

Link to post
Share on other sites

...in questi giorni imbottiglio,spero di non avere sorprese brutte, ma dovrebbe come per il vino depositare e trasportare sul fondo le particelle in sospensione. Gelatina, albume e bentonite sono tutti elencati nelle sostanze adatte a questo scopo....

Link to post
Share on other sites
  • 1 year later...
  • 2 weeks later...

Un piccolo accorgimento che uso per il vino e che sto usando per la birra e' mettere il fermentatore leggermente inclinato ponendo uno spessore sotto,dove c'e' il rubinetto di modo che il residuo resti maggiore nella parte opposta.quando travasi prendera meno morchia che se fosse su un piano perfettamente orizzontale.tutto questo non sara' risolutivo ma aiuta a travasare ancora meno feccie.provate!

Link to post
Share on other sites
  • 3 months later...

Un piccolo accorgimento che uso per il vino e che sto usando per la birra e' mettere il fermentatore leggermente inclinato ponendo uno spessore sotto,dove c'e' il rubinetto di modo che il residuo resti maggiore nella parte opposta.quando travasi prendera meno morchia che se fosse su un piano perfettamente orizzontale.tutto questo non sara' risolutivo ma aiuta a travasare ancora meno feccie.provate!

 

Anch'io metto un spessore sotto il fermentatore, però dalla parte opposta a quella del rubinetto. In questo modo defluisce più birra e, se fatto molto lentamente, non esce il "fondo".

 

-------------------------------------------------

Abbassare la temperatura del mosto prima dell'imbottigliamento, è una buona pratica che favorisce il precipitato delle parti sospese.

 

 

Nel tentativo di aumentare la gradazione alcolica, ho messo nel mosto (da Kit) 1136 g. di zucchero bianco anziché i previsti 1000 g.; in alcuni casi, ho sostituito parte dello zucchero con malto secco.

Come risultato, non ho trovato sensibili variazioni di alcol o sapore, però ho notato che il deposito nelle bottiglie è quasi impercettibile. La tecnica, sebbene scoperta casualmente, è stata da me collaudata ampiamente.

Edited by puan
Link to post
Share on other sites

Stavo valutando di utilizzare di un po' di Irish moss nelle mie prossime cotte, c'è qualcuno che lo usa?

Non avendolo mai provato non so se ne possa valere la pena, non credo faccia miracoli ma avere delle birre un po' più limpide del solito non mi dispiacerebbe, ho però un paio di dubbi:

1) Questa alga che a quanto ho letto ha un cattivo odore potrebbe rilasciare aromi non voluti alla birra finita?

2) In rete ho letto di qualcuno che lamentava una perdita di persistenza della schiuma a causa del suo utilizzo.

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Buongiorno a tutti,

sono Francesco e faccio birra in casa da un anno e mezzo (essendo il primo messaggio su questo forum ho ritenuto necessaria breve presentazione :-) )

Io utilizzo quasi sempre due travasi togliendo sempre un litro/un litro e mezzo ed un paio di volte ho messo anch'io il mosto a 2-5 gradi per 3 giorni. La fase di freddo rende chiaramente più limpida la birra ma già con due travasi il risultato è buono. Bisogna fare attenzione a come vengono fatti i travasi anche se nell'ultimo travaso che ho fatto ieri l'altro non mi sono accorto che il tubo si era staccato e quindi ha fatto effetto cascata nel nuovo recipiente . Dite che ho fatto grossi danni?!

L'alga l'ho vista usare da un mio amico una volta che gli ho dato una mano e mi sembra che per il risultato finale sia più la fatica che il gusto ma se ci tieni molto alla limpidezza allora può essere un buon prodotto da utilizzare. Io non ho notato problemi sulla schiuma.

Secondo la mia poca (quasi nulla) esperienza aiuta più la bassa temperatura che l'alga

Link to post
Share on other sites

Anche con due travasi, dovresti sprecare meno di un litro di birra.

E' da evitare lo spash. Se succede, non ci sono grossi problemi.

 

Non mi va l'idea di infilare nella birra cose che non hanno nulla a che vedere con la stessa, come le alghe.

 

La lagerizzazione è un processo usato nella birra a bassa fermentazione, portando il fermentatore a 2-4° per alcuni giorni prima dell'imbottigliamento. Serve proprio a far precipitare le particelle in sospensione ed a rendere quindi limpida la birra.

Link to post
Share on other sites

Io da quando ho la possibilità prima di imbottigliare metto il mosto a 2° anche con le alte fermentazioni, ma invece di un mese come si fa per le lager ce lo tengo solo per un paio di giorni (winterizzazione) poi travaso e imbottiglio con il mosto ancora freddo, le bottiglie poi le riporto a 20° gradualmente in un paio di giorni, devo dire che questo processo giova molto alla limpidezza della birra, però ho notato che mi si allungano di parecchio i tempi di carbonazione: per ora ho fatto la winterizzazione solo nelle ultime 3 cotte e su tutte e tre mi ci è voluto più di un mese prima di avere la frizzantezza desiderata......problema trascurabile dato che prima di iniziarle a bere di solito faccio passare almeno 3-4 mesi.

 

Per quanto riguarda le alche: alcuni birrai pluripremiati le utilizzano, altri no........... visto che ne ho una confezione le proverò nella prossima cotta, vediamo che effetto fanno.

Edited by ManowaR
  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 6 months later...

Ho perso in un negozio di enologia un prodotto per chiarificare il vino a base di gelatina, albumina e bentonite. Lo unisco quando faccio il travaso nel secondo fermentatore. Mi sembra efficace

Anche io ho preso il bioquickgel!1-sapresti indicarmi le dosi per litro?2-quanto tempo devo lasciarlo nel fermentatore?3-va inserito quando finisce la fermentazione?4-si forma una gelatina sul fondale a fine trattamento?

Link to post
Share on other sites
  • 6 months later...

ManowaR credo sia la soluzione migliore (winterizzazione) e proverò irish moss nella prossima cotta, non mi spingo oltre (isinglass o altro). Dico credo perché ho letto altri altri come il io ma non posso ancora provare Winter perché non so dove mettere il fementatore ...

Costruisco gabbia di polistirolo e ci metto bottiglie ghiacciate ? Idee?

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...