Lamparina

lievito di birra

Recommended Posts

Buon giorno a tutti, mi presento, sono Salvatore e vi scrivo da Palermo, al momento faccio in casa la mia birra usando i malti luppolati in commercio.

Giusto oggi devo travasare della birra prima dell'imbottigliamento e mi chiedevo se il lievito che si è formato nel fondo del fermentatore può essere utilizzato per pane e pizze, se si in che dosi?, come e per quanto tempo può essere conservato?

Non appena si tornerà alla vita normale, (speriamo presto) voglio fare l'esperienza di fare la birra in casa partendo dai semi di orzo.

Auguri a tutti e buona serata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Lamparina ha scritto:

il lievito che si è formato nel fondo del fermentatore può essere utilizzato per pane e pizze, se si in che dosi?, come e per quanto tempo può essere conservato?

Ciao Salvatore,

Si si può usare, però non so dirti ne come ne quanto perché sono cose che non ho mai fatto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao lamparina, anche io Palermitano.

Non sono un’esperto di chimica, ma credo che quello che vedi giù è lievito ( e non solo) esausto. In altre parole, quando il lievito finisce il suo compito muore ( o giù di lì) e precipita. Certo, lì in mezzo ci sarà pure qualcosa che respira ancora, ma ci fai la pizza o il pane?

A presto 

Daniele

Pr-31:6

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, Dani ha scritto:

Ciao lamparina, anche io Palermitano.

Non sono un’esperto di chimica, ma credo che quello che vedi giù è lievito ( e non solo) esausto. In altre parole, quando il lievito finisce il suo compito muore ( o giù di lì) e precipita. Certo, lì in mezzo ci sarà pure qualcosa che respira ancora, ma ci fai la pizza o il pane?

A presto 

Daniele

Pr-31:6

Non è così, certo in mezzo c'è anche lievito esausto, proteine ed altri residui di fermentazione, ma c'è anche una buona parte di lievito ancora attivo che si deposita perché non c'è più fermentabile. Il lievito è duro a morire ;)

Oltre a poter fare pane e pizze, si può (con le dovute precauzioni) concatenare una cotta col fondo di una fermentazione precedente. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

..... e io che ho detto? Forse avrei dovuto dire che è più vivo che morto ? 

Vabbè....ma......ne vale la pena?

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Dani ha scritto:

..... e io che ho detto? Forse avrei dovuto dire che è più vivo che morto ? 

Vabbè....ma......ne vale la pena?

Scusa, nel tuo messaggio hai scritto che secondo te è lievito esausto. Proprio oggi mio fratello mi ha mandato le foto delle pizze fatte con un lievito recuperato da una cotta di qualche settimana fa, direi che hanno lievitato eccome. 

E sì, ne può valere la pena perché trovo giusta la curiosità per riciclare il lievito e non parlo solo per panificare, ma anche nel caso di lieviti liquidi in cui si voglia concatenare una cotta dello stesso stile ma magari ad OG più alta, hai già lo starter bello pronto. ;)

IMG-20200420-WA0006.jpg

IMG-20200420-WA0008.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, ho detto si che è lievito esausto, ma ho pure detto che c’è qualcosa che respira (magari avrei dovuto dire il contrario). È pure giusto chiedersi se si può (e si può) riciclare, ma rimane il fatto che un panetto di lievito ( per la pizza) costa 1€ e secondo me.....non ne vale la pena sbattersi. A proposito: vendono delle farine che hanno già dentro il lievito: non devi fare altro che unire acqua e un po’ d’olio e la pizza è servita. Discorso diverso è il riutilizzo x delle cotte di birra. Lì forse ha un senso riutilizzare la fondaglia di una precedente cotta ( ammesso che lo stile sia almeno simile). 

Comunque sia .....che la birra sia con voi 

Pr-31:6

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Dani ha scritto:

È pure giusto chiedersi se si può (e si può) riciclare, ma rimane il fatto che un panetto di lievito ( per la pizza) costa 1€ e secondo me.....non ne vale la pena sbattersi.

Certo, ma se la pensassimo così allora non ci metteremmo nemmeno a fare birra in casa e passare ore davanti ai fornelloni per una cotta, sarebbe molto più comodo andare al supermarket a comprare la birra che più ci piace no? Il punto secondo me è questo, ben venga la sperimentazione, se poi il risultato non ci soddisfa abbiamo sempre tempo per cambiare. 

Salute e che la birra sia con te ;)

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

3 ore fa, Jimmy ha scritto:

sarebbe molto più comodo andare al supermarket a comprare la birra che più ci piace no? Il punto secondo me è questo, ben venga la sperimentazione, se poi il risultato non ci soddisfa abbiamo sempre tempo per cambiare. 

 Ti giuro stavo per dire la stessa cosa  :lol:

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
39 minuti fa, morrison ha scritto:

 

 Ti giuro stavo per dire la stessa cosa  :lol:

Credo che sia il vero spirito del fai da te :D E poi, per recuperare un barattolo di lievito per panificare servono 10 minuti...Magari bastasse lo stesso tempo per brassare :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avete ragione, ma noi facciamo birra ; prodotto finito) partendo da materiali ( luppolo, malto, lievito ecc) che troviamo esattamente sullo scaffale del negozio!!!!

Chi vuole fare il pane ( prodotto finito) usa materiali che trova sullo scaffale ( farina , lievito, Aqua.

Mica chi fa birra coltiva il luppolo, coltiva l’orzo, lo malta e quant’altro.

Cosa voglio dire : chi sperimenta comunque ha un limite. Il mio è quello di comprare i prodotti finiti. 

Che la birra sia con voi

Pr-31:6

Share this post


Link to post
Share on other sites
41 minuti fa, Dani ha scritto:

Mica chi fa birra coltiva il luppolo, coltiva l’orzo, lo malta e quant’altro.

Forse hai fatto l'esempio con la persona sbagliata :) Io coltivo luppolo da 3 anni e diversi homebrewers lo fanno, certo all'inizio i risultati possono essere sotto le aspettative anche perché le piante sono molto giovani, uso anche luppolo acquistato, ma per me c'è tanta soddisfazione a fare e bere una birra con un luppolo che ho coltivato, raccolto e essiccato personalmente. L'orzo non lo coltivo semplicemente perché i macchinari per maltarlo (se vuoi farlo in quantità e con standard decenti) costano parecchio, altrimenti avrei fatto pure quello. :P

Ognuno intraprende la strada che più gli piace, e secondo me non c'è limite alla sperimentazione ;)

Edited by Jimmy
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minuti fa, Dani ha scritto:

Mica chi fa birra coltiva il luppolo, coltiva l’orzo, lo malta e quant’altro.

io uso il grano delle galline x fare le blanche ad esempioB)!! e il prepe rosa che si usa sul filetto!! la camomilla di campo !! le scorze di arancio dei miei alberi!  il succo dei miei limoni x ottenere il giusto ph dei mash, il coriandolo, lo zenzero, il succo d'uva della mia pergola di fragolino..eecc aivoglia a mettere ingredienti domesticiB) la sperimentazione nella birra è infinita.. vedrai che se la passione ti prende di petto ti si apre un momdo da lasciare a bocca aperta..;)!!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, volevo chiedere a Jimmy se può chiedere a suo fratello che quantità di lievito ha usato per le pizze e come lo ha conservato.

Grazie a tutti.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, Lamparina ha scritto:

Ciao, volevo chiedere a Jimmy se può chiedere a suo fratello che quantità di lievito ha usato per le pizze e come lo ha conservato.

Grazie a tutti.

 

Ciao Salvatore, qualche precisazione: se vuoi riciclarlo che sia almeno un lievito specifico comprato a parte e non quello incluso nel kit, quelli specifici diciamo che sono più "performanti". Si tende a prendere il lievito di una birra di cui hai fatto un travaso intermedio, usando quindi il fondo pre imbottigliamento. Se hai fatto dry hopping è sconsigliato il recupero.

Il lievito va lavato per poter essere usato, è una procedura semplice, in rete e su Youtube trovi varie guide in cui viene spiegato bene. Si può conservare in un barattolo in frigo per qualche settimana, ovviamente quando devi usarlo levi il necessario e lo lasci a temperatura ambiente per un po' in modo che si riscaldi, non usarlo freddo di frigo.

Per le quantità devi fare un po' di prove, dipende da quel ceppo di lievito, lui in genere ne usa pochi grammi ogni 300 grammi di farina ma non è detto che per te valga lo stesso, ti conviene fare una prova e ti regoli di conseguenza. L'importante è non esagerare col dosaggio.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, sono nuovo nel Forum.

Mi presento, sono Salvo da Palermo.

Ho fatto la mia prima birra (coopers - english bitter) che al momento è in fase di fermentazione in bottiglia.

Dopo il primo travaso (effettuando la fermentazione in due fasi) ho messo in un barattolo (ovviamente sanificato) il "fondo"/lievito trovato.

E' in frigo da più di 15 giorni, ogni tanto vado togliendo il liquido (birra) che butta fuori.

Sabato scorso ho fatto con questo lievito sia pizza (800gr farina 3 cucchiai) che un dolce, il danubio, 500gr farina 1 cucchiaio: risultato? 

PERFETTO.

Ha lievitato tutto alla grande, contrariamente a ciò che ho letto (inerente al retrogusto amaro) non aveva affatto sapori riconducibili alla birra.

Però, come vi dicevo, io ogni 2/3 giorni mi premuro a coccolarlo levando i residui di birra.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 11/6/2020 in 15:30 , xxxblueyesxxx ha scritto:

Ciao a tutti, sono nuovo nel Forum.

Mi presento, sono Salvo da Palermo.

Ho fatto la mia prima birra (coopers - english bitter) che al momento è in fase di fermentazione in bottiglia.

Dopo il primo travaso (effettuando la fermentazione in due fasi) ho messo in un barattolo (ovviamente sanificato) il "fondo"/lievito trovato.

E' in frigo da più di 15 giorni, ogni tanto vado togliendo il liquido (birra) che butta fuori.

Sabato scorso ho fatto con questo lievito sia pizza (800gr farina 3 cucchiai) che un dolce, il danubio, 500gr farina 1 cucchiaio: risultato? 

PERFETTO.

Ha lievitato tutto alla grande, contrariamente a ciò che ho letto (inerente al retrogusto amaro) non aveva affatto sapori riconducibili alla birra.

Però, come vi dicevo, io ogni 2/3 giorni mi premuro a coccolarlo levando i residui di birra.

Perche é un kit, il giorno che farai e+g o ag sarà immangiabile.. se non dopo diversi lavaggi.. p.s. il lievito del secondo travaso é miglioreB)

Pps. Un caloroso abbraccio x i disastri di due gg fa, accaduti alla tua splendida città:(

Edited by baccomax

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, baccomax ha scritto:

Perche é un kit, il giorno che farai e+g o ag sarà immangiabile.. se non dopo diversi lavaggi.. p.s. il lievito del secondo travaso é miglioreB)

Pps. Un caloroso abbraccio x i disastri di due gg fa, accaduti alla tua splendida città:(

Grazie, per fortuna tutto sistemato adesso

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...