Humberto

Info + curiosità

Recommended Posts

Salve a tutti , sono nuovo nel forum e nuovo nel mondo homebrewer volevo chiedervi qualche informazione e curiosità 

Quando cambiate il lievito che arriva nelle confezioni di malto preparato e lo cambiate con un più adatto alla birra che state facendo che utilizzo date alla bustine di lievito che vieni in dotazione con il malto ? Che utilizzo lì date ??

Che acqua usate per fare la vostra birra ? Io per la mia prima birra ho usato l'acqua in bottiglia , quella di casa del rubinetto intendo pensate sia buona o meglio scartare ?? Io vivo in Liguria più preciso a Genova , dovrò informarmi su come e la acqua  

Grazie a tutti 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Humberto ha scritto:

Salve a tutti , sono nuovo nel forum e nuovo nel mondo homebrewer volevo chiedervi qualche informazione e curiosità 

Quando cambiate il lievito che arriva nelle confezioni di malto preparato e lo cambiate con un più adatto alla birra che state facendo che utilizzo date alla bustine di lievito che vieni in dotazione con il malto ? Che utilizzo lì date ??

Che acqua usate per fare la vostra birra ? Io per la mia prima birra ho usato l'acqua in bottiglia , quella di casa del rubinetto intendo pensate sia buona o meglio scartare ?? Io vivo in Liguria più preciso a Genova , dovrò informarmi su come e la acqua  

Grazie a tutti 

Prova a chiedere a David Rovora.. è delle tue parti.. Comunque bottiglie certo che vanno bene! Sul lievito che avanza.. lo terrei fino a fine fermentazione.. poi puoi farci il pane.. o magari belle birre prova in un futuro prossimo;)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho vissuto in Liguria per tre anni, per la precisazione a Villanova D'Albenga e birrificavo con l'acua del rubinetto.

Se l'acqua è potabile allora la puoi usare anche per birrificare. Penso sia stupido e anti ecologista comprare acqua in bottiglie per farci la birra, per poi usare l'acqua del rubinetto per fare la pasta o per lavarsi i denti....

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hola humberto vivo a Genova pure io e ti posso garantire che la qualità dell'acqua in generale é elevatissima....se stai in centro o in periferia ti arriva l'acqua dal lago del brugneto o del val noci ....su per la val polcevera ce l'acqua del gorzente e nelle colline di solito si preleva direttamente da sorgenti secondarie...la rete idrica é abbastanza curata quindi puoi tranquillamente usare l'acqua del rubinetto per la tua birra.....poi andando avanti e migliorando magari qualche cotta si può fare con l'acqua in bottiglia per avere sottomano dati tangibili tipo durezza residuo fisso sodio ecc ecc ecc che fanno modificare il gusto alla birra in determinate condizioni...ad esempio io per rauch lager o pilsner in genere uso le bottiglie perché cerco acqua morbida con poco sodio e con basso residuo fisso....ho notato una maggiore pulizia nel gusto finale della birra.... per ale ipa apa weiss belghe e chi più ne ha piu ne metta uso quella del rubinetto.....

Salute

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao DAVIDROVORA grazie dei consigli e scusa solo rispondere ora ma non i erano arrivate le notifiche , la mia prima cotta l'ho fatta e imbottigliato , commesso qualche errore nella fase finale che al imbottigliamento mi mancava una bottiglia pulita per usare il resto che c'era nel fermentatore :( ,comunque sono soddisfatto sia dal colore che dal sapore , spero un giorno magari vederci per scambiare qualche idea chi lo sa , per ora vi ringrazio e vi posto le foto del lavoro finito e mi sono già fornito di un'altro kit per un'altra birra ma per ora malti pronti poi appena qualche dimestichezza in più vorrei provare e+g ma un passo alla volta , per ora sono soddisfatto grazie a tutti per i valori consigli 

IMG_20200112_095915.jpg

IMG-20200112-WA0002.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
28 minuti fa, Humberto ha scritto:

Ciao DAVIDROVORA grazie dei consigli e scusa solo rispondere ora ma non i erano arrivate le notifiche , la mia prima cotta l'ho fatta e imbottigliato , commesso qualche errore nella fase finale che al imbottigliamento mi mancava una bottiglia pulita per usare il resto che c'era nel fermentatore :( ,comunque sono soddisfatto sia dal colore che dal sapore , spero un giorno magari vederci per scambiare qualche idea chi lo sa , per ora vi ringrazio e vi posto le foto del lavoro finito e mi sono già fornito di un'altro kit per un'altra birra ma per ora malti pronti poi appena qualche dimestichezza in più vorrei provare e+g ma un passo alla volta , per ora sono soddisfatto grazie a tutti per i valori consigli 

IMG_20200112_095915.jpg

IMG-20200112-WA0002.jpeg

Dajeeee!!;)

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi scrivo di nuovo per chiedere qualche info in più e qualche curiosità in più , ovviamente per ora chiedo solo info i curiosità sui malti pronti 

1-Se usato beermalt dry al posto dello zucchero nella prima fase , lo sciogliete prima in acqua fredda dove dopo sarà aggiunto il malto caldo o prima versate il malto caldo in acqua calda e poi il beermalt dry ? Ho letto in giro ma c'è chi dice prima in acqua fredda e c'è chi dice dopo , quale la vostra opinione a riguardo ??

2- dopo aver scaldato il malto e mescolato al acqua e aggiungendo anche il beermalt / zucchero per il raffreddamento fino a quanto portate la temperatura del malto prima di metterlo nel fermentatore ?? Io fin'ora ho seguito le istruzioni dove dice da raffreddare tutto il  prima possibile il mosto ma non dice quale la temperatura migliore per aggiungere il malto al acqua fredda nel fermentatore 

3- i lieviti vanno messi nel fermentatore quando ?? Nel senso dopo aver messo tutto nel fermentatore e aver preso  anche la densità quale la migliore temperatura sulla quale.se deve mettere i lievi nel fermentatore prima di chiudere il tutto ?? Io nel mio caso ho fatto caso che dopo aver finito tutto mi segnava sul fermentatore 18/ 20 c° mentre oggi e 20 /22 c° in teoria temperatura normale 

Vi ho fatto queste domande per capire un po' meglio come agire , dopo aver imbottigliato la mia birra come vi ho detto / mostrato con la foto non ho resistito e mi sono comprato un'altro kit e ho fatto la mia seconda cotta , questa volta preso il kit Green soul IPA ma ho cambiato sia lo zucchero con il beermalt dry che il lievito in dotazione con M42 di mangrove ,ho la solita ansia del gorgogliatore anche se questa volte mi sembri sia andato meglio della prima cotta noto parecchia schiuma nel fermentatore dopo quasi 3 giorni ma il gorgogliatore ha il liquido da tutta una parte ma non gorgoglia nel senso non fa le bollicine , lo so che non e importante ma volevo capire come mai ci possa essere così queste differenze se dipende delle.ordine che fai le.cose o se dipende del tipo di birra che fai o qualcos'altro 

Grazie a tutti e scusato il disturbo ma provo a fare il meglio possibile per fare sì che la mia birra sia buona senza problemi 

Grazie ancora a chi mi potrà dare qualche consiglio in più 

 

Edited by Humberto

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Humberto ha scritto:

Ciao ragazzi scrivo di nuovo per chiedere qualche info in più e qualche curiosità in più , ovviamente per ora chiedo solo info i curiosità sui malti pronti 

1-Se usato beermalt dry al posto dello zucchero nella prima fase , lo sciogliete prima in acqua fredda dove dopo sarà aggiunto il malto caldo o prima versate il malto caldo in acqua calda e poi il beermalt dry ? Ho letto in giro ma c'è chi dice prima in acqua fredda e c'è chi dice dopo , quale la vostra opinione a riguardo ??

2- dopo aver scaldato il malto e mescolato al acqua e aggiungendo anche il beermalt / zucchero per il raffreddamento fino a quanto portate la temperatura del malto prima di metterlo nel fermentatore ?? Io fin'ora ho seguito le istruzioni dove dice da raffreddare tutto il  prima possibile il mosto ma non dice quale la temperatura migliore per aggiungere il malto al acqua fredda nel fermentatore 

3- i lieviti vanno messi nel fermentatore quando ?? Nel senso dopo aver messo tutto nel fermentatore e aver preso  anche la densità quale la migliore temperatura sulla quale.se deve mettere i lievi nel fermentatore prima di chiudere il tutto ?? Io nel mio caso ho fatto caso che dopo aver finito tutto mi segnava sul fermentatore 18/ 20 c° mentre oggi e 20 /22 c° in teoria temperatura normale 

Vi ho fatto queste domande per capire un po' meglio come agire , dopo aver imbottigliato la mia birra come vi ho detto / mostrato con la foto non ho resistito e mi sono comprato un'altro kit e ho fatto la mia seconda cotta , questa volta preso il kit Green soul IPA ma ho cambiato sia lo zucchero con il beermalt dry che il lievito in dotazione con M42 di mangrove ,ho la solita ansia del gorgogliatore anche se questa volte mi sembri sia andato meglio della prima cotta noto parecchia schiuma nel fermentatore dopo quasi 3 giorni ma il gorgogliatore ha il liquido da tutta una parte ma non gorgoglia nel senso non fa le bollicine , lo so che non e importante ma volevo capire come mai ci possa essere così queste differenze se dipende delle.ordine che fai le.cose o se dipende del tipo di birra che fai o qualcos'altro 

Grazie a tutti e scusato il disturbo ma provo a fare il meglio possibile per fare sì che la mia birra sia buona senza problemi 

Grazie ancora a chi mi potrà dare qualche consiglio in più 

 

1)in acqua fredda e sicura ovviamente.

2)puoi anche far bollire quei 2/3litri di mosto.. tanto nel fermentatore avrai già il beermalt sciolto e un bel po' di acqua fredda..(un10/15lt) togli la pentola dal fuoco e versa tutto dentro poi ti regoli se aggiungere acqua calda o fredda x raggiungere i famosi 24/25° per l'inoculo.

3) porta il tutto a 23lt a 24/25° e mescola x un minuto circa.. fatta un po' di schiuma cospargi il lievito sulla schiuma e chiudi tutto senza mescolare.. il lievito si reidraterá da solo.. a meno che non sia specificato sulla bustina di reidratare prima.. una volta chiuso il coperchio ora l'obiettivo è raggiungere gradualmente e mantenere la temperatura ideale del lievito (calcolando la tumultuosa che aumenterà di un paio di °).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma tu dici di versare il malto caldo direttamente nel fermentatore con la acqua fredda senza raffreddarlo o meglio raffreddarlo fino a una certa temperatura e poi da lì agire di conseguenza ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Humberto ha scritto:

Ma tu dici di versare il malto caldo direttamente nel fermentatore con la acqua fredda senza raffreddarlo o meglio raffreddarlo fino a una certa temperatura e poi da lì agire di conseguenza ?

Beh no nel fermentatore bollente no.

Almeno fino a 50-40 gradi abbassarlo anche meno, considera che il fermentatore è di plastica e che per abbassare la temperatura della pentola basta immergerla in acqua.

Una volta nel fermentatore diventa più difficile abbassare, metti che a 23 litri sei ancora alto di temperatura poi viene lunga la storia. Più volume di liquido hai più energia ci vuole per modificare la temperatura

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie cristi4n e stato utilissimo il tuo consiglio , grazie a tutti ragazzi siete gentilissimi e io cerco di fare le cose al meglio per questo faccio troppe domande , grazie 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Cristi4n ha scritto:

Beh no nel fermentatore bollente no.

 

10 ore fa, Humberto ha scritto:

Grazie baccomax gentilissimo come sempre grazie 

certo che si... nel fermentatore già hai acqua fredda e il malto dry mescolato.. (se l'acqua è di frigo ancora meglio).. se hai paura che sia troppo caldo lascia la pentola in ammollo come dice Cristian.. poi ti renderai conto che non serve se usi acqua molto fredda x già nel fermentatore.. anzi.. a volte devi scaldare dell'acqua poiche la T è troppo bassa.. sto sistema lo usavo quando ho fatto lagere+g a bassa.. ho messo le bottiglie in freezer e tirate fuori semighiacciate.... ho dovuto scaldare un paio di litri.. ero sceso col tutto il mosto caldo a a 8°:P

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Humberto ha scritto:

grazie 

Aridajeee!!!  co sto grazie e grazie... ci devi togliere l'arsura quando sono pronte....:lol::lol::blink:

Edited by baccomax
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, baccomax ha scritto:

certo che si... nel fermentatore già hai acqua fredda e il malto dry mescolato.

non avevo considerato che lui fa così...io invece per sicurezza porto tutto a bollore in pentola anche quando faccio i kit luppolati.

In effetti se ha già una decina di litri freddi nel fermentatore può anche girarci dentro il malto bollente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Cristi4n ha scritto:

non avevo considerato che lui fa così...io invece per sicurezza porto tutto a bollore in pentola anche quando faccio i kit luppolati.

In effetti se ha già una decina di litri freddi nel fermentatore può anche girarci dentro il malto bollente.

assolutamente.. ti eviti lo sbattimento di raffreddare.. a freddo il  dry si scoglie in un attimo e senza grumi.. ! ne metti appunto una decina dentro.. tieni qualche bottigia fredda pronta x l'occorrenza.. e poi una volta versato i 3/4lt di mosto  bollente ti regoli se raffreddare con altra acqua gelata oppure a temperatura ambiente!!! ricordo che  neanche li bollivo i contenuti dei barattoli.. scaldavo la pentola vuota x sanificarla.. mettevo dentro acqua sicura e scaldavo il giusto .. tanto x favorire lo scioglimento.. se porti a bollore comunque non è un problema assolutamente.. è che io ho sempre troppo pocotempo a disposizione.. e quindi cerco sempre le scorciatoie :P

Edited by baccomax

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, baccomax ha scritto:

assolutamente.. ti eviti lo sbattimento di raffreddare..

magari il kit che ho casa lo provo così....di luppolato ne ho uno, poi gli altri sono E+G...quindi si bollisce tutto

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Cristi4n ha scritto:

poi gli altri sono E+G...quindi si bollisce tutto

se non ricordo male quasi tutti siva in luppolatura con 10lt... e solo alcuni andavano con tutti i litri.. mi pare le duble e triple o diablo.. quello ad OG alta x capirci.. ma sono passati diversi anni e magari le ricette sono cambiate..

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, baccomax ha scritto:

se non ricordo male quasi tutti siva in luppolatura con 10lt... e solo alcuni andavano con tutti i litri.. mi pare le duble e triple o diablo.. quello ad OG alta x capirci.. ma sono passati diversi anni e magari le ricette sono cambiate..

No ricordi bene! però l'estratto va tutto quanto in bollitura per fare la luppolatura. Le uniche eccezioni nei kit birramia sono la pils (sicuramente) e la lager (mi sembra) che fanno il late addition

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, Cristi4n ha scritto:

però l'estratto va tutto quanto in bollitura per fare la luppolatura.

si si l'estratto va sempre tutto .. intendevo la diluizione con l'acqua.. a volte si andava con 10lt e a volte con tutti i 12 o 15 dei kit belga/i.. vabbè tanto ci sono le istruzzioni..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie ragazzi siete grandi , dai organizziamo un incontro e ci facciamo assaggiare le birre , io purtroppo sono ancora alle prime acque ho fatto finora soltanto 2 cotte , ho cominciato troppo tardi , ci pensavo da tanto ma sempre pensato che i kit magari non facevano bene e quindi sempre avuto un po' di timore di spendere soldi e poi fare tutto male ma purtroppo mi piace troppo la birra e dopo avere assaggiato qualche birra di qualche amico che li fa allora de uso di fare anche io ma voglio fare bene e imparare da tutti voi per potere fare delle grande birre :-)

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io uso un metodo leggermente diverso, o credo: verso il beermalt la sera prima con una mescolata di massima nel quantitativo di acqua necessario a sciogliere l'estratto del kit, 3 o 3,5 litri d'acqua secondo il kit che devo fare. Il giorno dopo trovo il tutto già bello e sciolto. Fatto questo lo scaldo e ci aggiungo l'estratto scaldato per farlo sciogliere bene portando la temperatura a 95°. Fatto questo lo raffreddo a circa 40° e lo verso nel fermentatore aggiungendo acqua fredda fino a raggiungere i litri neccessari.

Share this post


Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, LucioSantus ha scritto:

Io uso un metodo leggermente diverso, o credo: verso il beermalt la sera prima con una mescolata di massima nel quantitativo di acqua necessario a sciogliere l'estratto del kit, 3 o 3,5 litri d'acqua secondo il kit che devo fare. Il giorno dopo trovo il tutto già bello e sciolto. Fatto questo lo scaldo e ci aggiungo l'estratto scaldato per farlo sciogliere bene portando la temperatura a 95°. Fatto questo lo raffreddo a circa 40° e lo verso nel fermentatore aggiungendo acqua fredda fino a raggiungere i litri neccessari.

hai allungato i tempi in questo modo... portando a 95° e poi raffreddare.. in piu tieni il malto oltre 12 ore ad ossidare..!! i tempi di lag tra inoculo e partenza della fermentazioni devono essere i piu brevi possibili.. ricordo che il mosto caldo poi ossida mooolto piu velocemente di quello fraddo.. se possibile evitate di scaldare inutilmente dei malti che sono già sterili.. con la procedura che ho elencato sopra occorre un'ora e moezzo x fare un kit e+g.. dal momento in cui scaldi l'acqua al momento che inoculi e chiudi il fermentatore..!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...