zariski

Usare una tanica per travasare

Recommended Posts

Ciao a tutti, spero di scrivere nella sezione corretta, scrivo per chiedere se la mia idea puo' funzionare. Le varie cotte fatte finora (col metodo kit) non hanno mai subito travasi, ho semplicemente fatto depositare il fondo nel fermentatore e poi imbottigliato (stando attento a non muovere il fermentatore).

Adesso mi chiedo, se volessi fare un travaso: non ci sono problemi se uso una tanica ad uso alimentare (quelle da 20 litri bianche col rubinetto rosso solite), giusto? L'importante e' non far splashare la birra in modo fa non farla ossigenare.

La mia idea e' quella di travasare la birra dal fermentarore alla tanica giusto per il tempo necessario a pulire e risanizzare il fermentatore, poi a quel punto la ritravaserei nel fermentatore. Avevo pensato di lasciarla direttamente nella tanica e poi di imbottigliare direttamente da li' ma credo che ci siano due problemi grossi:

- la tanica e' da 20 litri e io faccio 23 litri di solito

- dovrei munire la tanica di gorgogliatore (la fermentazione non e' gia' cessata del tutto quando si travasa, giusto?)

 

Che dite? Puo' funzionare?

Ovviamente siccome la tanica e' da 20 litri e io faccio 23 litri devo trovare un posto dove tenere la differenza di litri temporaneamente, ma si tratta "solo" di tre litri.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io comprerei un fermentatore ha un costo di 15 euro, in alternativa me lo costruirei con semplici bidoni di plastica alimentare.

Oppure utilizzerei il bidone da 20 litri per imbottigliare, tanto non escono ma 23 litri precisi considerando il fondo del fermentatore...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, zariski ha scritto:

Ciao a tutti, spero di scrivere nella sezione corretta, scrivo per chiedere se la mia idea puo' funzionare. Le varie cotte fatte finora (col metodo kit) non hanno mai subito travasi, ho semplicemente fatto depositare il fondo nel fermentatore e poi imbottigliato (stando attento a non muovere il fermentatore).

Adesso mi chiedo, se volessi fare un travaso: non ci sono problemi se uso una tanica ad uso alimentare (quelle da 20 litri bianche col rubinetto rosso solite), giusto? L'importante e' non far splashare la birra in modo fa non farla ossigenare.

La mia idea e' quella di travasare la birra dal fermentarore alla tanica giusto per il tempo necessario a pulire e risanizzare il fermentatore, poi a quel punto la ritravaserei nel fermentatore. Avevo pensato di lasciarla direttamente nella tanica e poi di imbottigliare direttamente da li' ma credo che ci siano due problemi grossi:

- la tanica e' da 20 litri e io faccio 23 litri di solito

- dovrei munire la tanica di gorgogliatore (la fermentazione non e' gia' cessata del tutto quando si travasa, giusto?)

 

Che dite? Puo' funzionare?

Ovviamente siccome la tanica e' da 20 litri e io faccio 23 litri devo trovare un posto dove tenere la differenza di litri temporaneamente, ma si tratta "solo" di tre litri.

puo’ funzionare,  basta che la tanica sia proprio ad uso alimentare e che stai attento a non far traboccare i litri in eccesso fuori. In litraggio qualcosa perderai con il travaso e con l’eliminazione del deposito, potresti quindi rientrarci ma in caso trova un piccolo contenitore di riserva e sanifica tutto

Modificato da Francesco mvef

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, zariski ha scritto:

Ciao a tutti, spero di scrivere nella sezione corretta, scrivo per chiedere se la mia idea puo' funzionare. Le varie cotte fatte finora (col metodo kit) non hanno mai subito travasi, ho semplicemente fatto depositare il fondo nel fermentatore e poi imbottigliato (stando attento a non muovere il fermentatore).

Adesso mi chiedo, se volessi fare un travaso: non ci sono problemi se uso una tanica ad uso alimentare (quelle da 20 litri bianche col rubinetto rosso solite), giusto? L'importante e' non far splashare la birra in modo fa non farla ossigenare.

La mia idea e' quella di travasare la birra dal fermentarore alla tanica giusto per il tempo necessario a pulire e risanizzare il fermentatore, poi a quel punto la ritravaserei nel fermentatore. Avevo pensato di lasciarla direttamente nella tanica e poi di imbottigliare direttamente da li' ma credo che ci siano due problemi grossi:

- la tanica e' da 20 litri e io faccio 23 litri di solito

- dovrei munire la tanica di gorgogliatore (la fermentazione non e' gia' cessata del tutto quando si travasa, giusto?)

 

Che dite? Puo' funzionare?

Ovviamente siccome la tanica e' da 20 litri e io faccio 23 litri devo trovare un posto dove tenere la differenza di litri temporaneamente, ma si tratta "solo" di tre litri.

Fai attenzione... poiche il disastro é dietro l'angolo, tutti questi passaggi in aria libera rischi infezioni ecc, ma ne vale la pena? Come ti consiglia l'amico berghem un altro fermentatore sarebbe l'ideale, comunque se non hai modo cerca almeno di fare molta attenzione alla sanificazione...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ti diro', le nuove teorie vanno nella direzione del "non" travaso, cosa che non faccio piu' da una15ina di cotte  in qua' ( lager a parte ) quindi possiamo dire che stai avanti ;) e se riuscissi a travasare il mosto da sopra dopo averlo Winterizzato per 4/5 giorni sarebbe il top.

Per ossidare un mosto non è necessario splasciare  perdendo la CO2 che fa da tappo il mosto va a contatto con l'ossigeno, tu lo faresti 2 volte di fila .... :blink: capisci a me !!!

Morale se vuoi travasare ascolta i consiigli che ti hanno dato gli altri, se vuoi migliorare usa le accortezze che ti ho detto.

Salute

Modificato da morrison

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, morrison ha scritto:

Ti diro', le nuove teorie vanno nella direzione del "non" travaso, cosa che non faccio piu' da una15ina di cotte  in qua' ( lager a parte ) quindi possiamo dire che stai avanti ;) e se riuscissi a travasare il mosto da sopra dopo averlo Winterizzato per 4/5 giorni sarebbe il top.

scusami quindi riassumendo, 10/15gg di fermentazione piu 5/7gg di wintwrizzazione con i lieviti tutti sul fondo? ma poi 5gg di winterizzazione non sono pochi? mi eraparso di leggere in un tuo post precedente.. ma forse sbaglio io? ti chiedo questo poiche le ultime ipa che ho fatto mesi fa tenendoli 7gg + travaso e altri 21gg, ho riscontrato dei benefici notevoli in termini di limpidezza e sedimenti quasi assenti in bottiglia anche senza winterizzazione, a sto punto potrei tenerli in un'unica bollitura per un mese senza travasare?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, morrison ha scritto:

Ti diro', le nuove teorie vanno nella direzione del "non" travaso, cosa che non faccio piu' da una15ina di cotte  in qua' ( lager a parte ) quindi possiamo dire che stai avanti ;) e se riuscissi a travasare il mosto da sopra dopo averlo Winterizzato per 4/5 giorni sarebbe il top.

Pareva anche a me di aver letto di molta gente che non fa nemmeno travasi, inoltre devo dire che l'ultima weiss che ho fatto (senza travaso) e' venuta abbastanza limpida. Anche se a onor del vero c'e' da dire che sul fondo delle bottiglie ci sara' depositato mezzo centimetro di fondo, ma e' bello compatto e li' rimane quando verso nel bicchiere.

Ora valutero' se acquistare il fermentatore o tenermi il mio poco budget per qualcos'altro (mi piacerebbe provare a fare e+g ma non ho una pentola abbastanza capiente).

Per quanto riguarda la winterizzazione: mi piacerebbe ma non ho un posto abbastanza freddo dove mettere il fermentatore.

Un'altra cosa: come faccio a fare il travaso "da sopra"? Apro il coperchio e metto un tubo con un sifone brutalmente?

 

Grazie mille a tutti per i consigli!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

si se non hai un rubinetto per forza, ci sono dei tubi appositi (il succhio con la bocca è da abolire in modo assoluto), con l'accortezza di farlo pescare a tot cm dal fondo in modo da non pescare anche .... il fondo..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un rubinetto da attaccarre al tubo che esce dici? Perche' se intendi il rubinetto solito del fermentarore quello lo ho (ho il solito fermentatore di birramia).

A questo punto chiedo: pescando da sopra si guadagna davvero in limpidezza (ipotizzando che sia quello che voglia ottimizzare, cosa non vera) rispetto a lasciare il fermentatore immobile e poi versare dal rubinetto con un asta con valvola del troppo pieno come faccio attualmente?

Perche' nonostante teoricamente credo possa essere piu' efficace pescare da sopra nella pratica temo che il tubo che inserisco vada a toccare i sedimenti rimescolandoli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ti do una dritta io il fermentatore lo tengo su una sedia pighevole... in quanto la seduta è inclinata all'indietro facendo accumulare cosi il grosso del lievito lontano dal rubinetto, poi c'è un piccolo dispositivo antisedimento che si aplica pehttps://www.birramia.it/attrezzature-per-birra/ricambi/antisedimento-per-rubinetto.html, poi il primo mezzo litro magari lo tratto separatamente, il difficile è fare il priming che appunto o metti lo zucchero in ogni bottiglia (cosa che sconsiglio vivamente avendola provata personalmente condita da irripetibili bestemmie),oppure una improbabile soluzione concentrata di acqua e zucchero inserita con la siringa.... la soluzione migliore aimè è sempre un secondo recipiente... e qui si viene alle citazioni sopra...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In effetti quello che dici sembra semplice ed efficace, prendero' quel dispositivo antisedimento e terro' il fermentatore inclinato. Ho notato che piu' un'idea e' semplice piu' e' facile che funzioni, con sistemi troppo sofisticati e artificiosi nelle mie mani finisco per far danni in genere.

Riguardo al priming (se mi e' permesso l'off topic): io ho sempre messo lo zucchero direttamente nelle bottiglie col misurino solito del kit e devo dire che nonostante non sia comodissimo, facendo il lavoro in due ce la siamo cavati abbastanza bene. Ma a questo punto mi chiedo quale altre metodo esiste per fare il priming? Se avessi un secondo contenitore dove travaso dovrei mettere li' lo zucchero? Perche' non direttamente nell'unico che ho? Perche' a quel punto ossiderei il mosto?

Inoltre, io lo zucchero l'ho sempre messo direttamente nelle bottiglie senza mescolare, e' giusto cosi'?

 

Scusa per le mille domande, forse fai prima ad espormi brevemente la tua tecnica.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma non ti faceva la fontana di schiuma con lo zucchero diretto?, si andrebbero sbatacchiate un po'. Allora per primig in fermentatore, si scioglie lo zucchero in 200ml acqua e si portano in ebollizione, si raffreddano e si mescolano nel fermentatore.... se ci sono i fondi.... si intorbidirebbe  tutto:o, invece appena travisato... è pulito..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Nessuna fontana, anzi devo dire che mi sembra anche un po' troppo poco frizzante. Forse perche' ho usato il destrosio? Onestamente non credo, boh, vedremo cosa succede la prossima volta...

Quindi mescolo tranquillamente ossigenando pure? Non capisco quale delle due strategie adotti:

1- Fermenti nel primo fermentatore per circa una settimana (tempistiche inventate), poi travasi nel secondo fermentatore e aspetti un'altra settimana (tempistiche ancora inventate, diciamo fino a quando la densita' non raggiunge quello che deve raggiungere) e a questo punto apri il secondo fermentatore, butti dentro lo zucchero sciolto in acqua, mischi e imbottigli.

2- Fermenti nel primo fermentatore fino a che la densita' preventivata non e' raggiunta, travasi nel secondo fermentatore dove pero' in effetti non avviene nessuna fermentazione perche' aggiungi subito lo zucchero, mischi e imbottigli.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

NNooo che ossigeni ohh!! Solo il mosto si ossigena prima e dopo l'inoculo.. e poi mai piu. Allora ci sono due correnti di pensiero come detto da Morrison sopra. Con o senza travaso intermedio. Io uso il sistema a doppio:

Inoculo, 5/7gg travaso, 14/30gg se possibile 4/5 gg alla fine a temp 4° per winterizzazione, 2/3° lagerizzazione (vedi post su forum), travaso e verso la soluzione zuccherina come detto sopra, lo zucchero bianco va benissimo, ombottigili e metti per 15/20gg a 12 o 20° a seconda se a bassa o alta fermentazione, poi al fresco in cantina da un minimo di un mese in su a seconda dei stili.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, baccomax ha scritto:

scusami quindi riassumendo, 10/15gg di fermentazione piu 5/7gg di wintwrizzazione con i lieviti tutti sul fondo? ma poi 5gg di winterizzazione non sono pochi? mi eraparso di leggere in un tuo post precedente.. ma forse sbaglio io? ti chiedo questo poiche le ultime ipa che ho fatto mesi fa tenendoli 7gg + travaso e altri 21gg, ho riscontrato dei benefici notevoli in termini di limpidezza e sedimenti quasi assenti in bottiglia anche senza winterizzazione, a sto punto potrei tenerli in un'unica bollitura per un mese senza travasare?

Bacco,  ogni birra  ha una storia quindi  non si possono dare numeri precisi ... ed io non li do mai  !:P...

 Se non fai travaso puoi tenere il mosto anche un mese (non di piu' ),  a parte i lieviti generici dei kit con   gli altri difficilmente si possono avere problemi per autolisi delle cellule.

cmq io winterizzo al massimo una settimana  o quando posso per comodita, una volta al freddo male non fa.

  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, zariski ha scritto:

noltre devo dire che l'ultima weiss che ho fatto (senza travaso) e' venuta abbastanza limpida.

 se è limpida non è una weissB)

 per travasare  dall'alto si usa questo:https://www.birramia.it/sifone-automatico-grande-quick-start-completo-di-tubo.html

20 ore fa, zariski ha scritto:

Nessuna fontana, anzi devo dire che mi sembra anche un po' troppo poco frizzante. Forse perche' ho usato il destrosio? Onestamente non credo, boh, vedremo cosa succede la prossima volta...

Quindi mescolo tranquillamente ossigenando pure? Non capisco quale delle due strategie adotti:

1- Fermenti nel primo fermentatore per circa una settimana (tempistiche inventate), poi travasi nel secondo fermentatore e aspetti un'altra settimana (tempistiche ancora inventate, diciamo fino a quando la densita' non raggiunge quello che deve raggiungere) e a questo punto apri il secondo fermentatore, butti dentro lo zucchero sciolto in acqua, mischi e imbottigli.

2- Fermenti nel primo fermentatore fino a che la densita' preventivata non e' raggiunta, travasi nel secondo fermentatore dove pero' in effetti non avviene nessuna fermentazione perche' aggiungi subito lo zucchero, mischi e imbottigli.

 

la soluzione  che adotto io è la  2, travasando da sopra e dop aver winterizzato

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, morrison ha scritto:

a soluzione  che adotto io è la  2, travasando da sopra e dop aver winterizzato

scusami la differenza tra il travaso da sopra e il rubinetto sta nel fatto che puoi pescare a tot cm piu in alto per non pescare fondi oppure la motivazione è piu complessa?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, morrison ha scritto:

 se è limpida non è una weissB)

Non e' proprio limpida, diciamo che non e' nemmeno opaca tipo le weiss di solito, piu' che altro non e' torbida (se riesco a far capire la differenza che intendo tra opaca e torbida). Comunque poteva sicuramente venire meglio...

Quindi penso che faro' cosi' con le prossime cotte (mi do all'e+g! Ho trovato la pentola! :D), ditemi se puo' andare:

- metto tutto a fermentare nel primo fermentatore avendo la premura di tenerlo inclinato dalla parte opposta del rubinetto

- quando raggiungo la densita' obiettivo travaso usando un tubo che va dal rubinetto al fondo del secondo fermentatore (dove non faro' fermentare un bel niente). In tutto questo sto attento a non far splashare anche se ovviamente prendera' dell'aria visto che il coperchio e' aperto.

- aggiungo lo zucchero sciolto in acqua e mischio con la paletta

- chiudo col coperchio per non far entrare schifezze mentre lavoro e imbottiglio come al solito dal rubinetto usando un'asta con valvola del troppo pieno

Purtroppo la winterizzazione non riesco a farla, chi di voi la fa come fa a raggiungere quelle temperature?

Anche riguardo al pescare dall'alto col sifone automatico eviterei per ora, un po' perche' preferisco spendere il poco budget che ho in altro (tipo il secondo fermentatore) e un po' perche' temo di fare disastri con tutta questa tecnologia...

Grazie mille ancora delle informazioni e dei consigli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

in linea di massima ci sei.. acqua e zucchero devono essere bolliti e raffreddati e quando li mescoli... piano piano senza splasciare. per la temperatura di winterizzazione le opzioni sono due o hai una supercantina a 4°, oppure un frigo da battaglia meglio se con centralina separata, o un pozzetto con centralina separata obbligatoria... mmhh si potrebbe anche con camera di fermentazione che riempi di ghiaccioli ma.... sai che disastro e poi non hai nessun modo di controllare la T, oppure.... non la fai, come me che ancora non sono attrezzato, la lascio di piu in fermentatore e via ( nel mio caso però la travaso nel secondo per lasciarcela 2/3/4 settimane a seconda delle esigenze domestiche:angry:),  poi ohh uno piano piano si organizza con l'attrezzatura no?!?!?:D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, baccomax ha scritto:

scusami la differenza tra il travaso da sopra e il rubinetto sta nel fatto che puoi pescare a tot cm piu in alto per non pescare fondi oppure la motivazione è piu complessa?

l'unica differenza è che se non fai il travaso intermedio il deposito di lievito, proteine ed eventuali scorie di luppolo raggiunge facilmente il rubinetto, quindi aprendo il flusso fara' muovere il fondo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si difatti me ne sono accorto nelle mie due E+G, io sono andato liscio anche con il semplice rubinetto visto che tengo i fermentatori su delle sedie inclinate di circa 10gradi all'indietro e quindi mi lasciano libero i buco pelo pelo..., ma probabilmente quando passerò al ALL GRAIN con sistema biab dovrò adottare il tuo sistema sicuramente!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusate quì mi scatta la domanda.... dopo la prima fermentazione.... cosa significa winterizzato???? boh sto fori... me se stanno a mischia le idee con i pensieri.... Portare il bollitore in un'ambiente a 4 gradi? e se si, per quanto tempo? e dopo questa operazione (anche all'esterno visto le temperature correnti) quanti giorni devono passare per imbottigliare. scusate le troppe domande ma sono nuovo in questo forum e nel fare la birra.... GRAZIE A TUTTI. BUONA SERATA.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 Si Pino, winterizzare vuol dire abbassare la temperatura perchè il freddo fa precipitare le scorie  sul fondo, lievito, luppolo, proteine,... ecc..., rendendo la birra piu pulita. Sono sufficienti 4/5 giorni a 3/4 gradi per avere un bun risultato, ma puoi tenerla anche 2 settimane o piu'  se hai pazienza.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora