inizio


tangoo2

Recommended Posts

Salve a tutti...neofita alle prime armi ma ben deciso,mi stò documentando alla grande per produrmi la mia bionda in casa...posso iniziare subito con una domanda??posso cambiare lievito su un eventuale kit di preparazione??sarei intenzionato ad iniziare con un australian pale ale,ma vorrei cambiare lievito e non usare quello incluso nella confezione,consigli per un lievito migliore??......inoltre quale pensiate sia la migliore birra ambrata da produrre??

Grazie a tutti per la comprensione da principiante!

 

Link to post
Share on other sites
  • Replies 65
  • Created
  • Last Reply

Cambiare il lievito è il primo passo per virare da un kit, senza contare i lieviti dei kit molto spesso sono del tutto anonimi e quindi utilizzarli è un po' un salto alla cieca. per iniziare ti consiglierei lo US05 della Fermentis, un ceppo americano resistente e piuttosto neutro, famoso per essere uno dei più usati soprattutto per quelle birre che non hanno bisogno di esteri ingombranti (come birre molto luppolate); per la produzione di una birra ambrata direi che devi partire dai tuoi gusti, puoi spaziare da una pale ale di stampo americano, ad una bock, dipende cos'hai in mente

Link to post
Share on other sites

Grazie Roy...dove posso trovarlo??posso solo ordinarlo sulla rete o sai da che negozio posso comprarlo questo lievito??....la confenzione contiene il lievito giusto per 23 litri di birra giusto??.....ancora...se dovessi fare una birra ambrata che birra faresti...sono ancor apoco esperto..ma se trovo il lievito giovedì sera inizio a sperimentare.

 

Link to post
Share on other sites

Lo US05 puoi trovarlo anche su birramia, così come in tutti gli altri siti che vendono online materiale per l'homebrewing (è uno dei lieviti più comunemente diffusi); viene venduto in bustine da 11.5 g e di solito, reidratato, va bene per una cotta da 23 litri entro una OG di 1.060 (per OG maggiori meglio usare 2 bustine reidratate). per quanto riguarda l'ambrata ripeto, dammi più indicazioni per consigliarti, ad esempio una birra a cui vorresti avvicinarti come idea o qualche caratteristica di base

Link to post
Share on other sites

Grande roy, come sempre specifico.

Tango, il kit è un E+G o una latta? 

Sul lievito quoto totalmente Roy. Nonostante io, per i kit di birramia ho preso il lievito specifico per tipologia dopo essermi documentato dalle recensioni. A quanto pare sembra ti piacciano birre un po' piu luppolate, perciò come rosse o ambrate ti basta stare lontano da belghe e simili (che invece a me piacciono)... però mai dire mai....io come ambrata sperimentato la RED DEVIL di birramia...se il volume di 10  gradi ti spaventa puoi virare sulla DIABLO, la sorella minore! 

Una AMBER ALE da consigliarti sarebbe generica...come dice Roy dicci qualche birra che ti piace e cercheremo di consigliarti...ti piacciono secche? Corpose? Dryhoppate? Luppolate? Più maltate? E soprattutto che volume ? Che amaro?

Link to post
Share on other sites

Madonna ragazzi....troppe domande difficili.....io giovedi volevo partire ho una latta di australian....e volevo cambiare levito...qui ad ancona nn trovo per questa data il lievito descritto da roy.....forse a pesaro...ma sono disposto a farmi 50km domani pomeriggio....per la ambrata....ragazzi una ambrata amara.

Link to post
Share on other sites

calma calma. take it easy, per una ambrata amara vai sullo stile American pale ale. se parti con la latta, puoi ordinare/comprare lievito nuovo e luppoli il pellet; ti fai la birra come da istruzioni, poi metti giù in fermentatore 2 o 3 g/l di Cascade dopo una settimana, lo fai stare minimo 5 giorni, raffreddi per bene almeno 48 h con bottiglie di ghiaccio e procedi normalmente

Link to post
Share on other sites

Ci sono un sacco di kit inoltre. Una Pale Ale è abbastanza amara..oppure una IPA e anche lì ci puoi fare il DH.. anzi sarebbe d'obbligo!

Quoto Roy...non serve avere fretta poiché tanto non la potrai bere dopo un giorno e ci vorranno 1-2 mesetti per farla arrivare al top.. perciò giorno più giorno meno è meglio aspettare e fare le cose bene.. altrimenti perdi solo i soldini del kit..

Io non farei 100 km per una bustina di lievito.. perciò farei un ordine con 2 o tre kit o attrezzatura che sicuramente ti servirà (ammesso che il tuo disio birraio non sia come un fuoco di paglia..) e ordinerei il lievito che ti ha detto Roy oltre che i lieviti per le IPA o altri kit che ordinerei...

Risparmi i soldini di benza e compri un kit t in più e ti arriva tutto con il lievito che vuoi a casa e nel frattempo ammattisci dietro ai post e ti documenti così da farti trovare pronto per la tua prima cotta!

Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, Roy ha scritto:

calma calma. take it easy, per una ambrata amara vai sullo stile American pale ale. se parti con la latta, puoi ordinare/comprare lievito nuovo e luppoli il pellet; ti fai la birra come da istruzioni, poi metti giù in fermentatore 2 o 3 g/l di Cascade dopo una settimana, lo fai stare minimo 5 giorni, raffreddi per bene almeno 48 h con bottiglie di ghiaccio e procedi normalmente

Se vorrai poi mi spiegherai questo procedimento...domani trovo il lievito...cerco di accumulare piu imput possibili inoltre sto' leggendo il libro di bertinotti

Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, Sterome ha scritto:

Ci sono un sacco di kit inoltre. Una Pale Ale è abbastanza amara..oppure una IPA e anche lì ci puoi fare il DH.. anzi sarebbe d'obbligo!

Quoto Roy...non serve avere fretta poiché tanto non la potrai bere dopo un giorno e ci vorranno 1-2 mesetti per farla arrivare al top.. perciò giorno più giorno meno è meglio aspettare e fare le cose bene.. altrimenti perdi solo i soldini del kit..

Io non farei 100 km per una bustina di lievito.. perciò farei un ordine con 2 o tre kit o attrezzatura che sicuramente ti servirà (ammesso che il tuo disio birraio non sia come un fuoco di paglia..) e ordinerei il lievito che ti ha detto Roy oltre che i lieviti per le IPA o altri kit che ordinerei...

Risparmi i soldini di benza e compri un kit t in più e ti arriva tutto con il lievito che vuoi a casa e nel frattempo ammattisci dietro ai post e ti documenti così da farti trovare pronto per la tua prima cotta!

Si giusto....no! In genere nn sono un fuoco di paglia...vedremo....ora guardo bene sul sito...ordinero' una latta e del lievito...per la latta opto IPA....una pale gia' ce l'ho......il mio j,intento era di intanto modificare i lieviti.

Link to post
Share on other sites

Bravo tango! Facci sapere tutto dopo la cotta! P.s. la cotta è come la milonga..te la devi godere e non essere frettoloso;)

Ammesso che tango stia per il ballo credo che tu abbia intuito la metafora! 

Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Sterome ha scritto:

Bravo tango! Facci sapere tutto dopo la cotta! P.s. la cotta è come la milonga..te la devi godere e non essere frettoloso;)

Ammesso che tango stia per il ballo credo che tu abbia intuito la metafora! 

certo raga!

Link to post
Share on other sites

Il lievito da panettiere ha lo stesso problema di quello in bustina del kit: Non sai che ceppo sia (cerevisiae o carlsbergensis), Non sai come sia stato selezionato e in più non è stato pensato per fermentare un mosto

Link to post
Share on other sites

Pronto.....speriamo che il lievito faccia il suo dovere.....Voi non mi consigliate di miscelarlo con un pò di lievito fresco vero??...sò per certo che il lievito è il cervesiae.....ma a parte il ceppo di porvenienza,il lievito comunque(del modello sopra indicato è ottimale per fermentazione della bitta)del panettiere e sempre lievito madre fresco....vabbè oggi iniziamo,l'occorente c'è la voglia tanta...ma il mio punto fisso è diventare un "all grain"...ho le possibilità di reperirmi l'attrezzatura in acciato facilmente ed a prezzi stracciati......comunque acquisterò dei lieviti quì nel sito...anche se cavolo i malti pronti che mi piacciono non sono disponibili....!!Ultima riflessione ROY.....mi dici che il lievito del panettiere non è stato studiato per fermentare mosto.....mi vengono pensati i biscotti di mosto autunnali....un acazzata??Sai perchè insisto per il mosto fresco?ho un caro amico che fà il panettiere-pasticciere.

P_20170504_113953.jpg

Link to post
Share on other sites

Puoi usare l'estratto liquido di malto d'orzo da panettiere. Io L'ho utilizzato ed il risultato non è malvagio. Quando in Italia non c'era un'importatore di materie prime per la birrificazione, veniva usato normalmente da chi si voleva fare la birra in casa (Faraggi, Bertinotti, e forse anche il nostro Jean Luc). Devi farti recuperare l'estratto di malto da panettiere della diamalteria italiana...ne producevano 2 che andavano bene, avevano il Diastase che era l'optimum ed il Diamalt che ho usato io. Entrambi hanno potere diastasico quindi ti permettono di introdurre cereali non maltati in ricetta.

Prima però fatti un po' di kit, che è cosa buona e giusta

Il lievito da panettiere lascialo perdere, è un consiglio spassionato

Link to post
Share on other sites

Certo...ma sto' imparando...gia' letto il libro di bertinotti,piu' quello guida,inoltre cerco in rete il piu' possibile...ma di scorta devo tenermi dei lieviti secchi..grazie ancora per la risposta,gia' iniziata e messa a dimora il primo kit effettuato,sono un po' preoccupato per l'acqua che era a 25 gradi,avrei preferito un paio in meno...ma speriamo bene.

Link to post
Share on other sites
43 minuti fa, Sterome ha scritto:

Bravo tango! Vai tranquillo! 

Iniziato ora a fermentare...bene!!!....senti una domanda...che varianti posso fare sul kit preparato?tipo aggiungere luppolo o malto fatto da me.....nulla?sono gia' equilibrati vero?se avro' successo faro' subito un altra latta con kit poi....poi che mi consigli cosa posso provare?

Link to post
Share on other sites

Allora le varianti di possono sempre fare! Ovviamente il kit rispetta un determinato stile e noi possiamo variarlo rientrandoci oppure no! 

Allora le modifiche possono considerare luppoli malto lieviti (quindi temperatura anche) e spezie o altri fermentabili.

Se la birra la vuoi più amara puoi caratterizzarla con un po' di luppolo in più secondo lo stile oppure sperimentare il DH..

SE LA VUOI PIU DOLCE devi mettere meno luppoli o fare meno bollitura o DH..

SE VUOI più corpo e più grado alcolico puoi aggiungere estratto di malto oppure zucchero(che però riduce il corpo) oppure miele (idem per lo zucchero)

Se vuoi usare spezie lo puoi pure fare! Ad esempio gli ultimi 15 minuti di bollitura puoi usare arancia buccia bergamotto lime pepe coriandolo cannella vaniglia e così via! 

A quanto ho capito ti piacciono più amare e leggere e meno corpose che dolci e più alcoliche e corpose giusto?

Se ti piace un fruttato specifico puoi utilizzare anche oltre Scorze anche frutta! 

Potresti orientarti su IPA APA BITTER WIT WEISS BLANCHE PILSNER LAGER.

basta che leggi (per cominciare) la descrizione del kit che da birramia.. più ovviamente le caratteristiche quali IBU e GRado alcolico. Se l'ibu andrà sopra una soglia può essere più o meno amara . Ad es. Una IPA o bitter può avere 40 ibu contro una ALE tipo belga oppure una bock oppure una altra che hanno 22, 25, 18 e così via. (I valori ibu li ho detti ad esempio) 

Se sono stato poco chiaro chiedi pure di nuovo e di nuovo e di nuovo ancora! Non mi stancherò aiutandoti, se posso farlo! :)

 

Link to post
Share on other sites
Il 4/5/2017 in 12:26 , tangoo2 ha scritto:

Ultima riflessione ROY.....mi dici che il lievito del panettiere non è stato studiato per fermentare mosto.....mi vengono pensati i biscotti di mosto autunnali....un acazzata??

nella zona dove vivo io non facciamo proprio biscotti di mosto in autunno :P comunque fermentare un amido è un conto, fermentare maltosio è un altro, fermentare destrine, e altri polisaccaridi è un altro conto ancora; sicuramente il lievito da panettiere è S. Cerevisiae, sicuramente processa carboidrati in alcool e CO2, ma è come dire che tutti gli uccelli volano...bisogna sapere che il passero canta diversamente dal colombo, stessa cosa per i ceppi di lievito: il genoma (insieme di geni nel DNA di ogni specie) cambia a seconda del ceppo, altrimenti sarebbe inutile differenziare tra un belgian ardennes e uno us05, per cui ogni ceppo ha una sua caratteristica; se vuoi caratterizzare al meglio la tua birra devi saper scegliere il tuo ceppo di lievito adatto e con quello da panettiere fai totalmente l'opposto, cioè riportare tutto ad un generico "birra" sul quale il tuo estro proprio non si può esprimere. per quanto riguarda il resto, su una latta già luppolata in realtà puoi intervenire solo su quella che si dice FASE FREDDA, ovvero la fermentazione, modificando la temperatura, il tempo e gli additivi (luppoli ed altro) al mosto di base; per modificare la FASE CALDA (fase di mash/bollitura) devi quanto meno usare un estratto non luppolato secco o liquido che ti permetta di aggiungere materie prime per una personalizzazione che può arrivare molto più in la

Link to post
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.