4° Cotta Con Test Iodio Negativo E 4° Cotta Con Efficienza 50%


Recommended Posts

ciao a tutti,

ieri sera ancora una volta il test di conversione, anche dopo 90 min, non è del tutto ok.

allo stesso tempo l'efficienza non sale oltre il 50%.

 

c'è relazione fra conversione ed efficienza o quest'ultima dipende solo dal processo?

 

:angry:

Link to post
Share on other sites

40% pale, 40% pils, 7% carapils, 3% crystal tot 5Kg

14 litri di mash

ammostamento in tino filtrante coibentato con bazooka a 63° - anche 90 minuti!

1° domanda - se la temperatura scende di 3,4 gradi è un problema?

correzione con acido lattico; il ph però non scende mai sotto i 5,7 -5,8 eppure una volta non usavo correzione, non misuravo e andava bene lo stesso (test iodio intendo)

2° domanda - può essere che in qualche modo la misura di ph sia sbagliata e sono sotto il minimo ad es. ph 5?

14 litri di batch sparge

Link to post
Share on other sites

Sei chiaramente basso per un mono step, se poi hai il dubbio di aver lavorato a 59° ( senza contare la pseudo- precisione del termometro) con 2,8 rapporto acqua\grani forse l'efficenza ci puo' stare, ma la conversione dovrebbe essere facilitata.

Lo jodio test va fatto sul mosto privo di grani perchè resta sempre dell'amido nel pezzetto di grano rotto ( era per fare chiarezza )

Cosa usi per misurare il ph ?

Link to post
Share on other sites

Sei chiaramente basso per un mono step, se poi hai il dubbio di aver lavorato a 59° ( senza contare la pseudo- precisione del termometro) con 2,8 rapporto acqua\grani forse l'efficenza ci puo' stare, ma la conversione dovrebbe essere facilitata.

Lo jodio test va fatto sul mosto privo di grani perchè resta sempre dell'amido nel pezzetto di grano rotto ( era per fare chiarezza )

Cosa usi per misurare il ph ?

grazie morrison, giusto per capire

basso di cosa? perchè 59° potrebbero essere un problema? ... il limite inferiore della Beta amilasi è sul 55 ...

per misurare il ph uso un phmetro elettronico, economico ma direi affidabile

Link to post
Share on other sites

Conosco anchio il range delle beta, non ne conosco il motivo ma se vado a guardare 500 ricette non ne trovo una che faccia saccarificazione a quella T. soprattutto mono step.

Riguardo al ph se sei sicuro della taratura del tuo strumento tutto ok, mi sorge solo il dubbio quando dici " non scende mai sotto il 5.7 .... ".. ma che vuol dire, se acidifichi deve scendere, se non scende prova a compararlo con cartine tornasole, range di lettura 4 - 7.

Link to post
Share on other sites

Conosco anchio il range delle beta, non ne conosco il motivo ma se vado a guardare 500 ricette non ne trovo una che faccia saccarificazione a quella T. soprattutto mono step.

Riguardo al ph se sei sicuro della taratura del tuo strumento tutto ok, mi sorge solo il dubbio quando dici " non scende mai sotto il 5.7 .... ".. ma che vuol dire, se acidifichi deve scendere, se non scende prova a compararlo con cartine tornasole, range di lettura 4 - 7.

Faccio un monostep sui 62 gradi quando voglio ottenere un mosto molto fermentabile, l'obiettivo era un birra belga molto attenuata.

Comunque il dubbio che avevo e cioè che la conversione avesse effetto sull'efficienza è chiarito.

L'efficienza, se misurata solo in termini di OG ottenuta, dipende solo dal processo; per assurdo puoi avere una OG elevata e aver estratto solo amidi.

 

quindi devo rivedere due cose separatamente e farò così:

Conversione amidi:

tornerò un pò indietro, misurerò il ph ma proverò la conversione senza correzione con acido lattico ma magari modificando l'acqua.

Efficienza:

tornerò a fare BIAB, sono sempre stato soddisfatto (efficienza 70%)

 

grazie

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Faccio un monostep sui 62 gradi quando voglio ottenere un mosto molto fermentabile, l'obiettivo era un birra belga molto attenuata.

Comunque il dubbio che avevo e cioè che la conversione avesse effetto sull'efficienza è chiarito.

L'efficienza, se misurata solo in termini di OG ottenuta, dipende solo dal processo; per assurdo puoi avere una OG elevata e aver estratto solo amidi.

 

quindi devo rivedere due cose separatamente e farò così:

Conversione amidi:

tornerò un pò indietro, misurerò il ph ma proverò la conversione senza correzione con acido lattico ma magari modificando l'acqua.

Efficienza:

tornerò a fare BIAB, sono sempre stato soddisfatto (efficienza 70%)

 

grazie

riprendo il post nella speranza che sia di aiuto a qualcuno

1) ho eliminato l'acido lattico e corretto l'acqua con gypsum e cloruro di calcio - ph ok e conversione dopo 60 minuti

2) sono tornato al BIAB con efficienza 70%, ma non è che il BIAB sia migliore; usando un sistema a bazooka lo sparge non avrei dovuto fare secondo la tecnica tradizionale FLY SPRAGE come facevo io bensi mediante BATCH SPARGE.

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Ciao,

ma nel caso "incriminato" le alfa amilasi come le fai lavorare? A parte il rapporto acqua/grani, se non fai la conversione delle destrine direi che avrai sempre una efficienza più bassa della norma dato che una parte di amidi non sarà convertita.

Il monostep di solito è fatto ad una temperatura intermedia proprio per avere una conversione di entrambe le tipologie di zuccheri. Altrimenti devi fare due soste.

 

Ale

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...