Produzione Di Birra "per Arrotondare"?


Recommended Posts

E' successo a tutti, ne sono sicuro...

Inizi a fare le prime cotte, inizi a ricevere gli apprezzamenti da parte di amici e parenti, inizi ad assaggiare le varie birre artigianali (e la tua ci assomiglia) ed inizi a fantasticare di fare il grande passo e diventare un produttore professionista.

 

DI solito, il tutto si spegne abbastanza rapidamente dopo aver valutato costi e sbattimenti vari (alti) e potenziali ricavi (bassi).

 

Nel mio caso, ho un lavoro abbastanza ben remunerato e che mi consente di avere un pò di tempo libero; lungi da me pensare quindi di abbandonarlo, ma stavo pensando di sfruttare il tempo libero per produrre birra "per arrotondare", senza pretese di elevati guadagni e con la sicurezza di avere comunque un'entrata alternartiva.

 

In sostanza, farei quello che mi piace, senza la pretesa di doverci pagare il mutuo ma al massimo la vacanza...

 

Qualcuno ha esperienza in merito?

 

 

Link to post
Share on other sites

Occhio a non farlo alla luce del sole perchè sulla birra c'è l'accisa...reato penale.

Se però un tuo "amico" insiste per volerti "offrire" un compenso per la birra che gli hai "regalato", la cosa assume una luce diversa ma il discorso regge (forse) se si tratta di poca roba. :)

Edited by Blem
Link to post
Share on other sites

Io anche ho fatto lo stesso ragionamento...

 

Ma per esempio, se uno ha un ristorante, tutti i permessi haccp, rec, ecc ecc... può produrla e venderla all'interno del suo locale come fosse un piatto di pasta per intenderci?

 

Ho letto un po di cose a riguardo, ma ho trovato solo discussioni e documenti inerenti all'apertura di micro birrifici

Link to post
Share on other sites

La birra 蠡lcool quindi l'impianto deve avere una contalitri fiscale per essere venduta.

Puoi regalarla a chi vuoi ma non puoi prendere neanche un centesimo. Se vuoi vendere birra con il tuo nome rivolgiti ad un birrificio apriti la partita iva e fatti fare una cotta per te secondo la tua ricetta ed in bocca al luppolo per le vendite

 

Inviato dal mio Android

"Meglio io mbriaco che tu sobrio"

 

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

E' successo a tutti, ne sono sicuro...

Inizi a fare le prime cotte, inizi a ricevere gli apprezzamenti da parte di amici e parenti, inizi ad assaggiare le varie birre artigianali (e la tua ci assomiglia) ed inizi a fantasticare di fare il grande passo e diventare un produttore professionista.

 

DI solito, il tutto si spegne abbastanza rapidamente dopo aver valutato costi e sbattimenti vari (alti) e potenziali ricavi (bassi).

 

Nel mio caso, ho un lavoro abbastanza ben remunerato e che mi consente di avere un pò di tempo libero; lungi da me pensare quindi di abbandonarlo, ma stavo pensando di sfruttare il tempo libero per produrre birra "per arrotondare", senza pretese di elevati guadagni e con la sicurezza di avere comunque un'entrata alternartiva.

 

In sostanza, farei quello che mi piace, senza la pretesa di doverci pagare il mutuo ma al massimo la vacanza...

 

Qualcuno ha esperienza in merito?

 

 

non scherziamo con il fuoco...vendere la birra sottobanco è un reato (si evade l'accisa) oltre che una forma di evasione fiscale: se volete vendere la birra, fate i seri e vi prendete la partita IVA...

Edited by Evoluke75
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Io anche ho fatto lo stesso ragionamento...

 

Ma per esempio, se uno ha un ristorante, tutti i permessi haccp, rec, ecc ecc... può produrla e venderla all'interno del suo locale come fosse un piatto di pasta per intenderci?

 

Ho letto un po di cose a riguardo, ma ho trovato solo discussioni e documenti inerenti all'apertura di micro birrifici

 

no, è necessaria una licenza UTF, le accise hanno un regime fiscale a parte che non c'entra niente con una normale attività quale può essere un ristorante

Link to post
Share on other sites

thunderstorm,complimenti per il tuo post,

lo trovo interessantissimo e grazie a tutti quelli che sono intervenuti con delle indicazioni interessanti....anzi devo dire che mi sembra che ci sia tanta gente che ne sa qualcosa......

a tal proposito vorrei mettere un po di carne al fuoco.......e vi parlo della mia esperienza.....

ho cominciato tutto con curiosità e voglia di bere birra fatta da me,ma da li a poco subito è scattata con un amico l'idea di fare una produzione un po più consistente,visto le numerose richieste da parte di parenti e amici,ed abbiamo comprato contenitori più grandi,bottiglie,confezioni portabottiglie,ci siamo fatti fare delle etichette e poi............

in realta dopo la prima curiosità da parte di tutti gli amici e parenti,le richiesta sono andate un po scemando,la scintilla iniziale di smerciare fiumi di birra non ha preso nessuna strada dove costruire una rete di mercato,e se pensiamo che in un qualunque supermercato si comprano casse di birra a due soldi solo per poter stappare una birra a cena la sera,non porta tutta questa gente a venire da te solo per comprare un buon prodotto ad un costo di sicuro più alto.....

insomma,non che il gioco non valga la candela,perche certo che il mutuo non si ripaga ma di sicuro la vacanza ci puo ben uscire,il fatto forse è far capire alle persone e quindi alla tua rete di mercato che il prodotto che produci è un prodotto di qualità (e lo devi anche fare tale),detto questo tirando le mie personali somme direi che conviene di crescere il piu possibile imparando sempre più a cercare di fare un prodotto di buona qualità senza pensare a guadagni facili o sostanziosi e poi facendo assaggiare qua e la magari con il tempo arriveranno delle richieste più mirate dove poter permettersi al massimo di ricevere un piccolo contributo/regalo a fronte di un buon prodotto....ma sempre lontano dalla vendita o richiesta di soldi......

finisco qui per non essere troppo pesante anche se ce ne sarebbe da scrivere,ma soprattutto perché sono sicuro che qualcuno accenderà qualche discussione che accetterò volentieri.............

dai vi aspetto.....grazie

:D

Link to post
Share on other sites

thunderstorm,complimenti per il tuo post,

lo trovo interessantissimo e grazie a tutti quelli che sono intervenuti con delle indicazioni interessanti....anzi devo dire che mi sembra che ci sia tanta gente che ne sa qualcosa......

a tal proposito vorrei mettere un po di carne al fuoco.......e vi parlo della mia esperienza.....

ho cominciato tutto con curiosità e voglia di bere birra fatta da me,ma da li a poco subito è scattata con un amico l'idea di fare una produzione un po più consistente,visto le numerose richieste da parte di parenti e amici,ed abbiamo comprato contenitori più grandi,bottiglie,confezioni portabottiglie,ci siamo fatti fare delle etichette e poi............

in realta dopo la prima curiosità da parte di tutti gli amici e parenti,le richiesta sono andate un po scemando,la scintilla iniziale di smerciare fiumi di birra non ha preso nessuna strada dove costruire una rete di mercato,e se pensiamo che in un qualunque supermercato si comprano casse di birra a due soldi solo per poter stappare una birra a cena la sera,non porta tutta questa gente a venire da te solo per comprare un buon prodotto ad un costo di sicuro più alto.....

insomma,non che il gioco non valga la candela,perche certo che il mutuo non si ripaga ma di sicuro la vacanza ci puo ben uscire,il fatto forse è far capire alle persone e quindi alla tua rete di mercato che il prodotto che produci è un prodotto di qualità (e lo devi anche fare tale),detto questo tirando le mie personali somme direi che conviene di crescere il piu possibile imparando sempre più a cercare di fare un prodotto di buona qualità senza pensare a guadagni facili o sostanziosi e poi facendo assaggiare qua e la magari con il tempo arriveranno delle richieste più mirate dove poter permettersi al massimo di ricevere un piccolo contributo/regalo a fronte di un buon prodotto....ma sempre lontano dalla vendita o richiesta di soldi......

finisco qui per non essere troppo pesante anche se ce ne sarebbe da scrivere,ma soprattutto perché sono sicuro che qualcuno accenderà qualche discussione che accetterò volentieri.............

dai vi aspetto.....grazie

:D

 

al mondo si può fare tutto quello che si vuole, ma è opportuno sapere che questa cosa in particolare è illegale e severamente punita. personalmente starei anche attento ad andare in giro a urlare una cosa del genere su un forum.

comunque al di là di questo trovo interessante il fatto che hai raccontato. dimostrazione che fare una birra è una cosa (ciò che ci piace fare in fondo) e venderla un'altra. sono mestieri completamente diversi.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

bah, io un paio d'anni fà ho assistito ad una cotta al birrificio di un amico...una gran sfacchinata. Lui è socio e birraio e spesso lavora più di 12 ore al giorno,spesso anche di sabato...sinceramente lo preferisco come hobby. Poi è anche vero che ci piace, però...

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti per le risposte contenute,pensavo di suscitare piu polemiche,invece vedo che alla fine siamo tutti un po dello stesso pensiero.

Gran bel post questo....buona domenica.......... :)

Link to post
Share on other sites

Lungi da me aprire una discussione sul vendere la birra "in nero", in quel caso se vuoi lo fai, sapendo a che cosa puoi andare incontro, senza andarlo a pubblicizzare su un forum. Il che, poi, non sarebbe molto diverso dai tanti contadini che vendono in nero il loro vino.

 

La mia domanda era volta più a sapere se qualcuno ha o ha avuto esperienze su piccole produzioni "legali" (non dico con impianti da 23l ma con qualcosina di più grande ma non a livello di microbirrificio), se sono necessarie tutte le scartoffie burocratiche, se ci sono agevolazioni (anche fiscali) dovute alla produzione contenuta o cose del genere. So, per esempio, che per fatturati entro i 5000€ in alcuni casi non serve aprire neanche la partita iva. Ma non vorrei dire cavolate, per cui chiedevo appunto se qualcuno ha avuto esperienze in merito.

Link to post
Share on other sites

se ne parlava appunto su un altro forum. a conti fatti sotto i 500lt (che sono cmq pochi) in pratica non guadagni niente (legalmente!!!). per quanto riguarda le agivolazioni fiscali che io sappia no ce ne sono.

 

in generale sull'argomento prova a guardare qui

http://index.unionbirrai.it/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=137&Itemid=508

e a leggere questo interessante articolo statistico

http://www.cronachedibirra.it/opinioni-e-tendenze/9084/cari-birrifici-ecco-a-cosa-potete-aspirare-320-hl-di-birra-allanno/

Edited by alwayshop
Link to post
Share on other sites

Lungi da me aprire una discussione sul vendere la birra "in nero", in quel caso se vuoi lo fai, sapendo a che cosa puoi andare incontro, senza andarlo a pubblicizzare su un forum. Il che, poi, non sarebbe molto diverso dai tanti contadini che vendono in nero il loro vino.

 

La mia domanda era volta più a sapere se qualcuno ha o ha avuto esperienze su piccole produzioni "legali" (non dico con impianti da 23l ma con qualcosina di più grande ma non a livello di microbirrificio), se sono necessarie tutte le scartoffie burocratiche, se ci sono agevolazioni (anche fiscali) dovute alla produzione contenuta o cose del genere. So, per esempio, che per fatturati entro i 5000€ in alcuni casi non serve aprire neanche la partita iva. Ma non vorrei dire cavolate, per cui chiedevo appunto se qualcuno ha avuto esperienze in merito.

Il tetto dei 5000€/anno si riferisce alle collaborazioni occasionali con ritenuta d'acconto ma la cosa funziona quando la prestazione è svolta per un qualcuno che può fatturare al posto tuo e tu figuri come "prestatore d'opera"...se tu vendi anche poco,devi fatturare con partita iva altrimenti il fisco non può sapere se superi o meno i 5000 (lordi) con ritenuta IRPEF al 22%.

Edited by Blem
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Ma se guadagni bene perch頤evi venderle e rischiare? Perch頣hi ne ha ne vuole sempre di pi Inviato dal mio Galaxy Nexus con Tapatalk 2

Chi ha detto di voler rischiare e di volerne sempre di più? Perchè non vi limitate a rispondere alle domande senza andare oltre con le vostre congetture?

 

La mia era più che altro una curiosità sulla "zona intermedia" tra l'homebrewing hobbistico e il microbirrificio professionale; visto che si parla sempre o dell'uno o dell'altro, ero curioso di sapere se qualcuno si era avventurato LEGALMENTE su produzioni sicuramente non sufficienti a tirarci fuori uno stipendio ma che possono aiutare a proseguire nella nostra attività (rinnovvare attrezzatura e strumentazione...) o a levarsi qualche piccolo sfizio.

 

Immaginavo che mantenersi su impianti molto ridotti (dal punto di vista del costo e dello spazio), che potrebbero non necessitare di locali ad hoc ma magari semplicemente di una stanza di casa, senza costi di pubblicità, agenti commerciali ecc. poteva rappresentare un forte abbassamento dei costi e quindi incidere positivamente su chi volesse fare dell'homebrewing un mezzo per arrotondare, unendo l'utile al dilettevole.

 

Ripeto: LEGALMENTE

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Quando si parla di produzione e vendita di prodotti alimentari, oltre alla "bontà" delle materie prime, bisogna avere impianti e locali a norma ed il massimo rispetto di tutte le norme igienico sanitarie onde evitare contaminazioni/infezioni del prodotto in vendita con conseguenze penali da non sottovalutare, per non parlare di tutte le scartoffie da produrre.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Tutto sarebbe grossomodo risolvibile se avessi un'attività agricola, o un parente che ce l'ha.

Avresti un regime fiscale agevolato (se non nullo), minori restrizioni sanitarie, a patto che produzione e vendita siano effettuate nei locali dell'azienda agricola.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Ma se guadagni bene perch頤evi venderle e rischiare? Perch頣hi ne ha ne vuole sempre di pi Inviato dal mio Galaxy Nexus con Tapatalk 2

Sei sempre polemico e scortese e anche cattivello ora stai oltrepassando i limiti.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Discussione molto interessante, peccato sia rimasta senza una spiegazione precisa riguardo la "Birra Agricola". Credo che tutti gli HB abbiamo prima o poi fantasticato sul vendere la propria birra, non tanto per guadagnarci da poter campare, ma per una soddisfazione personale.

 

Complimenti all'autore del thread per le domande, hai anticipato un mio possibile thread di qualche mese :D

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...