esperimento birra


vvf2000
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti

 

Prima di tutto una piccola premessa onde evitare equivoci :

 

1) E una birra Sperimentale (malti tostati in casa ) di lt 7

 

2) Anche se certi ingredienti non sono coerenti con lo stile e ricetta (base stout) questo e stato volutamente fatto per finire quel poco che avevo in casa prima di partire per ferie

 

3) Come sara questa birra..........ve lo diro' a settembre

 

La ricetta x 7lt:

 

mari otter 1600 gr

special b 105 gr (*)

brown malt 140gr (**)

chocolate malt 110 gr (***)

flaked barley 70 gr

 

Luppoli:

 

Columbu AA 15.2% 8 gr 60 min

Saaz AA 4.3% 7 gr 30 min

Saaz AA 4.3% 5gr 10 min

 

Lievito safale s-04 (l'unico che avevo)

 

Spezie:

1 cucchiaio di mascabado 5 min

 

Prova di maltazione casalinga (linee guida presi dall'autorevole sito di max faraggi)

 

Special B: Partendo dal cara pils inumidire con spruzzino poi 200° x 20 min

(no step a 100°)

 

Brawn malt: Partendo dal vienna 170°x fino ad ottenere un color nocciola

della scorza del malto ( no step a 100°)

 

Chocolate: 220°x23 min per fare questo dovete fare uno

step a 100°x20min

 

Questo sono le tempistiche e le temperature (non controllate con altri termometri ) del mio forno .....

 

Con questo metodo ho ottenuto un OG 1044 dal mosto color rosso rubino scuro

 

O trovato dell'orzo distico di ultima raccolta in sacchi da 25 kg a £8.80 ho provato anche questo con la maltazione casalinga

sembrerebbe andato tutto bene ...lo provero in una mini cotta al ritorno delle ferie.........cmq per questo lavoro ottimale e avere l'impianto fotovoltaico ...tra ricetta e orzo il forno a girato circa 4 giorni consecutivi

 

 

Qualcuno ha gia provato con la maltazione casalinga?

come si e trovato e che risultati finali a riscon trato?

 

saluti a tutti

Link to comment
Share on other sites

cmq per questo lavoro ottimale e avere l'impianto fotovoltaico ...tra ricetta e orzo il forno a girato circa 4 giorni consecutivi

Ci vuole anche un buon impianto di condizionamento :P !

:P

complimenti per l'iniziativa, io purtroppo non ho il tempo e le forze per fare tutto ciò...

Link to comment
Share on other sites

Ci vuole anche un buon impianto di condizionamento :P !

:P

Be si hai ragione la temperatura si era elevata abbastanza....fortunatamente dispongo di una casa abbastanza grande al piano terra e delle stanze al piano interrato dove ho sistemato l'impiato e una mini cucina per gli esperimenti del caso .......quindi di notte dormivo tranquillo al fresco.....be piu o meno.....

 

ora sto progettando un essicatore per la prima fase della maltazione quella che il malto deve stare ad una temperatura tra i 30 e 50° per 24 ore

.......vedremo ........vi terro' informati

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Io alcuni anni fa provai a maltare del orzo -avevo poco notizie per come fare ,in pratica ho tostato 5 kg di malto fino ad una temperatura di 90 gradi ,tramite un distillatore per diluenti ,in pratica era un cilindro riscaldato ad olio elettricamente con manometro per regolare la temperatura desiderata-risultato un malto con degli aromi molto pronunciati ma non li ho mai usati (non avevo l'esperienza necessaria per andare oltre) il PC mi era sconosciuto e cosi i forum da dove poi ho iniziato a imparare qualcosa,ma mi ricordo che non valeva la pena anche come costo ,ma fu una bella esperienza far germogliare e poi tostare l'orzo avendo come notizie solo un libricino di come fare la birra in casa.

Link to comment
Share on other sites

Buon giorno a tutti

 

Allora la tostatura del malto e andata a buon fine anche se bisogna lavorare ancora un po di piu sulle temperature in quando nel chocolate si iniziava a sentire un pizzoco di bruciatura...

Per quando riguarda l'essicatura ho usato l'attrezzatura comprata qua:

 

http://www.tauroessiccatori.com//it/negozi...ori/biosec.html

 

il modello e il biosec domus b 5 per la parte iniziale che ha un range di temperatura che va dai 38° ad un max di 52° x 24 ore ( io personalmente ho tenuto una temperatura costante di 42°)

Il resto del lavoro con forno autoventilante

 

Come dice giustamente il buon jef e una bella esperienza

 

......la birra si presenta con una ottima schiuma anche se non persistente un po secchina forse....ma beverina.........

 

Verra meglio la prossima

 

Ho in progetto un'altra cotta sempre con malto tostati in casa....vi terro aggiornati

 

Ciao a Tutti

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share