Search the Community

Showing results for tags 'temperatura'.

The search index is currently processing. Current results may not be complete.
  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Forum della Birra
    • Regole dei Forum
    • La Birra Fatta In Casa
    • Homebrewers in piazza
    • Kit + EG
    • All Grain
    • Ricette
    • Fai da Te

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

  1. salve,ho un piccolo problema da risolvere per la temperatura. siccome userò un lievito che mi suggeriscono che lavora bene a 15/16 gradi ed io in cantina ho 13/14gradi pesavo di usare la fascia riscaldante http://www.birramia.it/cavo-riscaldante-birramiar-brew-belt.html#.WIx2thvhDIU per già la usa sà dirmi a che altezza del fondo del bidone mi conviene metterla? grazie
  2. Salve a tutti, mi sto accingendo a terminare la produzione della mia prima birra Mitica Zeus e avrei una domanda: se la fermentazione primaria deve avvenire intorno ai 15 gradi, come mai le bottiglie devono essere messe a carbonare a circa 20 gradi? Il lievito non dovrebbe lavorare sempre alla stessa temperatura? Grazie mille e scusate la domanda da novellino
  3. Salve, ho acquistato il kit di birramia in abbinamento al malto della serie Mitica - "Zeus - Malto luppolato per birra Lager". E' la mia prima birra ed ho un dubbio, andrò a fare la birra in cantina dove ad oggi la temperatura della stanza è di 21°. Ho letto nel kit che per il lievito inserito all'interno di "nuova generazione" è consigliata una temperatura di 15°-16° ma cmq può lavorare anche oltre i 20°. Non avendo una camera di fermentazione mi consigliate di aspettare ancora qualche settimana o di procedere ugualmente alla birrificazione?
  4. Ciao a tutti, Perdonate la tag "urgente" ... [sono così scemo che] ho già aperto le buste del kit ed ho trovato sul foglio di istruzioni la raccomandazione "Durante la fermentazione se possibile tieni il fermentatore in un ambiente con una temperatura di 18-22°C (temperatura ottimale per la fermentazione di questa birra)" che è un po' in linea con tutte le birre ad alta... ...ma sulla bustina del lievito Craft series yeast M27 cè scritto "For best results ferment at 26-23°C (79-90°F)" Aiuto, cosa devo fare? Grazie! Luca (allego link con bustina di lievito) http://postimg.org/image/izrkb2kw1/
  5. Buonasera a tutti, il 19 febbraio ho imbottigliato 23 litri di Wheat (Malto Coopers). FG = 1006 (OG=1037) Priming: aggiunti 120 grammi di zucchero sciolto in un pentolino e 2 dita d'acqua. Tutto pareva andare per il meglio. Oggi, dopo 22 giorni, primo assaggio: birra sgasatissima, come se fosse aperta da 1 giorno! La temperatura ambiente in cui sono state le bottiglie è stata tra i 17 e 18 gradi. Può essere stato questo il problema? O è ancora presto?
  6. Ciao a tutti! sono nuovo e dato che ho deciso di addentrarmi nel mondo dell'homebrewing ho pensato di aprire questo topic per avere qualche consiglio da chi ha già più esperienza di me. Ho scelto meticolosamente l'attrezzatura e il tipo di malto che più si avvicina ai miei gusti (Efesto - Malto luppolato per birra Best Bitter) ora mi resta un unico dilemma, come essere sicuro di mantenere la temperatura migliore durante tutte le fasi del processo. Ho due possibili posizioni per il fermentatore: nella mia casa e nel mio garage. Diciamo che dato il periodo non ci saranno problemi di temperatura elevata, quindi avrò solo il problema di non scendere troppo durante la notte e per questo ho deciso di comprare anche la cintura riscaldante brew belt. Ora la mia domanda è questa: secondo voi mi basta l'uso della cintura sempre attiva per mantenere la temperatura costante? o conviene che aggiungo un termostato che la attiva quando la temperatura si abbassa e la spegne quando questa si abbassa? Grazie a tutti per i consigli che mi arriveranno Andrea
  7. ciao a tutti , oltre ad essere nuovo del forum sono nuovo anche del "settore" , sto valutando di iniziare a breve con un kit. Tramite forum /sito e tubo ho chiarito diversi dubbi sull argomento , tranne uno inerente alle temperature . Vorrei iniziare con il kit Coopers Mexican Cerveza o Lager , e in inverno , dovendo scegliere un locale non riscladato ( per evitare un eccessiva delta T) dopo alcune misurazioni mi ritrovo una range di T dai 13 ai 15 gradi , che potrebbe abbassarsi di 4/5 gradi nei giorni piu freddi dell inverno ( salvo eventi metereologici straordinari..) , la domanda e' : vanno bene i lieviti in dotazione al kit ? e in caso contrario quali lieviti funzionerebbero a queste temperature e per la birra che vorrei realizzare ? grazie
  8. Ho travasato la birra nel secondo fermentatore però ho visto che le temperature sono scese e il mosto ha raggiunto meno di 15 gradi,che cosa posso fare se non ho la cintura riscaldante,la temperatura in questo casa danneggerà la birra futura.fatemi sapere grazie in anticipo
  9. Ho un paio di domande sulla temperatura ambiente, e sulla seconda non ho trovato risposta usando la ricerca... i fermentatori sono in taverna e attualmente al 6 novembre la temperatura ambiente varia tra i 19 e i 20 gradi. Se a dicembre e gennaio facesse più freddo e la minima in taverna scendesse a 17/18 gradi sarebbe una temperatura troppo bassa per far fermentare la birra? Ma la domanda principale come da titolo è: in taverna, a circa 4 o 5 metri dal fermentatore ho un caminetto. Se una sera volessi utilizzare la taverna con amici e accendessi il caminetto, l'innalzamento repentino della temperatura ambiente, diciamo di 5 o 6 gradi e poi la successiva diminuzione della stessa durante la notte, potrebbe influenzare negativamente sulla fermentazione?
  10. Ciao A tutti lorsignori birromani! Mi stavo domandando una cosa, che x quanto inerente al filtro ed alla tecnica di sparge, è comunque "generica" e più o meno comune a tutte le tecniche di birrificazione. Finito il mash, si passa allo sparge con conseguente travaso nella pentola di bollitura. Premesso che in fase di sparge, la temperatura è importante che sia costante e vicina alla temperatura di mash-out, mi domando: quanto è importante/influente la temperatura che il mosto filtrato raggiunge prima di venire bollito? Detta in altri termini: tra lo sparge e l'inizio della bollitura, ovviamente, trascorre del tempo, durante il quale il mosto travasato nella pentola di bollitura, ovviamente, si raffredda. Quanto è importante/influente questo calo di temperatura? E' da considerare come un aspetto chiave al pari delle temperature di mash, o riveste una importanza solo marginale o magari addirittura nulla? Tutto questo fermo restando il fatto che comunque non va fatto trascorrere troppo tempo per evitare ossidazione, inquinamento, etc... Grazie a tutti in anticipo per le info! Ciauuuu
  11. Chiedo il Vs aiuto. Ho in fermentatore la weiss di birramia. Fermentazione che parte subito dopo 4h dalla chiusura del fusto, va avanti x 2 gg senza problemi, poi va calando nei successivi 2 gg fino a fermarsi definitivamente al 5* gg dalla chiusura del fermentatore. Mi è stato consigliato di travasare x veder ripartire la fermentazione. Procedimento effettuato. Ha ripreso a gorgogliare x 2 gg moooolto lentamente, fino a fermarsi completamente. Adesso sono già 2 settimane ke il mosto è fermo lì ed io non so che fare. Aprendo il fusto in inox mi sono accorto che in superficie si è formata come una velatura l'ho fotografata, vorrei allegarla al post, ma nn so come fare. Le densità del mosto durante il ciclo sono: OG 1038 Tutte le altre misurazioni sia dopo una settimana, sia oggi che è passato ormai un mese da quando ho chiuso il fusto 1014
  12. salve a tutti ringrazio per prima cosa chi mi ha aiutato nel post precedente. veniamo a noi: sono al decimo giorno di fermentazione della mia seconda birra. la DIablo E+G. sono abbastanza tranquillo per la procedura di produzione del mosto da fermentare e dei vari passi. purtroppo credo avrei dovuto produrla in un periodo più fresco, ma come un po tutti... non vedevo l'ora! la birra sta fermentando e gorgogliando in cantina a una temperatura tra i 23° (i primi 4-5 giorni almeno) e 26° (negli ultimi giorni di caldo assurdo) sul bidone il termometro indica 22°- 24° . ancora devo controllare lo stato della densità, ma la cosa che mi premeva di più era capire se: devo intervenire in qualche modo o ormai è troppo tardi? cosa potrebbe accadere? grazie a tutti anticipatamente
  13. 1 Settimane fa(precisamente domenica 8 marzo) ho iniziato la mia prima birra. La temperatura segnata dal termometro attaccato al fermentatore è rimasta tra i 16 e 18°. Sabato scorso(con temp. a 18° visto che fuori c'era il sole, cosa strana visto che a catania piove da 2 mesi) ho prelevato un campione e la densità era al 1.010 come da istruzioni, il liquido sembrava molto denso con un colore giallastro tipo aranciata san pellegrino, ma la densità è quella che conta...penso. Lunedì decido allora di passare tutto nel 2° fermentatore. Prelevo un altro campione per sicurezza e la densità stavolta era leggermente superiore, ma la temperatura era a 16° o poco meno. Io il travaso l'ho fatto lo stesso, ma è normale questa variazione? Può essere che il densimetro non funzioni bene? Il fine settimana imbottiglierò cmq, ma devo preoccuparmi? Grazie in anticipo.
  14. Ciao a tutti, ho acquistato da poco un kit da Birramia (Kit Free Top) e scelto un malto chiaro. Alla consegna scopro che come malto mi è stato mandato il Cosmica Saturno di Birramia (se ho capito bene dovrebbe essere una Pilsner). Leggo le istruzioni e sabato inizio la preparazione della mia prima birra. Decido di usare il lievito in dotazione e 1Kg di zucchero "normale". Tutta la preparazione sembra andare bene, pulizia, sanitizzazione, preparazione del mosto, riempimento del fermentatore, inoculo del lievito (OG rilevata 1.048 su 1.044 prevista) e chiusura del fermentatore alle 19,00. Alle 2,00 di notte già sento il gorgogliatore scalpitare vigorosamente con mia enorme soddisfazione. Sono passati 4 giorni e solo adesso mi accorgo che nelle istruzioni è consigliata una temperatura tra i 15/16°C (anche se questo lievito può lavorare fino a 20°C) mentre io ho mantenuto la temperatura (maniacalmente!) a 22/23°C convinto che fosse quella giusta!!! Che problemi avrà la birra? Sarà imbevibile? Inacidirà? Sono ancora in tempo per abbassare la temperatura? Aiuto, sono in modalità panico totale! Grazie a tutti.
  15. Ciao a tutti! A pochi minuti dalla mia registrazione al Forum, vorrei condividere un'idea: ho aperto solo poche ore fa la scatola arrivata con BRT e guardando i fermentatori mi è venuta una possibile idea per il mantenimento delle temperature (calde o fredde che siano) del mosto. Se avvolgessi il fermentatore con quel nastro in bitume che viene utilizzato per la coibentazione delle tubazioni in idraulica, lasciando una decina di centimetri sul fondo per l'installazione della BrewBelt, potrei giovarne in fatto di mantenimento temperature? In questo momento ho il fermentatore con 23 litri d'acqua e BrewBelt accesa: voglio vedere a che temperatura mi arriva l'acqua con T ambiente a 17,5° .. poi mi regolo. Voi che dite?
  16. ciao ragazzi sono ai miei secondi 23 l di birra, è una coopers bionda, l'ho fatta ieri, la fermentazione non è ancora partita, presumo per le basse temp di questo periodo.. ho spostato il fermentatore in cucina ma non riesco ad andare oltre i 18°.. ho provato anche coprendo con due maglioni di lana.. è partita? partirà? che problemi avrò?
  17. Buon giorno birraioli, sono Luca da Bolzano, nuovo membro del forum ed alla prima esperienza. Domenica ho preparato il mosto in garage ed ho impiegato un'eternità a raffreddarlo dopo la bollitura, circa 3 ore perchè avevo poca acqua a disposizione per il bagnomaria nella bacinella. Quando finalmente è arrivato a 25 gradi ho immesso il lievito attivato ed ho chiuso il fermentatore. Per il riposo, l'ho messo dentro un cartone e l'ho avvolto con tre coperte... Nonostante le cure amorevoli la temperatura del mosto misurata ieri pomeriggio era di 16 gradi e non mi sembrava che la fermentazione fosse partita. Secondo voi la situazione è recuperabile? Grazie in anticipo per gli eventuali suggerimenti e buona birra a tutti. Preciso che ho preparato una pils con malto luppolato.
  18. Ciao a tutti, per Natale ho ricevuto il kit di birrificazione e non vedo l'ora di poter creare la mia prima birra, ora però mi trovo nella condizione in cui il locale che utilizzerò per birrificare e stoccare ha una temperatura poco al di sopra dei 10 gradi, per cui ho deciso di acquistare la fascia riscaldante per i fermentatori, ma per il priming come posso fare? Ho il timore che l'amata birra (regalatami con lievito ad alta fermentazione) resti poco frizzante o addirittura priva di bollicine durante la carbonazione . Il timore è fondato?
  19. Ciao a tutti, sabato prossimo dopo oltre un anno di inattività mi dedicherò al brassaggio di una o 2 birre. Mi chiedevo una cosa.In assenza di serpentina e tantomeno di scambiatore a piastre. Se mettessi precedentemente nel freezer qualche bottiglia di acqua e poi rompendo la plastica immergessi il ghiaccio direttamente nel mosto bollente, potrebbe andar bene come refrigerante o lo shock termico farebbe qualche danno? Quando faccio la birra devo sempre aggiungere qualche litro di acqua al mosto alla fine, quindi mi chiedevo se non valesse la pena aggiungere ghiaccio per prendere 2 piccioni con una fava. Che ne pensate? Grazie a tutti per i consigli.
  20. Premessa: so che il livello di stupidità della mia domanda è veramente alto, ma la speranza mi porta fino a questo. Appena comprato il kit, gironzolo per casa con il termometro e scopro che trovo dai 18° ai 21°. Diciamo pure 18, visto che i luoghi "comodi" sono a 18° (Non ho intenzione di mettere il fermentatore sul divano ) Ora, so che non è una buona temperatura, ma come se non bastasse, la notte sarà sicuramente più freddo. Opzione 1: Piango e rimando a temperature migliori. Opzione 2: Ci provo lo stesso, magari funziona! Opzione 3: Riscaldare lo stanzino con una piccola "stufetta". Chiaro che la 3 è ideale, ma devo attrezzarmi un attimo. La 1 è veramente triste, inaccettabile. La 2 è proprio da scartare? Il mosto in fermentazione dovrebbe produrre calore, quanto può aumentare la temperatura in uno stanzino chiuso di 1,5mq? Altre opzioni? Magari ci metto dentro un bue e un asinello! Che genio! Ripeto: Kit appena comprato con un malto luppolato e lievito di serie
  21. Ciao a tutti, mi sto appassionando alla birra come utilizzatore e vorrei cominciare anche come produttore casalingo. Sto cercando un metodo efficace per il controllo della temperatura durante la fermentazione. Ho pensato a un sistema basato su celle di Peltier e serpentina ad acqua. In pratica, nel tino di fermentazione inserisco un tubo a spirale riempito di acqua e collegato a una pompa. L'acqua viene fatta transitare sulla superficie di una o più celle di Peltier. Quando devo raffreddare la birra in fermentazione è sufficiente attivare la pompa e le celle di Peliter: l'acqua si raffredda sulle celle e assorbe il calore della birra nella serpentina. Se invece devo scaldarla è sufficiente invertire le polarità delle celle di Peltier. Per ottimizzare il tutto posso far transitare acqua a temperatura ambiente sull'altra faccia delle celle di Peltier. Il tutto sarebbe collegato a un termostato con la sonda posizionata all'interno del tino di fermentazione in modo che la temperatura misurata sia proprio quella della birra in fermentazione e non quella dell'ambiente esterno. che ne dite? potrebbe funzionare? ciao giorgio
  22. Ciao a tutti, ormai credo di aver scannato la rete alla ricerca di informazioni (compreso il forum), ma purtroppo ancora non ho le idee del tutto chiare. Vi chiedo quindi scusa in anticipo se l'argomento è già stato trattato decine di volte (perché lo è), ma vorrei chiedere una delucidazione. Premesso che non ho la possibilità di giocare con chiodi e martello per costruire un box di fermentazione con polistirene, ho pensato di recuperare un frigo piccolo (di quelli dove entra giusto il fermentatore). Il mio dubbio è questo: in rete ho letto che basta "agganciare" un semplice termostato esterno per poter gestire la temperatura interna, ma...come fa il frigo a fare "il caldo"? Ho letto che eventualmente è possibile utilizzare la brewbelt, ma inserendola del frigo, non si devono praticare dei fori? La mia idea è quella di mettere su questo box (frigo) di fermentazione, di metterci dentro i fermentatori durante la prima fase e poi direttamente le bottiglie dopo. Per le tipologie di birra, sia alta, sia bassa fermentazione. Lato economico, se chiedo ad un elettricista di giocare con il frigo e renderlo variabile a livello di temperature (direi da 2-3° a 20-24°), quanto potrebbe chiedermi? Vi ringrazio in anticipo e mi scuso nuovamente per l'ennesima discussione.
  23. Ciao a tutti, convinto che la primavera fosse arrivata, giovedì scorso ho sanificato i contenitori, "cucinato" il malto e messo la "futura birra" a riposo in cantina. La fermentazione è iniziata dopo poche ore, il gorgogliatore è lì che sbuffa e per tre giorni buoni non ci sono stati problemi. Stanotte è tornato l'inverno e siamo scesi intorno ai 12 gradi, in cantina ci saranno stati al max un paio di gradi in più... perdonate la domandona da niubbo: la fermentazione è compromessa? Eventualmente come me ne posso rendere conto?! Grazie mille! Eli
  24. Ciao a tutti, a breve farò la mia prima all grain e ho acquistato l' acido lattico e le cartine per la misura del ph da questo sito. Volevo sapere se posso effettuare la misura direttamente con il mosto a 50-60 gradi o occorre raffreddare un campione. Dato che il ph cambia con la temperatura credo che si debba effettuare la misura alla temperatura di mash, ma non vorrei sbagliarmi. Inoltre posso immergere le cartine direttamente nella pentola o devo prelevare un campione di mosto e poi buttarlo via? Ringrazio anticipatamente chi vorrà aiutarmi!
  25. Buongiorno a tutti, sono nel panico. Ieri sera ho fatto 2 kit di birra Tarwebier, la bianca della Brewferm. ho fatto tutto al top, aggiunto i lieviti a 20° verso mezzanotte e la densità iniziale di entrambi i fermentatori era da 1052 la fermentazione è cominciata quasi subito. stamattina quando mi sono svegliato alle 6 ho guardato la temperatura della celletta che ho costruito ed era a 29° invece dei 23° soliti, i 2 termometri adesivi dei fermentatori mi davano che la temperatura della birra era di 31° in uno e 32° nell' altro. ho rimisurato subito le densità di entrambi i fermentatori ed era 1052 come alla sera, con il termometro con sonda e confermava le temperature della birra. ho subito riprogrammato il termostato della cella (premetto che non scaldo la birra coi cavi o tappetini ma con un getto di aria calda che proviene da una stufetta termostatata che mi ha sempre funzionato perfettamente mantenendo la temperatura costante a 23°) secondo voi dovrò buttare tutto ?????