Search the Community

Showing results for tags 'lievito'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Forum della Birra
    • Regole dei Forum
    • La Birra Fatta In Casa
    • Homebrewers in piazza
    • Kit + EG
    • All Grain
    • Ricette
    • Fai da Te

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Found 66 results

  1. Buongiorno, Sono giunto alla mia seconda cotta da kit, una belgian strong ale, il kit di Muntons per capirsi, e ieri ho effettuato il primo travaso dopo 9 giorni poiché la fermentazione andava avanti parecchio spedita e vigorosa, e avevo il timore di bloccarla travasando prima. Ora la mia questione é: la cotta ha un buon profumo e anche di sapore non sembra male, ma facendo il travaso ho dovuto "perdere" 1,5 l di mosto, poiché il sedimento di lievito era densissimo e abbondante ed inoltre, aveva un odore cosi pungente da non poter essere respirato a pieni polmoni, cosa che mi sta preoccupando un po. Il lievito usato é quello da kit, ho aggiunto 0,5 kg di malto secco del kit e ho reidratato il lievito prima di inocularlo a 24-25 gradi circa. La temperatura di fermentazione varia tra i 19-22 gradi. Secondo voi tutto normale? Grazie
  2. Ciao a tutti! Sono nuovo nel forum e da quasi due anni ormai sono un homebrewer con un piccolo impianto all grain. Mi sono cimentato per la prima volta nella realizzazione di una Sweet (o Milk) Stout che mi sta dando qualche problema e avrei bisogno di consigli esperti. Il 3\11 ho brasato la mia sweet stout usando 250gr di Lattosio (mi sono tenuto basso vista la mia inesperienza con il lattosio) per un totale di 19 Litri con OG di 1061. Dopo 9 giorni, quindi il 12\11 ho travasato nel secondo fermentatore dove la quantità di mosto è scesa a 15 litri circa. Oggi che è il 20\11 volevo imbottigliare, ma controllando la FG risulta 1024..troppo alta! Il miei dubbi sono 2: - O l'uso del lattosio ha alzato la FG di 4/5 punti ( ma leggendo in rete ho visto che 250gr di lattosio sono pochi e non credo sufficienti ad alzare di 5 punti la FG). - O la fermentazione non è finita (il che mi risulta ancora più strano dato che sono passati 18 giorni da quando l'ho brassata e messa nel fermentatore). Voi cosa dite? Io pensavo di aspettare al massimo 2 giorni, rimisurare la densità finale e imbottigliare perché mi sembra veramente molto tempo che è nel fermentatore. C'è qualche controindicazione a prolungare a 3 settimane la fermentazione prima di imbottigliare? Grazie mille a tutti per le risposte spero che aiutiate un birraio alle prime armi.
  3. Ciao ragazzi, come mio secondo kit ho preso una IPA http://www.birramia.it/malti-preparati-per-birra/muntons/muntons-gold/muntons-india-pale-ale-3-0-kg.html#.VIN8ZEscG40. Volevo un consiglio su quale lievito in alternativa a quello originale usare.
  4. Ciao a tutti, mi servirebbe un consiglio su che lievito utilizzare per questa ricetta che dovrò fare prossimamente per capire se la mia scelte è corretta. Ricetta per Tripel AG: OG: 1,080; IBU: 28,3; EBC: 12; Volume cotta: 25,0 litri; Volume pre-boil: 29,9 litri; OG pre-boil: 1,055; Efficienza: 70.0%; Bollitura: 60 min.; Malti: 6500 gr Pilsner, 1,030; 500 gr Zucchero Candito Chiaro, 1,030; 400 gr CaraPils, 1,030; 1000 gr Vienna, 1,030; 390 gr Zucchero di canna, 1,046; Luppoli: 70 gr Golding, 3,9 %a.a., 60 min, Kettle; 35 gr Golding, 3,9 %a.a., 10 min, Kettle; 35 gr Golding, 3,9 %a.a., 0 min, Kettle; Lieviti: Fermentis SafBrew T-58 T-58 Mash design: Protein rest 52 °C 10 minuti Mash 66 °C 60 minuti Mash Out 78 °C 15 minuti Ricetta generata con Brewplus 2.2.1 by iFdB. Grazie mille a tutti!
  5. Buon pomeriggio a tutti, scusate la domanda causata dall’inesperienza, ma oggi ho fatto la mia seconda birra, una birra d’abazia della brewferm. Ho fatto un’errore da novellino... per la fretta ho inoculato il lievito ad una temperatura del mosto di 30gradi. Considerando che il lievito usato è quello del barattolo e che quindi dovrebbe lavorare tra i 18-24 gradi, che succede? Tutto da buttare? Grazie a chi mi risponderà. Buona serata e buona birra a tutti.
  6. Cari hombrewers ho recuperato il fondo del fermentatore dopo secondo travaso dopo averlo tenuto in frigorifero a 4/5 gradi per due settimane, per simulare una lagherizzazione. La cotta è una Marzen base ricetta E+G Birramia nella quale ho utilizzato lievito liquido WL Marzen. Dalla foto che allego credo, ma non ne sono sicuro, che il lievito sia lo strato inferiore, quello più chiaro. Per conferma chiedo consiglio a chi è più esperto di me. Grazie, Lucio
  7. Ciao, kit AG Belgian White da 23 litri di Birramia, metodo biab. Per motivi logistici ho smezzato gli ingredienti, lievito compreso (lievito secco M21 della Mangrove Jack's, 10 grammi), facendo due cotte da 11,5 litri. La fermentazione avviene in un armadio alla temperatura ambiente pressocchè costante di 20 °C. Nella prima cotta ho aperto la bustina di lievito e ne ho sparso il contenuto sul mosto, poi ho mescolato bene per incorporare ossigeno e infine ho chiuso il fermentatore. Dopo 12/15 ore la fermentazione è cominciata: rumore di "effervescenza" dovuto alla formazione di schiuma, odore tipico del lievito (crosta di pane) e colonne d'acqua nel gorgogliatore non più in equilibrio; però non c'è mai stato gorgoglio. Fermentazione tumultuosa (se così si può dire) conclusa nel giro di un giorno e mezzo. Nella seconda cotta, terminata ieri dopo pranzo, ho reidratato il lievito secco mescolandolo con acqua a 25 °C circa, raffreddando poi il tutto alla temperatura del mosto travasato (20° C). Ho versato acqua e lievito nel mosto, ossigenato e chiuso il fermentatore. Questa volta la fermentazione tumultuosa ha prodotto del gorgoglio, erano circa le 7 di stamattina, ma ha smesso dopo quasi un'ora. C'è comunque odore di crosta di pane, dislivello dell'acqua nel gorgogliatore e rumore di effervescenza. Possibile che le quantità di lievito inoculato siano state insufficienti, e quindi che dividere una bustina da 10 grammi (che secondo il produttore è sufficiente per 23 litri con OG fino a 1050) non sia un metodo valido?
  8. Buongiorno a tutti, scrivo questo post per avere un parere il più possibile esperto su un tentativo che ho intenzione di fare con un kit IPA E+G Birramia. Vorrei fare la cotta tra questo e il prossimo week end, questo comporterebbe il problema di mantenere la temperatura adeguata durante il periodo di fermentazione primaria (Nel Padovano ad ora abbiamo circa una max di 20° e una minima di 11°). Vorrei provare a cambiare il lievito consigliato nel il kit con un lievito a bassa fermentazione, per poter essere certo di non riscontrare i problemi sopra indicati. La mia domanda è: Si tratta di un'eresia? In caso fosse invece un'idea praticabile, avete dei lieviti da consigliare? Ringrazio in anticipo per la collaborazione ed auguro a tutti birre buonissime.
  9. Ciao a tutti. Ho acquistato un kit AG di stile English beer. Il lievito presente nel kit è il MJM36 Liberty Bell della Mangrove Jack's, che fermenta dai 18 gradi in su, purtroppo in questo momento in garage dove di solito faccio le mie cotte la temperatura è di 16 gradi. Mi domandavo se magari mettendo una quantità di lievito maggiore rispetto a quello consigliato nella ricetta davo un input in più alla fermentazione oppure la quantità di lievito è irrilevante dato che la temperatura è bassa...? in caso che altro lievito mi consigliereste di usare? Grazie mille
  10. Ciao ragazzi, A metà gennaio ho cominciato a fare la mia prima birra (la birra Marte). Ho rispettato maniacalmente sia le dosi (di zucchero e di lievito) che le tempistiche indicate (travaso dal primo al secondo fermentatore, fermentazione in bottiglia, ecc.). Oggi ho provato la prima bottiglia rimasta a riposo al riparo dalla luce per un mese: la birra aveva un forte odore di lievito nonostante un gusto amaro gradevole. La cosa che mi ha lasciato con più dubbi è il fatto che la birra era estremamente frizzante, quasi in maniera fastidiosa. Ho ripercorso quello che ho fatto dal primo giorno e ho ricontrollato gli appunti ma mi sembra di aver rispettato tutte le indicazioni. A voi è capitato di produrre una birra estremamente frizzante o con forte odore di lievito? Sapete darmi dei consigli per la prossima volta? Vi ringrazio
  11. hhankk

    E+G Farro

    Ciao a tutti, sono finalmente pronto a fare la mia prima birra al farro con il kit e+g. La mia domanda è questa: posso sostituire il lievito inserito nel kit (adatto per una fermentazione a più o meno 20°) con due bustine di Mangrove Jack's Bohemian Lager M84 in modo da farla fermentare a 10-12°? Come se fosse a bassa fermentazione? Cosa mi cambia nel gusto finale della birra? grazie!
  12. Maledetto sia il giorno in cui la mia "brillante" mente decise di voler abbandonare i più rudimentali metodi di birrificazione, per poter passare a tecniche più raffinate come l'All Grain con il modico volume produttivo di 100 Lt per cotta . Ora...tralasciamo tutti i problemi che da homebrewer inesperto ho dimenticato di considerare (partendo dalla potenziale necessità di una pompa autodescante, passando per la meccanizzazione della pentola in fase di mash per finire con semplici problemi quali il lavaggio di enormi attrezzature) e veniamo subito al dunque. E il corretto pitch rate per il lievito? Da subito ho capito che si palesava necessario un upgrade rispetto ai classici vecchi starter, e che non si può fare a meno di un agitatore magnetico che (mettendo in circolo continuo i nostri cari funghi, e ossigenando abbondantemente) garantisce una maggiore proliferazione di cellule mettendole a fare " all'ammorre " . Dai miei calcoli effettuati tramite il calcolatore di pitch rate di brewersfriend la questione risulta abbastanza tragica. Per poter inoculare il "giusto" numero di cellule (anche se poi, vai a vedere quante ne siano davvero) dovrei realizzare degli starter partendo da un minimo di 3 bustine di lievito liquido. Dovrei inoltre passare per 3 step (e fino a qui nessun tipo di problema) e dovrei raggiungere dei volumi per gli ultimi starter di ben 5 Lt. O così o la soluzione va in saturazione cellulare. E come diavolo lo costruisco un agitatore magnetico per volumi così importanti? Acquistare un macchinario in grado di agitare un volume così importante di starter è pura follia dal punto di vista del costo a cui vengono venduti. E il lievito secco? Per problemi di saturazione cellulare nel caso organizzassi uno starter i problemi di volume sarebbero gli stessi. C'è da considerare però la migliore conservazione (e quindi vitalità) di quest ultimo e i costi molto più abbordabili. Meglio l'inoculo diretto della quantità di cellule adeguata (o almeno, orientativamente adeguata). Analizziamo ora le offerte del mercato: - Bustine da 10/12g - Buste da 500g Quantitativo da inoculare in 100lt? (dipende da molti fattori, ma aggiriamoci attorno ai 115/160g) Caso 1: Acquistare tra le 12 e le 14 bustine per ogni cotta. Ehm....no. Pagherei più di una busta da 500g Caso 2: Acquistare una busta da 500g, aprirla, usare circa 1/4 del suo contenuto e buttarla. Perché a quanto leggo una volta aperta e conservata in frigo/congelatore non resta che consumarla in 1, 2 giorni. Il tutto fila dato che si tratta di lieviti ingegnerizzati e impacchettati in atmosfere protette prive di contaminazioni. E quindi? Mi sono piazzato in un'orribile situazione da cui non ne so uscire . Suggerimenti (suicidio a parte)? Le pentole sono coibentate e fremono dalla voglia di cuocere una birra.
  13. Ciao ragazzi, finito un problema ne inizio un altro.... Ho messo su una Sparkling Ale Coopers. Lievito US05 Temperatura di fermentazione con brewing belt 22°C - ambiente 14°c Sono tre settimane che va... e la densità è ancora alta. Con densimetro siamo a 1014/1020 Con rifrattometro a 1025. Ho usato il kit Coopers, malto in sciroppo (1,5 Kg), 250 gr. di brewing sugar, acqua minerale levissima. Densità iniziale 1052 (con densimetro) Ieri ho controllato la densità con il densimetro e ad un valore iniziale di 1020 sono sceso a 1014 dopo aver agitato la birra in provetta usando il densimetro come se fosse un cucchiaino, per togliere un pò di gas. Dato che il dato varia in base a: se tocca il bordo, se c'è gas, se spingi in basso lo strumento e lo lasci riemergere... ho pensato di usare il rifrattometro che mi sono comprato per iniziare a provare con l'ALL GRAIN.... Dato che mi sembrava fosse da tarare (è nuovo e mai usato), ho messo dell'acqua demineralizzata sul vetrino, l'ambiente era a 17°c e la lettura mi dava 1005. Allora con il cacciavite ho portato a 1000. Spero di aver fatto giusto. Provato con la birra nel fusto e ho rilevato 1025. Possibile? Devo imbottigliare, non posso andare oltre fine settimana questo. Posso fare qualcosa? Quanto deve essere la densità finale con gli ingredienti da me usati? Come mai tanta differenza tra i due strumenti? Grazie a tutti per la dispoibilità riservatami, come è d'uso nel forum, Grazie! grazie! grazie!! Ciao. Pino.
  14. Salve a tutti, Sono in procinto di fare il mio primo sidro di mele. Non utilizzerò il kit, ma vorrei optare per il succo di mele 100% senza zuccheri aggiunti (giusto per sperimentare). Al succo non aggiungerò né acqua né zucchero. Ho intenzione di utilizzare il lievito per sidro Mangrove Jack's (http://www.birramia.it/materie-prime-per-birra/lieviti/secchi/lieviti-secchi-mangrove-jack-s/10-gr/mangrove-jack-s-cider-yeast-m02-10-gr.html#.V5eYdZOyOkp). Il mio unico dubbio riguarda il dosaggio. Su 4/6 litri di succo di mele quanto lievito dovrei mettere? La bustina da 10 g è eccessiva per un quantitativo di succo così irrisorio? Grazie a chiunque risponderà.
  15. Salve a tutti, sono un neofita homebrewer ormai da circa 1 anno, e, come da manuale, arriva il momento in cui si riscontrano dubbi e problemi. Stile di birra in questione: 10 litri di Belgian IPA. Quindi: OG elevato (1,080); luppolatura abbondante con dry hopping nel secondo fermentatore; lievito: Abbaye della Danstar (11 g, l'intera bustina); Fermentazione: primi tre giorni a circa 19-20 °C in modo da far partire la fermentazione; dal quarto al decimo giorno a 17 °C a temperatura condizionata all'interno di un frigorifero; primo travaso dopo 5 giorni. Aprendo il frigo per misurare l'FG (1,015) noto un certo odore di banana, per un attimo mi sono sentito in un ortofrutta . Odorando il mosto in un bicchiere si riscontra un forte odore di alcool, leggermente anche di banana, e altri odori non molto gradevoli. All'assaggio si nota una certa pungenza dovuta probabilmente all'alcool e un sapore gradevolissimo. Odori simili li ho riscontrati anche in una cotta precedente (una weiss con lievito Fermentis S-06), dove però la birra ha sempre fermentato sui 20-21 °C. Dopo 1 mese dall'imbottigliamento la birra oltre a questo odore alcolico (devo ammettere meno rispetto al momento dell'imbottigliamento), sapeva anche di cavolo, di zolfo per non dire altro . Risulato: imbevibile! Ho pensato che il problema era dovuto a dei fenomeni di autolisi (primo travaso dopo 7 giorni dall'inizio della fermentazione) e a temperature elevate di fermentazione, e magari a qualche problema di pulizia. Nella Belgian ipa ho abbassato la temperatura e ho travasato dopo 5 giorni per limitare il fenomeno di autolisi, ma intanto quell'odore si ripresenta di nuovo. Ho paura che anche questa puzzi come l'altra dopo l'imbottigliamento. Quale potrebbe essere il problema? Grazie ragazzi
  16. Ciao a tutti, mi è sorta questa domanda dentro di me.... se volessi CREARE un lievito come faccio?.. e se non posso come si crea un lievito?
  17. Salve addentrandomi in questo mondo , mi sono imbattuto in questo video che spiega come conservare il lievito direttamente dal fermentatore . Questa pratica si può effettuare con tutti i tipi di lieviti? Il lievito che si conserva è sufficiente per effettuare una seconda cotta ?
  18. Buongiorno a tutti, ho realizzato giorno 1 marzo la mia terza cotta, questa volta con il malto Marte della serie Cosmica per una Yorkshire Bitter. Premetto che per le precedenti cotte (Lager e Weiss) ho sempre fatto sciogliere il lievito prima di versarlo nel mosto. Questa volta invece, seguendo alla lettera le istruzioni della Marte, ho versato il lievito direttamente nel mosto (che era a circa 25° C) e ho mescolato per oltre 30 secondi. Risultato: ad oggi (dopo 6 giorni) il gorgogliatore è muto (non ha mai gorgogliato). Ho misurato la densità e, da un'iniziale 1040, siamo adesso a 1022. Il campione che ho utilizzato era pieno di residui che si sono depositati subito (circa 1 cm) sul fondo del tubo usato per la misurazione della densità (mai successo per le precedenti cotte). La temperatura ambientale è passata dai 19° C dei primi giorni ai 18° degli ultimi 3 giorni. Cosa posso aver sbagliato? Aiutatemiiiiii
  19. Salve a tutti, dopo la pausa estiva sto per accingermi a riprendere la birrificazione. La prima birra che farò sarà un kit che avevo acquistato questa primavera e ho conservato da parte. Insieme al kit ho acquistato del lievito che ho conservato in frigorifero come suggeritomi. Ora mi chiedo, che procedura devo seguire prima di poter utilizzare tale lievito (si parla delle bustine di lievito secco in polvere)? Devo tenere la bustina fuori dal frigo per qualche giorno prima di poterla utilizzare, oppure posso prenderla direttamente dal frigo e inocularla? Dovrei utilizzare qualche procedura di attivazione prima dell'utilizzo? Non sono molto esperto di questa fase, ho sempre inoculato le bustine direttamente nel fermentatore, senza previa reidratazione o altro...
  20. Ciao ragazzi, sono più o meno in "pausa estiva" e sto sia progettando le prossime cotte, sia degustando le precedenti, sia arrovellandomi la testa con 1000 cose, idee e dubbi. Quello che più mi sta tirando matto è il lievito, che alla fine è l'ingrediente più importante di tutto il processo. Dunque, non voglio riaprire il solito annoso dibattito/rissa sulla questione del fare o meno lo starter con i lieviti secchi, e sui vari pro o contro del caso, ma mi è assolutamente necessario capire una cosa fondamentale: Come diamine calcolo il pitching rate??? Buona parte di voi starà già prendendo i link dei vari siti web con il loro bel calcolatore, ma...sorpresa, non è lì l'inghippo (tra l'altro ho comprato Beersmith, che integra anche il calcolatore per il lievito/pitching/starter). Il mio problema arriva prima, ossia, reperire una informazione reale ed ufficiale in merito alla reale popolazione cellulare dei lieviti. Al momento, sto usando i secchi di Fermentis (ma ho dato un occhio anche alle schede tecniche di Lallemand e la storia non cambia di molto). Esempio di una mia cotta reale: OG: 1.064 FG: 1.016 Litri: 27 La scheda tecnica recita (Fermentis S-04): "Viable cells at packaging: > 6 x 10^9/g" Conto della serva alla mano, stando dalla parte della ragione, quindi al limite basso: 6 x 11,5 = 69 miliardi di cellule vitali nella bustina. Partendo da questo presupposto, usando questo tool online "http://www.brewersfriend.com/yeast-pitch-rate-and-starter-calculator/" avrei bisogno di iniettare 423 miliardi di cellule (Beersmith dice 304, probabilmente xkè calcola 0,75 anzichè 1 milione x millilitro). Questo implica che le opzioni sono le seguenti: Inietto 6 buste di lievito secco senza starter (423/69) Faccio uno starter in due step, prima 2, poi 5 litri per arrivare a 422 miliardi stimati Ora, visto che la casa produttrice mi dà per buona l'iniezione di una bustina di lievito per circa 20 litri di mosto, andando a spanne, dovrebbero bastarmi 1 busta e mezza... Da dove diamine me lo prendono questo valore??? Persino ipotizzando di fermentare 20 litri a 1.040 servono oltre 2 buste (150 miliardi)?!?!?!?!?!?! Ita affinì che ho fatto uno starter da 3 litri a 1.040 e sono andato in evidente underpitching (ahimè il prodotto finale ha un forte sentore di diluente). ARGH Leggi che ti rileggi, la stima delle cellule vitali nel lievito secco è quantomai altalenante a seconda della fonte (forse è meglio non bere prima di scrivere i documenti ufficiali ) xkè dai 6x10^9 dichiarati da Fermentis, passiamo a chi dice 8, a chi dice 10, a chi dice addirittura 18, OK, è vero che sulla scheda tecnica c'è scritto "maggiore di 6", ma se x "maggiore di 6" s'intende 18 (il triplo), allora xkè non scrivere "tra 1 e infinito"???? A chi dare retta? Vista la discrepanza di dati, mi viene da dire "a nessuno", ma non ho abbastanza fondi per comprare un microscopio elettronico al plutonio aromatizzato al cesio e farmi la conta cellulare... Insomma, come da titolo, mi ci sto impiccando... Qualcuno mi salva??? Esiste una documentazione ufficiale reale da cui partire, o un metodo sperimentale x avere una reale stima delle cellule? Grazie ragazzi! Ciaoooo!!!
  21. CIao a tutti.. volevo usare il lievito 3068 Weihenstephan Weizen per la mia weizen-doppelbock. Visto che ho un OG di circa 1094 e sulla descrizione del lievito c'è scritto fino a 1040... devo per forza fare uno starter o posso aggiungere un'altro lievito senza fare lo starter? ho letto che con lo starter hai rischio di contaminazioni del lievito che porterebbero ovviamente a un'infezione della birra... cosa che voglio evitare! voi cosa dite?
  22. Vorrei usare due latte di Malto pronto Diablo 1,5 kg - Brewferm per ottenere 18 lt di birra, 9 da ogni latta usata. Ogni latta è provvista deIla bustina di lievito, il mio dubbio è " devo usare entrambi le bustine di lievito oppure basta una sola bustina ?" Scusate se la domanda è alquanto demenziale, ma non vorrei commettere qualche legerezza Grazie
  23. Salve, ho voluto complicarmi subito la vita.... Miner's Stout della Black Rock 1 kg di estratto di malto secco Dark 21 lt di acqua minerale Panna 250 gr. di lattosio 300 gr di Destrosio 1 bustina di lievito Safbrew S-04 Non avevo le idee chiare ed ero indeciso se metterci il lattosio o no se usare S-04 o T-58.... Alla fine dopo aver preparato tutto, lunedì pomeriggio, non ho inserito il lievito e neppure il lattosio. Ho aspettato 2 giorni ed infine ieri sera mi sono deciso: lattosio e S-04. Il fatto che abbia lasciato tutto lì per 48 ore, pronto per l'inoculazione, può aver generato dei problemi? Lo dico perché stamani, sono andato a federe il fermentatore e a differenza della volta precedente, ho notato che il gorgoglio non era sostenuto e che il bordo del fusto era "sporco" solo 2 cm, mentre la volta precedente i residui della fermentazione avevano sporcato il fusto per 10/12 cm. Ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti Pino uno
  24. Buongiorno, ho in fermentazione una birra d'abbazia e+g strong di birramia (21lt), date le temperature ambientali (16-20) ho piazzato una brew belt, adesso sta fermentando a 26-28C a volte raggiunge picchi di 30,pensate sia troppo alta? Sulla bustina di lievito leggo temperature fino a 32C (mangrove Jack's Belgian Ale M27)...posso fidarmi? Grazie in anticipo a tutti e buona birra!! ☺
  25. Salve a tutti! domani vorrei fare un kit per birra lager e viste le temperature pensavo di sostituire il lievito del kit con uno a bassa fermentazione (s-23). La domanda è questa: per fare lo starter del lievito devo utilizzare acqua a una temperatura uguale oppure superiore a quella che dovrò tenere durante la fermentazione? (so che sembra una domanda stupida ma il dubbio mi è venuto perchè i lieviti ad alta fermentazione si usa acqua attorno ai 30° e poi si fermenta attorno ai 20°). Altro dubbio: per fermentare avrei a disposizione due stanze piuttosto fredde: una a 10° e una a 15°. In quale delle due mi consigliereste di mettere il fermentatore tenendo conto che nella bustina mi dà un range di 11-15°? Grazie a chi vorrà aiutarmi