Cerca nella Comunità

Visualizzazione dei risultati per tag 'kit'.

  • Ricerca per tag

    Tipi di tag separati da virgole.
  • Ricerca per autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Forum della Birra
    • Regole dei Forum
    • La Birra Fatta In Casa
    • Homebrewers in piazza
    • Kit + EG
    • All Grain
    • Ricette
    • Fai da Te

Cerca risultati in...

Trova risultati che...


Data creata

  • Inizio

    Fine


Ultimo aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per numero di...

Registrato

  • Inizio

    Fine


Gruppo


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests

Trovato 73 risultati

  1. Andrea_98

    Probabile infezione (di nuovo...)?

    Salve a tutti, è il mio primo post su questo forum, quindi se la sezione è sbagliata o non so che, provvedete pure a spostarlo. Detto ciò, vengo al dunque... ho imbottigliato 2 giorni fa la mia terza birra da kit, una Muntons Yorkshire Bitter, con 1kg di estratto di malto secco, circa 3 bicchieri di zucchero da tavola in più (so già che molti storceranno il naso ma questo avevo) per provare ad alzare la %alcolica, e nessun DH. Ora, esaminando il collo delle bottiglie, ho notato una familiare ''componente'' oleosa sulla birra (non tutte, almeno ora), unita a qualche raro sedimento vagante sulla parte alta, di dimensione varia ma dissimile da punti di muffa. Può essere uno spunto di fioretta? preciso che la birra è molto torbida perchè, ingenuamente, ho fatto per la prima volta bulk priming nel secondo fermentatore ma senza procedere in un altro travaso prima dell'imbottigliamento e quindi mi sono portato via tutti i fondi, un pò per timore di altre infezioni un pò per pigrizia. Nei fermentatori non vedevo nulla di anomalo... allego foto: le prime due del fermentatore primario, la 3, 4 e 5 di due bottiglie della cotta attuale, le ultime due della cotta precedente che sono sicuro essere stata infettata da fioretta., e che è bellamente finita nello scarico. Preciso che anche qui non notai nulla di strano sulla superficie dei fermentatori, quindi solo in bottiglia. Ora chiaramente entrerebbe in gioco il discorso sanificazione e pulizia... bottiglie in ammollo con soluzione di ammoniaca per una notte (cosi via anche le etichette), risciacquo con acqua calda, soluzione con oxisan, soluzione di acqua e aceto di vino bianco per togliere residui di ammoniaca, risciacquo con acqua calda, soluzione di candeggina e acqua calda per sanificare in avvinatore, risciacquo con acqua calda, ultimo passaggio con metabisolfito e giu a scolare su scolabottiglie sanificato a bagno in soluz. di candeggina. tappi sanificati con metabisolfito. per i fermentatori lavaggio meccanico con detergenti e spugna tranne quello a bocca stretta per forza di cose, comunque altra passata con oxisan, risciacquo e sanificazione con candeggina con ammollo dentro rubinetteria, guarnizioni, gorgogliatore, paletta e tutto, il tubo di travaso è nuovo e sanificato ovviamente. Per cortesia aiutatemi che come vedete sono diventato piuttosto paranoico ahah, qualcosa avrò sbagliato o è solo sfiga? P.S.: ho lasciato qualche centilitro di birra nel secondo fermentatore per vedere se sviluppa patine o altre cose strane, ma per ora, nulla da segnalare... P.P.S.: Se sulla superficie delle bottiglie vedete delle macchie bianche, sono dei residui di ammoniaca che non sono riuscito ad eliminare al 100%, ma dentro è tutto pulito.
  2. Salve, due settimane fa ho fatto una winter ale. Il malto che ho usato è un malto Finlandia e sulla descrizione del prodotto indicava come densità finale di fermentazione un valore di 1006/1008. Al posto dello zucchero normale ho usato 1 kg di Beermalt dry +250 g di zucchero candito in cristalli per aumentarne il grado alcolico. La mia domanda è : posso imbottigliare con un valore di densità di 1010 o mi consigliate di aspettare ancora ? Il beermalt e lo zucchero aggiunto non dovrebbero aumentare il valore finale della densità?
  3. Naki

    Prima volta, principiante

    Buongiorno a tutti, È la prima volta che faccio la birra in casa! Ho scelto di iniziare con il metodo E+G con il kit di birra mia Irish Stout ...ho seguito attentamente la ricetta, lavato tutti gli strumenti e cercando una volta finita la bollitura di non contaminarla. Però non avendo il chiller... È rimasta per 4 ore aperta mentre il mosto raffreddava per raggiungere la temperatura prima di essere messa nel fermentatore Co il suo lievito(contaminata quindi?) . Il giorno della cottura c'erano 24 gradi, poi l ho messa in seminterrato e dovrebbe essere sempre rimasta in torno ai 20/22 gradi circa. Però poi per lavoro... le prime 62 ore non ho potuto controllarla. Ora il gorgogliatore non gorgoglia e questo è l'aspetto all'interno Sta fermentando? E o é contaminata? Grazie mille per l'aiuto NAKI
  4. Vincent88

    Consiglio mlti preparati

    Ciao a tutti, Volevo chiedervi se avete qualche consiglio riguardo alla scelta dei malti preparati. Io al momento sto usando quelli coopers in quanto mi è facile reperirli manualmente, ma volevo ordinarmi qualcosa da internet e quindi volevo trovarmi qualcosa che si davvero valido e buono. Consigli? Grazie a tutti
  5. Salve, ho visto diverse discussioni sui rubinetti dozzinali dei kit che gocciolano dalle guarnizioni, io però ho avuto un problema diverso. Stavo preparando una Stout malto Coopers con estratto di malto secco dark e zucchero di canna brown cassonade, avevo appena versato il malto con due litri d'acqua bollente nel fermentatore e miscelato anche il malto secco quando il rubinetto ha iniziato a perdere. Ho inclinato il bidone per agire sul rubinetto, rischiando di scottarmi, ma non ho risolto nulla. Ho provato ad aggiungere acqua e continuava a perdere. Ho notato che il rubinetto ha un forellino sulla parte frontale e che questo si apre quando il rubinetto è chiuso e viceversa, tant'è che quando chiudevo il rubinetto la birra usciva da lì. Dopo aver buttato tutto per non rischiare di allagare la cantina non mia, mentre lavavo il fermentatore ho visto che non perdeva più. Comunque mi riservo di verificare domani la tenuta, oggi l'ho presa male... Secondo voi era solo un problema di guarnizione, di rubinetto intasato, di procedimento sbagliato oppure di qualcosa normale per le Stout? Ovviamente il rubinetto è di scarsa qualità e da quel che ho letto alcuni lo cambiano ogni volta che ordinano un malto. Grazie, ErinSon
  6. BluesMan

    Consigli per esordiente assoluto

    Innanzitutto, un saluto a tutti voi. Bene, mi sono deciso a farmi un regalo per il mio quasi imminente compleanno, è ora di cominciare a apprendere i primi rudimenti di quest'arte. Ovviamente sono orientato ai kit del "piccolo birraio" ma sto considerando una seconda opzione, cioè "costruirmi" il kit. In pratica, acquistare un fermentatore in acciaio da 50lt. e tutto l'occorrente, quindi gli accessori indispensabili e le materie prime. Aiutatemi a completare la lista e consigliatemi sulla qualità del tutto. Fermentatore con termometro, rubinetto e gorgogliatore (guarnizioni varie), densimetro, termometro, tubo rigido, paletta, provetta. Non mi occorrono bottiglie perché nel tempo ho messo via un buon numero di quelle scure da 0,5 con tappo a pressione (suppongo siano valide). Ho dimenticato qualcosa ? A parte le ricette, ovviamente, che avrò cura di scegliere con calma. Grazie a tutti fin da ora per i consigli, suggerimenti e quant'altro vorrete darmi.
  7. Desonir

    Possibile infezione?

    Ciao a tutti! Sono alla mia terza birra da kit, una Scottish Heavy della Brewferm da 23 lt. Dopo circa due settimane dalla fermentazione, ho diviso la quantità totale in due fermentatori: - 10 litri con scaglie di quercia lasciate precedentemente nel whisky - il restante con scaglie al naturale e fin qui tutto ok.. ieri mi sono accorto che il contenitore con scaglie al naturale, contiene in sospensione sulla superficie dei pezzetti bianchi, mentre nel contenitore da 10 litri tutto regolare. è possibile che si sia infettata con qualche batterio? ci tengo a precisare che sono stati molto attento nella sanificazione dei materiali e finora non avevo mai avuto problemi. allego una foto trovata in rete che potrebbe assomigliare alla mia situazione, più tardi metterò una foto del mio fermentatore. in teoria questa sera dovrei imbottigliare e volevo appunto sapere se devo buttare via tutta la quantità sospetta Grazie mille a tutti!
  8. Razzolo

    Consigli per un neofita

    Buonasera, mi chiamo Niccolò e da poco mi sono interessato al mondo dell'hombrewing. Pensavo di partire con il classico kit da 23 litri che si trova sul sito, tuttavia avrei alcuni dubbi che potreste chiarirmi: 1) Per quanto riguarda la fermentazione dispongo di un garage sotterraneo con soppalco, abitando a Roma le temperature sono abbastanza miti e li sotto ci sono 22° pressoché costanti con umidità molto bassa. È fattibile come posto per la fermentazione? 2) Leggendo le varie guide ho capito che ogni tipo di birra e lievito fermenta a determinate temperature, nel mio garage dunque che tipo di birra potrei fare in attesa di crearmi una camera di fermentazione? 3) Se volessi usare il destrosio monoidrato per le prime cotture, avrei problemi al posto dello zucchero o vado tranquillo? 4) Essendo la prima volta e non volendo sprecare materiali inutilmente, è possibile fare delle cotture inferiori al quantitativo di estratto di malto? ad esempio una cottura da 5-10 litri per prendere dimestichezza con l'attrezzatura e i vari passaggi. ringrazio anticipatamente chiunque avesse la pazienza di rispondermi e non vedo l'ora di iniziare! Niccolò
  9. Martina

    Prima esperienza

    Salve a tutti, sono alle prese con la mia prima birra. Ho acquistato il kit free top con malto rosso e letto la guida ma mi sorgono dei dubbi e chiedo il vostro aiuto... la temperatura in casa è di 27° (siamo in Sicilia) è un problema per la fermentazione??? Ho cercato di scannerizzare il codice QR per cercare le istruzioni sul come fare la birra in estate, ma non sono riuscita. Inoltre pensavo di mettere lo zucchero di canna grezzo, è possibile? Come calcolare la dose giusta? Grazie a tutti!
  10. ErinSon

    Richiesta consigli per neofiti

    Salve a tutti. Sono un nuovo membro del gruppo e non ho mai prodotto un goccio di birra. Sono consapevole del fatto che l'arte della birra, venga questa praticata per lavoro o per hobby, richiede, un po' come tutte le cose, tanto impegno, sacrificio, tentativi, esperienza, studio, dedizione etc etc. La passione inoltre rischia di essere travolgente quanto un fiume impetuoso e quando si inizia si sente sempre il bisogno di migliorarsi. Io per adesso, nel mondo della birra artigianale, sono un semplice curioso e non posso sapere sin da ora se verrò contagiato dalla passione che molti di voi hanno e con la quale riescono a ottenere delle importanti gratificazioni. Da assaggiatore (non bevitore; amo assaggiare e gustare un bicchiere, una pinta, al massimo due o tre, ma non andare oltre) vorrei sapere qualcosina in più e ho l'intenzione di comprare un piccolo kit per la fabbricazione domestica. Io vivo in un piccolo paesino in cui è presente un microbirrificio e il titolare fa veramente degli ottimi prodotti a un prezzo accessibile. Mi rifornisco da lui perché produce una birra che incontra i miei gusti. Anche se dovessi farmi un po' di birra continuerei comunque a comprare e consigliare la sua. Io sono un amante dell'Irlanda, paese in cui ho assaggiato ottime pinte di birra artigianale. Purtroppo, per motivi economici, non potendo raggiungere la mia seconda patria quando voglio, mi piacerebbe avere a casa qualcosa che me la ricordi, e la birra è una di queste. Io sono un amante delle stout, ma anche le Red Ale mi piacciono parecchio. Scusatemi se mi sono dilungato nell'introdurmi. Detto questo, volevo farvi qualche domanda dalla quale trapelerà tutta la mia ignoranza in materia, ma da neofita voglio documentarmi bene prima di fare qualche passo sbagliato: 1) esistono dei libri, dei corsi online, dei siti, delle dispense o qualcosa che mi possa aiutare a iniziare e migliorarmi? 2) quali sono i kit migliori per piccole produzioni? esistono kit specifici per stout, lager etc oppure non c'è questa differenza? 3) una volta fatta la birra? bottiglie, barilotti/piccoli fusti? 4) materie prime: sono di facile reperibilità? Esistono marchi biologici? Mi vergogno un po' per queste domande che rasentano la banalità, ma da qualche parte devo pur iniziare... Grazie per la vostra pazienza. ErinSon
  11. patrik93e

    Arresto fermentazione dopo 3 giorni.

    Buonasera a tutti, sono nuovo del forum e sono disperato ; quella in questione è la mia seconda cotta con malto luppolato, il malto in questione è un Malto Brewferm per IPA, come lievito ho usato il Fermentis us-05 inoculato in sospensione dopo 15-20 minuti in acqua calda (20-25 gradi). A differenza della prima birra la cui fermentazione iniziò dopo pochi minuti in questo caso il gorgogliamento è iniziato dopo ben nove ore; inizialmente pensavo di dover prendere tale avvenimento come un campanello d'allarme ma il proseguire della fermentazione in maniera sana e continuativa smentiva le mie preoccupazioni di ora in ora. oggi dopo tre giorni in fermentazione il gorgogliatore si è fermato, nonostante dentro vi sia ancora anidride carbonica, non ne viene prodotta di nuova. La temperatura è stabile sui 24 gradi e tutto tace. idee? suggerimenti?
  12. AndreaDelleMontagne

    Info Pratiche Per Un Novello Produttore

    Buongiorno a tutti! Come da titolo scrivo questo post per chiedere informazioni principalmente riguardanti la sanificazione delle bottiglie. Ho in precedenza chiesto ad un mio collega di lavoro (che birrifica da parecchio tempo), il procedimento che utilizza lui per la pulizia; 1) lavaggio in acqua bollente di ogni singola bottiglia, se necessario con spazzolino in dotazione del kit. 2) shakeraggio delle bottiglie e scolatura. 3) risanificazione ed imbottigliamento come da "manuale". Chiedo se sia "necessario" o se qualcuno di voi sanifica anche in lavastoviglie tutte le bottiglie e se non lo si fa, perchè. Un ultimo consiglio. Quale birra scegliere per cominciare? Un malto chiaro o rosso? Ci sono differenze inerenti alla difficoltà di produzione? Per chi ha provato i due malti da scegliere nel kit, a che birre tendono ad assomigliare? Grazie a tutti per l'attenzione. Ora mi appresto ad ordinare il mio primo kit, dopo aver scelto che birra voler produrre come prima volta Buona birra a tutti!!
  13. Lorenzo J.

    Prima Fermentazione Al Freddo?

    Ciao a tutti, sto per comprare il mio primo kit . Ovviamente la voglia di iniziare subito è tanta ma sono dubbioso sulla temperatura a cui fermenterà il kit dato che in questa freddi giorni di Gennaio la cantina in cui potrò mettere il kit ha solo 6° C più o meno costanti per tutto il giorno. Pensavo di comprare uno di quelle cinture riscaldanti disponibili sul sito. Secondo la vostra esperienza posso procedere così o è meglio che aspetti che la temperatura sia più mite? Grazie mille Lorenzo
  14. Ilbiondo

    Kit American Lager

    Ciao a tutti, Per iniziare la mia avventura di homebrewer volevo partire con il kit AMERICAN lager, chi l'ha già utilizzato ha informazioni sui tempi/temperature di maturazione post imbottigliamento e se è necessario un processo di lagerizzazione? Mi pare di capire che non sia proprio una lager quanto una parente delle APA, confermate? Grazie!
  15. pino uno

    Densità Sempre Alta

    Ciao ragazzi, finito un problema ne inizio un altro.... Ho messo su una Sparkling Ale Coopers. Lievito US05 Temperatura di fermentazione con brewing belt 22°C - ambiente 14°c Sono tre settimane che va... e la densità è ancora alta. Con densimetro siamo a 1014/1020 Con rifrattometro a 1025. Ho usato il kit Coopers, malto in sciroppo (1,5 Kg), 250 gr. di brewing sugar, acqua minerale levissima. Densità iniziale 1052 (con densimetro) Ieri ho controllato la densità con il densimetro e ad un valore iniziale di 1020 sono sceso a 1014 dopo aver agitato la birra in provetta usando il densimetro come se fosse un cucchiaino, per togliere un pò di gas. Dato che il dato varia in base a: se tocca il bordo, se c'è gas, se spingi in basso lo strumento e lo lasci riemergere... ho pensato di usare il rifrattometro che mi sono comprato per iniziare a provare con l'ALL GRAIN.... Dato che mi sembrava fosse da tarare (è nuovo e mai usato), ho messo dell'acqua demineralizzata sul vetrino, l'ambiente era a 17°c e la lettura mi dava 1005. Allora con il cacciavite ho portato a 1000. Spero di aver fatto giusto. Provato con la birra nel fusto e ho rilevato 1025. Possibile? Devo imbottigliare, non posso andare oltre fine settimana questo. Posso fare qualcosa? Quanto deve essere la densità finale con gli ingredienti da me usati? Come mai tanta differenza tra i due strumenti? Grazie a tutti per la dispoibilità riservatami, come è d'uso nel forum, Grazie! grazie! grazie!! Ciao. Pino.
  16. Luppolocalabrese

    Info Prima Ipa

    Vorrei provare a fare la mia prima Ipa, quale mi consigliate tra quelle sul sito di Birramia? Io pensavo a questo della serie Mitica: Eracle - Malto luppolato per birra IPA.
  17. Buongiorno, sono alla mia quinta birra con il kit, ma mi sono accorto di avere commesso un errore da pivello. Si tratta di una Amber Limited Edition, ho usato il malto in barattolo ed il secondo barattolo con l'estratto di malto in sciroppo, ma non mi sono accorto che bisognava aggiungere anche 500gr di zucchero. Ora dopo una settimana di fermentazione con la densità che è passata da 1036 a 1015 e dopo aver travasato cosa posso fare? Posso aggiungere ora dello zucchero o estratto di malto secco (previa idratazione) o rischio di danneggiare qualcosa? Devo sovradosare lo zucchero di priming all'imbottigliamento? Sarò grato a chi mi potrà aiutare così da non dover buttare la povera "ambra" nello scarico del lavandino.
  18. Fluel

    Iperossidazione ?

    Buongiorno, In questi giorni ho acquistato il kit della coopers con 2 fermentatori. Notavo guardando i componenti che il secondo fermentatore non è dotato di rubinetto. Tuttavia stavo cercando un modo per quando farò il secondo travaso preimbottigliamento in modo da evitare eccessi di ossidazione visto che subito dopo ce ne sará un terzo (quello in bottiglia). Ho deciso inoltre di sostituire completamente l'utilizzo dello zucchero con quello di estratto di malto (extralight) e il lievito lo ho sostituito con una bustina sempre di "saccharomyces cerevisiae" della lallemand, in quanto mi ricordo essere una gran bella marca. Il malto luppolato è lager, quindi so pienamente che il lievito potrebbe essere sbagliato, ma me ne serviva uno che reggesse le medio/alto temperature in quanto attualmente non ho modo di mantenere il fusto refrigerato a basse temperature. volevo chiedervi inoltre, quando mi troveroò alla fase del priming, volendo aggiungere direttamente l'estratto di malto in fusto come mi conviene discioglierlo ? faccio bollire un pentolino e ci aggiungo la quantitá neccessaria o lo aggiungo in acqua fredda e lo solubilizzo? Inoltre voi che ne pensate ad un utilizzo minimo di solforosa prima di andare in imbottigliamento? rischio di ammazzarmi completamente i lieviti? Grazie mille delle eventuali risposte e consigli
  19. r1348

    Rum Oaked Strong Ale

    Ciao a tutti, volevo sottoporvi un piccolo dubbio che ho riguardo al kit http://www.birramia.it/malto-luppolato-per-birra-rum-oaked-strong-ale-edizione-limitata.html Rum Oaked Strong Ale di Birramia. Ho iniziato la fermentazione il 25/4 con OG 1054, lievito inoculato a 25°C, temperatura poi scesa gradualmente a 20°C durante la settimana. La fermentazione ha preso vigore felicemente, e qui sta il mio problema: oggi sono 7 giorni di fermentazione, e continua a gorgogliare piuttosto vigorosamente. Di solito effettuo il primo travaso dopo una settimana esatta, ma è la prima volta che una cotta continua a fermentare così vigorosamente e a lungo. Sul fondo del fermentatore vedo che si è formato un sedimento di circa 1cm. Cosa mi consigliate di fare, travasare comunque od aspettare ancora qualche giorno?
  20. Coltale

    La Prima Birra: Imbottigliare Senza Travaso

    Salve a tutti, sono nuovo nel forum (e nel mondo degli homebrewer) quindi mi presento: sono Alessio e vengo da Roma. Per il compleanno mi è stato regalato il kit per birrificazione da preparato di birramia con un solo fermentatore, e preso dall'entusiasmo mi sono messo subito a birrificare seguendo guide su internet e il fascicolo illustrativo del kit. La birra scelta è una Weiss e ieri sera, dopo solo due giorni, il gorgogliatore ha smesso di borbottare. Andando a misurare la densità ho visto che dai circa 1070 iniziali è scesa a circa 1012/14. la temperatura è stata piuttosto regolare, rimandendo intorno ai 22 gradi (con un picco di 24 che ho provveduto ad abbassare con l'uso della maglietta bagnata). Leggendo su internet ho scoperto in seguito che, anche se non prettamente indispensabile, sarebbe servito un secondo fermentatore dove travasare la birra dopo circa 7/10 giorni, per evitare che nella bottiglia finisca eccessivo sedimento e che la lisi delle cellule di lievito morte portino una modifica negativa del sapore della birra. Purtroppo ora come ora non saprei dove andare a prendere un secondo fermentatore e a casa non ho a disposizione contenitori abbastanza grandi per contenere tutta quella birra (evitando di usare tante pentole per non rischiare un'infezione) Mi chiedo quindi: quali sono le conseguenza di un imbottigliamento senza travaso? E quanto tempo dovrei lasciare la birra nel fermentatore prima di imbottigliare, essendo, a quanto sembra, la fermentazione pressoché terminata? non vorrei aspettare troppo rischiando (per la lisi cellulare) qualche modifica di sapore. So che sono argomenti trattati e ritrattati, ma nello specifico su internet non ho trovato molto, grazie!
  21. Mirpanta

    Kit Birramia E+G Dubbel

    Ciao a tutti. Ho comprato il Kit Birramia e+g Dubbel. Ci sono le istruzioni dettagliata e questo facilita molto la preparazione dell abirra. Ma volevo un informazione in merito. Ho visto che non c'è nessuna aggiunta dello zucchero come di solito viene fatta nei preparati (barattoli da 1,7kg circa) di malto concentrato di circa 1kg. Ho forse capito male io e va aggiunto nella preparazione della birra Dubbel oppure no? Se va aggiunto in che fase devo farlo e in che dosaggio? Inoltre per ultima domanda: nei processi di birra ALL Grain lo zucchero va aggiunto oppure no? Questo dubbio non riesco a capirlo e per questo chiedo a voi che siete più esperti. Grazie in anticipo.
  22. Fra Tuck

    Consiglio Fondamentale

    Ho un amico ha acquistato due anni fa sul sito birramia qualche componente per formare un kit che e' stato usato due volte e poi riposto in cantina ma ancora oggi in ottime condizioni. Cio' comprende: Cavo Riscaldante Originale BrewBelt modificato con aggiunta di termostato 2 contenitori di fermentazione 32 lt con coperchi e rubinetti e gorgogliatori - densimetro standard con custodia plastica Mestolo di plastica per mescolare la birra 12 bottiglie con tappo Mi chiedo se cio', a vostro parere, vale la spesa di 45 euro o meno. grazie in anticipo a tutti
  23. ciao a tutti, data la mia crescenta passione per la birra, ho deciso di buttarmi nel mondo dell'homebrewing (come altri campi gastronomici) comprando la strumentazione. sto leggendo svariate discussioni da giorni, e questi sono gli ultimi dubbi che mi rimangono prima di iniziare la prima cotta. 1- camera di fermentazione: sono profondamente indeciso sull'acquisto di una brewbelt o la costruzione di un piccolo sistema riscaldante. il fermentatore lo posiziono all'interno di un armadietto abbastanza isolato in una stanza sui 17°, la brewbelt è economica e semplice, ma non mi permetterebbe di mantenere in temperatura le bottiglie in fase di carbonazione, mentre il sistema (con delle strisce da terraio) credo sia un po' meno efficiente ( non è a contatto col fermentatore) ma tiene in caldo tutto l'armadio... cosa mi consigliate? 2- sempre in tema di fermentazion e travasi: leggo spesso che alcuni fanno o consigliano un ulteriore travaso durante la fermentazione (7-10 giorni in uno, altri 5 giorni in un altro fermentatore, poi travaso priming e imbottigliamento). nella ricetta all grain della open baladin addirittura consigliano di tenere il fermentatore a 4 gradi per alcuni giorni prima di imbottigliare. ma non capisco come questo possa giovare alla birra: eliminando parte dei lieviti e ossigenando la cotta durante il travaso non si creano solo danni? se la fermentazione è già terminata dopo i primi 7-10 giorni, riparte di nuovo? e in ultimo: per questioni pratiche di spazio, il fermentatore si trova in basso e devo spostarlo per imbottigliare o fare travasi, non credo sia un grosso problema evitando di squoterlo esageratamente, chiedo conferme. 3- per iniziare credo proprio sia meglio cominciare con i kit di malto amaricato e ne ho tre insieme all'attrezzatura. però leggendo noto che è opinione comune il fatto che questi siano abbastanza mediocri e di poco corpo, eventualmente sostituendo lo zucchero con il malto e provando un'aromatizzazione con dry hop, la situazione migliora un po'? In particolare pensavo di lavorare in questo senso su un kit draught (che mi pare voglia dire tutto e niente), quindi vi chiedo consigli su quale luppolo usare e se eventualmente potrebbe starci una leggera nota di arancia (adoro gli agrumi :-P ) pensavo come luppolo l'amarillo, mentre per la scorza non saprei se procedere sempre con dry hopping (si può con le spezie?) o fare infuso con uno dei tre litri d'acqua calda in cui poi stemperare il malto amaricato. 4- sempre in ottica di miglioramento del gusto, avrebbe senso sostituire lo zucchero del priming con altri zuccheri come il miele? più o meno in che dosi si equivalgono? attendo fiducioso nonostante la mole di domande e buona birra a tutti!
  24. simopunto

    Dilemma E+G...abbandono Tutto?

    Ciao ragazzi, è ormai più di 1 anno che con un amico facciamo E+G ma purtroppo per un motivo o per l'altro non ci hanno mai dato grosse soddisfazione. A parte purtroppo qualche infezione nelle prime cotte(stupidi errori da principianti, che però ci stanno), stiamo avendo poche soddisfazioni a livello di qualità del prodotto. Facciamo solitamente Kit in E+G proposti da Birramia, soprattutto IPA APA nello specifico: - http://www.birramia.it/materie-prime-per-birra/kit-birramia-partial-mash-e-g/kit-e-g-super-premium/american-ipa-american-pale-ale.html - http://www.birramia.it/materie-prime-per-birra/kit-birramia-partial-mash-e-g/kit-e-g-super-premium/ipa-india-pale-ale.html - http://www.birramia.it/materie-prime-per-birra/kit-birramia-partial-mash-e-g/kit-e-g-strong/birramia-american-strong-pale-ale-xx.html#.Vm6sOhrhA0o Praticamente il problema è sempre lo stesso: 1) Colore sempre molto più scuro di quanto dovrebbe essere (rossastro) 2) Sapore sempre molto simile (molto maltato) ma MAI e dico MAI amaro e MAI e dico MAI luppolato all'olfatto ne al gusto Seguiamo sempre molto attentamente le istruzioni che sono riportate nella confezione. L'impianto è una pentola da 30 litri in cui facciamo prima arrivare l'acqua a 67 gradi, poi mettiamo i grani in infusione, quindi lo sparging, dopo di che aggiunta del malto(compreso nel kit, in quantità diversa a seconda della ricetta acquistata) , bollitura dei luppoli 60/20/10 solitamente e poi passiamo tutto nello scambiatore a piastre e mettiamo tutto nel fermentatore, nel quale controllata la temperatura (attorno ai 20 gradi circa) mettiamo il lievito. Agitiamo il tutto e taaaac, si mette tutto in cantina, con cuscinetto per tenere la temperatura che mantiene il tutto attorno ai 20 gradi. Parte la fermentazione, poi quando passa una settiamana travasiamo in un altro fermentatore, dove lasciamo riposare il tutto fino a che la densità non si attesta ad un livello corretto. A quel punto solitamente in base a quanto è rimasta torbida facciamo un altro travaso prima di imbottigliare oppure lasciamo perdere e imbottigliamo direttamente. Poi aspettiamo di solito 1 mese e assiggiamo, e solitamente già sentiamo che E' SEMPRE LA STESSA ROBA, poi incrociamo le dita sperando che migliori ma anche dopo 3 mesi/4 mesi la solfa non cambia. Cosa dobbiamo fare? Purtroppo non è presente in questi kit l'indicazione di quali sono gli "ingredienti compresi" quindi c'è il malto ma non sai cos'è, ci sono i luppoli e non sai cosa sono. Quindi non so dare altre indicazioni. Qualcuno ha lo stesso problema? Qualcuno può aiutarci a capire cosa potrebbero essere i problemi?
  25. Kingema

    Problema Di Fg Dei Kit

    Salve a tutti 'o birrificatori. Sono nuovo nel campo brassicolo e volevo chiedere alcuni consigli. L'anno scorso ho iniziato a produrre birra da una latta di malto già luppolato, essendomi piaciuta come cosa ho deciso di continuare e di migliorare un po' i kit. In pratica ormai sono alla produzione del quarto kit già luppolato e non sono mai riuscito a raggiungere la FG riportata da sito web e istruzioni del kit. Non riesco proprio a capire il perché. Sono molto attento a tutte le procedure, passando per la riattivazione dei lieviti fino a finire con un'energica ossigenazione del mosto dopo avere inserito i lieviti nel fermentatore. Premetto che su tutte le birre che ho fatto ho sempre sostituito lo zucchero con l'estratto di malto, e ho corretto le quantità aggiungendo una dose extra di destrosio di circa il 25% in più di quanto riportato (per compensare la parte non fermentabile del malto e mantenere quanto più possibile inalterato l'equilibrio della ricetta). In oltre da due birre a questa parte ho deciso di sostituire il lievito standard del Kit con dei lieviti specifici. Inizialmente ho pensato che il problema potesse dipendere anche dalla temperatura di fermentazione (spesso troppo elevata nel mio caso), così ho provveduto a costruire una camera di fermentazione, dove posso fermentare tranquillamente ad una temperatura termocontrollata ideale e costante. Al momento la birra in fase di fermentazione è una Muntons Imperial Stout (tutto malto), ho sostituito il lievito standard con un più idoneo T-58 della fermentis. La densità iniziale è stata ideale, come riportato sulle istruzioni, quella finale è rimasta sui 1,020 a fronte dei 1,010/1,008 delle istruzioni. Qualcuno può aiutarmi a venire a capo di questo problema? Mi sta tormentato, dico sul serio. P.s. ho pensato anche a problemi di precisione del densimetro o della mancata taratura di quest'ultimo, ma riflettendoci durante la misurazione dell'OG tutti i valori sono sempre stati attendibili e corrispondenti a quelli riportati sulle istruzioni. Ringrazio tutti in anticipo per le risposte, mi auguro che questa discussione possa essere d'aiuto anche ad altri homebrewers alle prime armi.