lucamod

Utente Registrato
  • Posts

    174
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Everything posted by lucamod

  1. Ciao a tutti, non so a voi, ma a me capita spesso di produrre delle birre prendendo qua e la dalle ricette tipiche adattandole al materiale che ho in casa. Questa sera ho imbottigliato "UNA BIRRA" ispirata dalla October fest Maerzen E+G Birramia, cosi composta (23 lt) - malto liquido base 3,5 Kg - carapils 500 gr - caramunich II 500 gr - stiryan goldings 40 gr - hersbrucker 40 gr ... come la chiamereste? ... un'etichetta devo pur metterla,... quasi quasi metto la lista degli ingredienti...! grazie, Luca
  2. ciao, puoi travasare, l'unica cosa è che poi la fermentazione continuerà ma il gorgogliatore non darà segni; non allarmarti, la fermentazione non si è fermata ciao, Luca
  3. Ciao Francesco, io ho il libro di BERTINOTTI, non è immediato da usare ma comunque un buon prodotto per iniziare.
  4. guarda Guido che lo dicevo solo per la tua salute. la candeggina è un prodotto altamente nocivo e non basta un abbondante risciacquo per eliminarla. Io inizialmente la usavo anche per sanitizzare bottiglie che raccoglievo qua e la, ma nonostante ne usassi poca e le sciacquassi più e più volte, notavo una volta asciutte che c'era un residuo "polveroso" biancastro sul vetro. Non l'ho più usata e non ho più notato quel residuo. ciao Luca
  5. Ciao Mimmo, a 24 gradi è più che possibile che la fermentazione sia finita, comunque, qualsiasi sia la OG, il tipo di birra, purchè si tratti di alta fermentazione .... fai sempre 1+1 settimana dopo travaso, che vai bene. io la FG non la misuro mai se non prima di imbottigliare dopo le canoniche due settimane e giusto per calcolare il grado alcoolico. Ricorda che la cosa importante è travasare dopo la prima settimana per separare dal mosto la gran parte dei sedimenti e soprattutto lievito che precipitano. Ogni giorno in più nel fermentatore, senza superare ragionevolmente le tre settimane per alta fermentazione, è un giorno in meno nella bottiglia. ciao Luca
  6. semplice ..... perchè non serve! è inutile usare il napalm per distruggere qualche probabile traccia di batterio. ..... tu a ogni raffreddore prendi l'antibiotico? non esagerare coi veleni, se non ti fanno male direttamente attraverso la tua birra, fanno male all'ambiente e poi ancora a te. ciao Luca
  7. ciao, anche io io uso candeggina nel fermentatore dopo averlo pulito con spugna e sapone ma 1 tappino per litro NO!! io metto un tappino sul totale dell'acqua che può contenere a filo raso! .... e nemmeno l'ho fatto sempre....
  8. ma dove compri il malto da panettiere e quanto costa?
  9. Ciao Roberto, quoto il consiglio di leggere e capire (consiglio libro di Bertinotti), avresti risposto da solo ai tuoi dubbi. voglio solo aggiungere che , la sanificazione è molto utile finchè non si è sviluppato un buon livello di alcool, po ci pensa l'alcool stesso a proteggere la birra. Certo l'igene è sempre importante....E poi non aver fretta, qualche gg in più nel fermentatore non fa male. ciao Luca
  10. Ciao Francesco, per la prima cotta va bene andare a memoria ed è capibile la fretta di assaggiare, ma ti consiglio la lettura di un buon libro per capire almeno a grandi linee il processo di birrificazione. Questo ti aiuterebbe a trovare da solo molte risposte a situazioni che altrimenti non capiresti e nessuno che non fosse li ti potrebbe aiutare. Io a distanza di quasi un anno dalla prima lettura, continuo ad andare a spulciare, interpretare e capire sempre qualcosa di più sulle cotte che produco; ogni volta infatti, vuoi perchè cambi lievito, perchè usi un grano al posto dell'altro, ... la fermentazione assume caratteri diversi. ciao Luca
  11. Ciao, a mio parere 1020 di FG mi sembrano tanti a prescindere, a meno che tu stia preparando una birra molto alcolica con OG 1075-80, quindi lascerei lavorare il mosto ancora un poco (mai meno di 15gg con un travaso di mezzo). io lo zucchero lo sciolgo in acqua calda e una volta fredda lo inserisco nel fermentatore prima del travaso, così il movimento generato dalla birra che entra sul fondo, attraverso il tubo di travaso, facilita la miscelazione. faccio così solo perchè è più comodo ma sicuramente meno preciso se guardiamo la singola bottiglia. ciao Luca
  12. ciao, condivido le tue ragioni, sopattutto la scelta ecologica, ma io non riesco a fare nemmeno il te con l'acqua dell'acquedotto; .... è vero che non la faccio bollire a lungo perchè uso il microonde ma il sapore di cloro è evidente. Considerato però che il mosto deve bollire per un'ora, forse non è nemmeno necessario prepararla la sera prima. Bisognerebbe provare a far bollire un poco d'acqua per mezz'ora, un tempo conservativo, e poi assaggiarla per vedere se in quel tempo il cloro se ne va. Unica incognita è l'effetto del cloro sul composto mosto. Durante la bollitura potrebbe infatti avere un effetto su proteine, enzimi, amidi, ...?! Io purtroppo ne so di meccanica ma poco di chimica. Comunque discussione interessante, ciao Luca
  13. ok, ma il gusto? qualcuno ha provato a fare la stessa ricetta con il liquido e il secco? cambia qualcosa?
  14. ciao a tutti, penso di proporre un quesito ormai vecchio ma non sono riuscito a trovare risposte nelle discussioni precedenti, perciò abbiate pazienza.... Per questione di comodità ho sempre usato il malto liquido base aggiungendo magari un 0,5 Kg di malto secco nelle mie E+G; la mia impressione però è che il malto secco sia migliore in termini di corpo e sapore. Voi cosa ne pensate? ... tra l'altro vedo con dispiacere che nonostante si dica che 1 Kg secco = 1.2 Kg liquido, la differenza di prezzo è molto superiore! ciao e grazie Luca
  15. Ciao a tutti, mi chiamo Luca e sono nuovo del forum. Ho una domanda in merito alla relazione fra travaso e fermentazione. In pratica mi è successo che travasando un mosto (OG 1070) dopo una settimana di fermentazione e mentre ancora il gorgogliatore dava flebili segni di attività fermentativa, tutto sembra fermo; misurando la densità dopo 5 gg dal travaso leggo 1020. La ricetta è frutto di un errore perciò non ho un riferimento noto per la FG che comunque mi aspetterei uguale a 1015 circa. Sicuramente lascerò ancora il mosto nel fermentatore per altri 5 gg min. ma cosa può esser successo? Nota: il lievito è un London Ale e al travaso era ancora ben presente in superficie. grazie