lucamod

Utente Registrato
  • Posts

    174
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Everything posted by lucamod

  1. non pretendo nulla, .... solo che mi piace capire ... i due mosti hanno lavorato uno di fianco all'altro e quindi alla medesima temperatura e non mi è mai capitato in passato con eguali ricette di vedere una fermentazione a bassa temperatura così veloce. unica differenza che di solitto faccio lo starter e invece questa volta ho usato due bustine dello stesso lievito saflager w34-70.
  2. io lagherizzo mettendo il fermentatore in cortile al buio. una massa d'acqua di 23 litri ha una certa inerzia termica, inoltre l'acool impedisce il congelamento quindi, se metti il tutto in uno scatolone di cartone e non ai 4 venti, riesci a lagerizzare a una temperatura abbastanza costante
  3. ciao a tutti, scrivo perchè mi è capitata una cosa a mio parere strana e vorrei sapere se qualcun' altro ha fatto la stessa esperienza. Ho preparato due cotte, diverse fra loro, da 23 lt, OG 1054 e inoculato due bustine di lievito a bassa fermentazione a circa 20-24°. Una delle due l'ho messa a 12° solo al secondo giorno (fermentazione ben avviata) e dopo 15 gg borbotta ancora con una FG a 1012. L'altra l'ho messa immediatamente a 12° e già dopo una settimana è ferma a FG1010. Io mi sarei aspettato al limite il comportamento contrario e comunque una settimana mi sembra troppo poco per una fermentazione completa! commenti? ciao Luca
  4. ciao a tutti, per stimare il livello di amaro ovvero l'IBU, dobbiamo conoscere la %UTIL e il volume del mosto in bollitura. Visto che io faccio la bollitura con mosto concentrato però mi sono posto due domande a cui ho dato già una rispostama vorrei il vs parere. 1) la densità del mosto, da cui dipende il valore UTIL%, è quella del mosto effettivamente in bollitura col luppolo e quindi molto più alta della OG sui classici 23 litri finali dopo diliuizione? non dimentichiamo poi che a t 100 °C non possiamo misurala ma solo stimarla. ---- a mio avviso è quella del mosto concentrato non so se calcolata a 20 o 100 gradi, forse le tabelle di UTIL% ne tengono già conto 2) il volume del mosto è quello in bollitura o quello finale (es. 23 litri)? ------- a mio avviso quello finale, ... è così che la beviamo, ... diluita .. grazie
  5. ciao Conco, la serpentina è autoprodotta con 10 mt di rame + attacchi + spezzone di tubo in gomma. in altezza, intendo la parte avvolta sarà 30-40 cm, io sono di Romano di Lombardia (BG); se sei interessato posso fare delle foto e misure più accurate. la vendo al costo del solo materiale (10 mt di rame, diametro 12 mm. se non ricordo male) ciao
  6. Ciao Drako, il pentolone, mai più usato, è disponibile
  7. secondo me dura molto di più, il rischio sono le infezioni, comunque fra qualche mese avrò la risposta ... bisogna solo provare .... con un lievito fresco di scorta
  8. ciao, io ne ho messo per ora un vasetto in frigo penso che lo userò fra qualche mese ma a quel punto farò uno starter e mi terrò una bustina di lievito fresco d'emergenza; posso dirti che conservo il lievito fresco per panificazione nel freezer da sempre e senza problemi.
  9. ciao, per sanificare l'attrezzatura uso un poco di candeggina, 1 tappo su tutto il fermentatore; dopo aver lavato con acqua calda, lascio in ammollo mestolo, tubo e quant'altro nel fermentatore per 1 ora almeno (a volte per comodità anche fino al giorno dopo). Le bottiglie le sciacquo subito appena svuotate, le faccio scolare e le tappo con carta o con il propio tappo in ceramica, non uso alcun sanificante prima di imbottigliare e non ho mai avuto un problema; tieni presente che ciò che imbottigli è alcoolico e quindi ha già un buon grado di protezione
  10. da un punto di vista tecnico si, magari per lo stile no. unico dubbio è legato al fatto che la ABDJ è più alcoolica e potrebbe richiedere un lievito più tollerante all'alcool ma non mi fermerei davanti a questo; io lo farei
  11. ciao a tutti, ho già fatto diverse cotte sfruttando il lievito che rimane nel secondo fermentatore al momento dell'imbottigliamento e mi è chiaro perchè è meglio farlo nel secondo che nel primo ma qualcuno di voi ha mai provato a riutilizzare il lievito del primo travaso? grazie Luca
  12. ciao Violet, ho fatto più o meno la stessa esperienza; bohemian pils con lievito s34-70, si è fatta una settimana a 16°, puzzava da star male ..... l'ho travasata dopo 10 gg ed è rimasta altri 10gg sempre a temperatura di 13-14°, poi 2 gg a 20° e per altri 20gg a 4-8°. quando ho imbottigliato non puzzava quasi più, così l'ho lasciata ancora al freddo esterno -4°/4° per 20 gg. Adesso è in cantina a maturare ma già ne ho assaggiata una e non è affatto male; certo la temperatura alta non ha fatto bene allo stile della birra ma non è affatto male! dopo questa esperienza credo che per far andar a male una cotta bisogna propio impegnarsi! non disperare, fai la sosta per la riduzione del diacetile e poi lagherizza, vedrai non puzzerà più
  13. ciao, vendo: 1- una serpentina in rame di 10 metri diametro circa 30 cm usata 3 volte, in 10 minuti raffreddi una ventina di litri da bollore a 30° usando acqua di rubinetto da acquedotto; €30 escluso spese spedizione. 2- pentola in alluminio radiante spessore 5 mm da 40 litri marca AGNELLI valore commerciale circa 130€ a 80 escluso spese spedizione. vendo causa inutilizzo; non ho un bruciatore abbastanza potente per questa attrezzatura. sono della provincia di Bergamo Luca
  14. personalmente trovo irrinunciabile il sacchetto per i grani ma per il luppolo non lo uso mai e filtro con un colino; preciso però che uso sempre luppolo in fiori
  15. .. ma sto dicendo il contrario! le quantità di malto sono esatte come i litri di mosto totali, è solo la parte in bollitura che ho minimamente ridotto
  16. ... è la prima volta che mi succede e sono sicuro delle quantità, l'unica differenza dalle precedenti è che ho fatto bollire un mosto più concentrato
  17. Ciao Luca, il prolema è che utilizzando sia Promash che il foglio di calcolo excell di Birramia, mi attendevo una densità iniziale ben più alta. Per me il problema non è se sono riuscito o meno a riprodurre una ricetta, tanto è vero che l'ho messa insieme io per fare una Ale e provare il peated a me sconosciuto, ma è di capire perchè la concentrazione di zuccheri è così bassa. Comunque, dettaglio maggiormentea il procedimento. 1) in una pentola ho messo 8 litri d'acqua e al bollore ho iniziato a mettere il luppolo (targhet) 2) nel contempo ho messo in infusione i grani alla solita temperatura di circa 70° 3) a 45 minuti dall'immissione della prima gittata di luppolo ho aggiunto l'estratto di malto base + la soluzione ottenuta dai grani 4) ho continuato la bollitura nella pentola 1 e sciacquato le trebbie; il risciacquo non l'ho fatto bollire ma messo subito nel fermentatore dopo averlo raffreddato. 5) ho raffreddato e messo nel fermentatore che conteneva già lievito dalla precedente cotta e dopo aver ossigenato ho misurato la gravità.
  18. Buonasera a tutti, oggi ho preparato un mosto di 24 lt con 3,5 kg estratto liquido 300 gr crystal 500 gr peated attendevo una OG intorno a 1,048 e mi ritrovo con 1,038. non riesco a spiegarmi il perchè, sbaglio il calcolo? voi cosa vi sareste aspettati? ciao e grazie Luca
  19. ciao a tutti, qual'è il significato di "capacità di attenuazione di un lievito"? a parità di OG, è corretto aspettarsi una FG finale più alta per un lievito meno attenuante di un altro? grazie, Luca
  20. ok grazie, unico problema, non da poco ma non disperiamo, è che non sono riuscito a tenerla sotto i 15-16 gradi la prima settimana. ciao Luca
  21. ciao a tutti, mi è chiaro che la lagherizzazione va fatta prima di imbottigliare ma si fa dopo il primo travaso o è meglio effettuarla dopo un secondo? es. 10 gg primo fermentatore --> travaso 10 gg secondo fermentatore --> travaso prima di imbottogliare lagherizzare 4 settimane grazie Luca
  22. prepara in freezer 5-6 bottiglie di acqua ghiacciata. inizi poi col metterene solo 4 (6 lt) nel fermentatore e ci versi sopra il mosto. Al termine dello scioglimento del ghiaccio vedi quanto ti manca a raggiungere la temperatura desiderata e decidi se aggiungere ancora ghiaccio o acqua fredda. a questo punto inserisci lievito reidratato e ossigeni. Per quanto riguarda l'ossigenazione, ammesso che questo abbia influenza sull'ossigenazione, è solo a tuo favore; anzi, ti consiglio di usare una frusta o arnese simile per ossigenare e non fermarti a qualche mescolata ma continua almeno per tre, quattro minuti.
  23. adesso sta andando da 48° ma è sui 15°, dovrei tenere la t più bassa, cmq sempre meglio che se non fosse partita del tutto
  24. Ciao a tutti, ho iniziato la mia prima e forse ultima pils a bassa fermentazione. veniamo al dunque: fatto 1 litro di starter 48 ore prima con saflager w34-70 inoculato lo starter a una temperatura presumibilmente di 10°; il termometro del fermentatore non va sotto i 14 tappato per bene dopo aver ossigenato abbondantemente fino a creare una schiuma di 10 cm a 12 ore tutto è fermo e la t continua a essere sotto i 14; forse il locale è troppo fresco (10°) porto il tutto in un locale piu caldo (14-16°), dopo altre 6 ore il mosto è a 14 scarsi, non c'è schiuma e allora do una rimestata. ora non so esattamente come vada, potrò controllare solo questa sera a 48 ore dall'inoculo. sperando che il tutto sia partito, cosa faccio? riporto nel locale piu freddo (io farei cosi) ? se non è partita la fermentazione, cosa faccio? porto il tutto a 20° e ci metto del lievito notthingham ale da alta? ciao e grazie Luca