Alessio1984

Utente Registrato
  • Content Count

    17
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutral

About Alessio1984

  • Rank
    Neo Birraio

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Allora, trattasi di kölsch AG. Temperatura di fermentazione 19 gradi. Idem per rifermentazione in bottiglia. L'errore è stato inserire il destrosio col misurino che andrebbe bene per il saccarosio, in realtà serve più destrosio, circa il 10% in più. Ho contattato Cristiano Finelli, esperto dello staff Mr-Malt. Mi ha detto che aprire le bottiglie e aggiungere zucchero potrebbe essere una soluzione ma che è alto il rischio di infezione. Ma dato che ormai finirebbe in lavandino lo stesso, tanto vale correre il rischio. Domani sarà fatto.
  2. Salve ragazzi. Ho commesso un errore in fase di priming inserendo poco zucchero. Dopo un paio di mesi stappo una bottiglia e me la ritrovo sgasata. Senza tanti giri di parole, ne tanti commenti da superstar mastri birrai in giro, la domanda è questa: potrebbe essere utile aprire tutte le bottiglie e aggiungere un altro po' di zucchero e chiuderle di nuovo? Grazie a chi darà risposte garbate e producenti, ai soliti critici d'arte e maestri del "so tutto io" non rispondo proprio.
  3. Alessio1984

    Rauchbier

    Beh ovvio se sono spillate anche l'acqua ti fa la schiuma
  4. Ovviamente ognuno fa come vuole, ci mancherebbe. Io ancora non ho assaggiato una Weizen così buona come è venuta a me. Poi, il bello ma soprattutto il brutto, è che sui blog o comunque internet in generale tutti scrivono tutto e il contrario di tutto, questo perché ci si bada sulle proprie esperienze.
  5. Una lacrima di zucchero da canna per il priming non vedo come possa così influire tanto sul colore della birra finale. Ammesso che sia una Pils, secondo me le dosi del zucchero sono così basse che non incidono sul colore finale.
  6. Io onestamente non andrei mai oltre i 22 gradi, anche se trattasi di una birra ad alta fermentazione come una Weiss. Sempre tenuto i fermentatori al di sotto dei 22-23 proprio per non creare esteri indesiderati. Credo che una Ale debba fermentare sui 20 gradi tranquillamente.
  7. Alessio1984

    Rauchbier

    Intanto mi sembra un po' troppo 20 gradi per una lager. Poi la schiuma dipende da tanti fattori, quali proteine rest, quantitativo di destrosio e via dicendo. Anche se non ricordo che le mie rauch avessero così tanta schiuma, non sono mica Weizen. Comunque fregatene, importante che sia di ottimo sapore
  8. Bacco ma è normale. Io parlo solo delle mie esperienze, mai avuto problemi travasando....e credimi ne ho fatta di birra in dieci anni....
  9. Il freddo quando chiaramente hai la possibilità di ricrearlo
  10. Già produrre una lager vera e propria da AG è una cosa difficile a meno che non si abbia il totale controllo delle temperature con apparecchiature e strumentazioni adeguate. Ho provato più di una volta a fare delle Pilsner ma aimé non erano mai eccellenti. Non avendo a disposizione strumentazioni per portare la birra a temperature di lagerizzazione ho lasciato stare ed ho virato decisamente sulle Ale. Unica birra lager che è venuta davvero ottima è stata una Rauch con ricetta scaricata da un forum tedesco. Devo dire che è saltata fuori qualcosa di eccezionale. Coi malti preparati raramente si ottiene una lager vera e propria, siamo molto più vicini ad una Kölsch, ovvero una bionda ad alta fermentazione, che comunque è un'ottima birra. Aver usato un lievito a bassa fermentazione ma averlo inoculato a 28 gradi non è stato di certo il.massimo, magari riparte a fermentare ma troppo stress o comunque sbalzi di temperatura non giovano al risultato finale.
  11. Aspetterò qualche settimana in più per dare il giudizio finale, alla fine non credo ci sarà tanta differenza sostanziale
  12. Beh se travasare è una complicanza della produzione o comunque rende la vita più complessa meglio lasciare stare. Credo che il travaso sia una cosa meravigliosa, ad ogni travaso vedi la birra sempre più limpida e più pulita, il risultato finale che si avvicina di più. Non ci vedo nulla di male a travasare qualche volta in più, così come nella produzione di vino anche nella birra è una cosa importante.
  13. Che dirti, credo non ci sia arma migliore per rendere una birra limpida che non il travaso. Per l'ossidazione basta solo prendere le dovute accuratezza. È difficile ossidare una birra se sai farlo bene. Tra sanitizzazione, tubo crystal per travaso e zero splash non capisco proprio come fai a ossidare la birra a meno che non la versi da un fermentatore all'altro manco fosse l'acqua del secchio col mocio.....
  14. Se noti che la densità non scende nonostante sia passata una settimana/dieci giorni fai il travaso. Tendenzialmente è sconsigliato lasciare tanto a contatto una IPA col suo lievito, ne va del sapore finale che comunque si avvicinare ne tanto al sapore di lievito. Fai un travaso, vedrai che la fermentazione ripartirà tranquilla e comunque travadando si "sveglia" il tutto e riparte alla grande. Sconsiglio di portare la fermentazione di un s-04 superiore ai 18-20 gradi, meglio attendere qualche giorno in più e non avere fretta, a meno che tu non voglia bere lievito liquido a risultato finale. Un consiglio: travasa, travasa e travasa ancora prima di imbottigliare.
  15. Onestamente non ho mai adoperato lagerizzazione per rendere limpida la birra, ne usato prodotti specifici se non un po' di irish moss in fase di bollitura, che comunque agisce davvero poco. Credo, secondo il mio personale parere, che un paio di travasi in più aiutino notevolmente a rendere la birra più limpida. Personalmente faccio mediamente 4/5 travasi.