Dani

Utente Registrato
  • Content Count

    81
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Dani last won the day on July 28

Dani had the most liked content!

Community Reputation

5 Neutral

About Dani

  • Rank
    Birraio
  • Birthday 05/01/1965

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Palermo
  • Interests
    Elettronica, motori, fotografia, informatica

Recent Profile Visitors

154 profile views
  1. Inoltre la temperatura del fermentatore è attestata a 25 gradi ( valore tra 24 e 26) quindi credo sia logico pensare che il mosto stesso sia stato a una temperatura maggiore di 25, giusto? Perché se è così nel calcolo del priming devo considerare qualcosa in più di 25. Sbaglio?
  2. Ok grazie. Ma toglimi una curiosità: visto che misuro la densità di un liquido a 25 gradi ( 5 gradi in più rispetto alla taratura dello stesso), sbaglio se considero la densità 1013 e non 1012 (che è il valore che rilevo)?
  3. Grazie x la risposta, io avevo pensato 2,5 volumi per affermare li stile .Sono troppi ? Inoltre la densità è si 1012, ma essendo il mosto a 25 gradi devo correggere a 1013, giusto? Cambia molto? Grazie ancora
  4. Perdonatemi, ma quando scrivo 1002 e 1003 naturalmente intendo 1012 e 1013
  5. Ciao Baccomax, ciao a tutti. Sono alla seconda weiss, ma stavolta grazie alle vs dritte, credo d’aver fatto meglio. In sintesi: il 6 agosto preparo cotta mangrove jack’s bavarian wheat, 1,2 kg liquido wheat, lievito M 20 (inoculato a 25 gradi), 20g di coriandolo e 20 di arancia amara (in infusione). Og =1042 ma il mosto era a 25 gradi, quindi lo correggo a 1043. Imposto una temperatura di 24 gradi e all’indomani ......l’inferno!!!!! La tumultuosa è stata devastante, il mosto è uscito da tutte le parti, ha sollevato il coperchio e otturato il gorgogliatore . Pensate, l’ho dovuto sostituire per ben 2 volte perché si otturava e il coperchio del fermentatore s’incurvava. Abbasso la temperatura e dopo un giorno tutto rientra. Trascorsa la fase tumultuosa regolo il termostato per avere una temperatura (indicata dal termometro a striscia) tra 24 e 26 e così la tengo sino al 13 agosto quando travaso con densità 1016 che correggo a 1017. Ieri ,dopo 17 giorni, controllo la densità e siamo a 1002 (a cui sommo i soliti 0,001 per via della temperatura a 25 gradi). Al palato ha un buon sapore(si sente il bananoso) e un ottimo profumo. Domanda: 1003 è ancora alto per imbottigliare, vero? Aspetto che scenda ancora di uno o due punti? Grazie anticipatamente per i consigli Buona birra a tutti
  6. Ok, a me piace torbida e tanto pure, ma io non faccio testo: a me piace comunque
  7. Cmq io la mia weiss non la Winterizzerei, i residui, il torbido e tutto il resto fanno parte dello stile. Buona birra
  8. Smonta il termostato e trovi 2 fili: unendoli hai bypassato il termostato !
  9. Lo penso anch’io, ma secondo me vale la pena approfondire. Se il sistema del raffreddamento dall’interno funziona con una sola cella (o due) abbiamo risolto una serie di problemi: 1) caldo/freddo selezionabile con un semplice commutatore 2) la temperatura viene rilevata direttamente dal mosto (attualmente per lo più) misuriamo quella del fermentatore 3) silenziosità nella’attesa di sperimentazione....arrangiamoci come possiamo
  10. Eccolo..... dategli un’occhiata https://brewjacket.com/
  11. Allora, le celle sono un’ottima situazione anche perché hai la possibilità di usarle x il caldo e x il freddo. L’unico handicap (in realtà sono 2) è che assorbono un botto ( circa 6 amper) e lo spessore è davvero esiguo per cui il lato caldo e quello freddo si danno fastidio!!!! su wish ho visto che ci sono dei kit pronti fatti con 2 o 4 celle, completi di ventole e quant’altro. Io conto di prenderne 4 ( solo le celle) eppoi usare i dissipatori di vecchi pc in dissuso. Sempre in tema di riutilizzo si possono usare gli alimentatori di pc ( vanno bene da 300-500w) ed eventualmente metterli in parallelo. Naturalmente non sarà come un frigorifero, ma forse vale la pena di provare. Come ultima cosa , non so dove ma tempo fa ho visto che in rete vendevano un fermentatore capace di ospitare un cilindro d’alluminio (?)lungo quanto il fermentatore e con un diametro di 4cm. All’estremita di tale cilindro potrebbe trovare posto la faccia di una cella e l’altra a contatto con un radiatore e ventola. Bisogna trovare un sistema per bloccare tale cilindro immerso nel fermentatore e..... dare corrente. chissà se funziona..... se siete interessati potrei occuparmi della parte elettronica e magari lo realizziamo in società!
  12. Anche io lo sto cercando uno simile, magari anche da riparare. Appena avrò un po’ di tempo voglio fare uno studio sperimentale sulle celle di peltier. Non so se le conosci, ma hanno un potenziale enorme: le devo solo sperimentare. Conto di comprarne almeno 4 e....sperimentare.
  13. Ah.....dimenticavo: grazie sempre x i consigli che mi/ci dai. Buona birra
  14. Quindi il dh lo faccio x 5 giorni a 17/18 gradi? io x controllare la temperatura ho realizzato una camera di fermentazione di poliuretano e ci faccio arrivare l’aria fredda termostatata di un condizionatore portatile ( ho postato le foto e la descrizione nell’area fai da te). Anche qui stiamo friggendo, ma nella cantina di casa a mare attualmente misuro 21-23 gradi