LucioSantus

Utente Registrato
  • Content Count

    276
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    8

LucioSantus last won the day on November 27 2019

LucioSantus had the most liked content!

Community Reputation

27 Excellent

1 Follower

About LucioSantus

  • Rank
    Birraio Intermedio

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Portoscuso - Sud Sardegna

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. dall'immagine che vedo, a patto che tu l'abbia versata nel bicchiere con cura, più che di schiuma persistente parlerei di una carbonazione un pò spinta, le mie birre che avevano una schiuma come quella che vedo in foto spesso usciva la schiuma dalla bottiglia, tipo fontana, piano piano da sola mentre la bottiglia era sul tavolo ed io sorseggiavo, da quel che mi hanno detto era sintomo di una sovracarbonazione. Ma visto che come dici tu è un po presto per berla allo stesso modo è un po presto per parlare. Vediamo tra un po come andiamo.
  2. non so di dove sei, ma se googli homebrewer nella città che t'interessa apparirà sicuramente un negozio dove rivolgerti.
  3. Nell'attesa, ora sto bevendo la Urban New York APA, ottima birra, contrariamente alle APA bevute fino ad oggi amaro praticamente inesistente, fatta con i lieviti in dotazione e zucchero, ottimo sapore, va giù ch'è una bellezza, te la consiglio.
  4. Non posso darti consigli sulle temperature di fermentazione perchè sono kit che non ho mai fatto. In linea di massima vorrei suggerirti che ogni modifica la dovresti fare su di una base certa. Secondo me la base certa è il kit con il lievito in dotazione e lo zucchero normale, saccarosio quindi. Ogni modifica da attuare tipo, beermal, oppure zucchero candito, oppure entrambi beermalt e zucchero candito, lieviti specifici e quant'altro sono modifiche che ti suggerisco di attuarre una alla volta, per essere certo della direzione che stai prendendo modificando la tua birra per raggiungere il tuo gusto ideale. Una modifica per volta per capire se confermare o modificare la rotta in base al sapore raggiunto, successivamente fare ulterirore modifica e così via, fino a raggiungere il sapore che preferisci.
  5. Ho fatto da poco la prima variazione sia con la triple (ora special triple) e che con la diablo (quella vecchia non la nuova strong gold), in entrambe le birre un fermentatore con 1 Kg di beermalt ed uno con 1/2 Kg di beermalt e 1/2 Kg di zucchero candito bruno, precisiamo sono kit da 9 litri che io raddoppio per riempire il fermentatore. Sta finendo di maturare, nei miei progetti pensavo di lasciarla 4 mesi che scadono a fine gennaio, ma sto finendo la mia riserva di birra e penso che inizierò a berla la settimana prossima, poi ti saprò dire. Anche la special belge ho fatto con beermalt e con beermalt e zucchero candito bruno, ma l'ho fatta più recentemente, ci vuole ancora tanto prima di poterla assaggiare. Dalle misurazioni che ho fatto mettendo come fermentabili al posto dello zucchero da cucina beermalt o beermalt più zucchero candito ho avuto una resa alcoolicamente leggermente inferiore, ma stiamo parlando moto poco su birre che fatte con zucchero da cucina mi sono uscite a 7,5° e 7,8°. Anche se ho perso qualcosa di alcool ne rimane quanto ne vogliamo, se il gusto ci guadagna come spero, beermalt e zucchero candito bruno tutta la vita.
  6. I tempi di maturazione dopo l'imbottigliamento dipendono dallo stile di birra, in generale le birre bionde sono più veloci delle birre più scure. Ma è anche vero con il tempo tutta la birra migliora, per cui ti darei questo consiglio. Scegli il tempo di maturazione che ritieni opportuno per lo stile che prepari e poi esegui a rotazione i vari kit senza bere, trascorso il periodo iniziale ti toverai uno stoccaggio che ti permetterà di avere una birra da bere quando aspetti la maturazione della birra che haI appena fatto. Sarà una rotazione costante bilanciata con il quantitativo di birra che bevi nei mesi che hai stabilito per la maturazione.
  7. Io come berghem metto lo zucchero dopo il travaso, non fosse altro perchè così so precisamente per quanti litri devo calcolare lo zucchero da aggiungere.
  8. Sono anche io amante delle birre belghe, i kit con malti che ripropongono quei sapori sono quelli della brewferm. Io ho provate tutte le scure, tranne la chistmas (ora winter ale) che era più costosa delle altre, o meglio a parità di costi si realizzavano meno litri, giusto per capire quale si avvicinava maggiormente al gusto che cercavo. Detto questo devo anche dirti che nonostante il colore delle birre sia molto scuro, sono birre che non esagerano nei sapori dati dalla tostatura del malto, per cui il classico sapore di liquirizia delle birre scure è quasi, se non totalmente, inesistente. Per i miei gusti mi sono attestato su due birre la Special Belge (ex gallia) e la Belgian Tipel (ex triple). Mi è piaciuta molto anche la Diablo che ora si chiama Strong Blond, ma da quando ha cambiato nome ha anche cambiato colore della birra che sembrerebbe una bionda. Non l'ho ancora provata per saperti dire se il gusto è cambiato, ma l'ho comprata ed a breve la farò. Sto anche provando anche birre più economiche per vedere se il gusto si avvicina a quello che preferisco, ne ho trovate diverse. Se vuoi posso indirizzarti.
  9. Semplice, metto due dita di birra sgasata e riempio il bicchiere con birra gasata...
  10. Io ti dico come mi comporto io, quando trovo qualche bottiglia sgasata in un kit, ed ogni tanto capita, uso allungarla con una birra gasata, nel bere non me ne accorgo nemmeno e nel giro di qualche birra ho risolto. Certo che con tutta la cotta la cosa si fa più complicata, dovresti fare un'altra un pò più spinta nel valore massimo del primming ed allungarla. Non credo che rifare oggi un secondo priming sia la soluzione, sarebbe difficile calcolare quanto zucchero aggiungere.
  11. Come ho già detto, io il termostato lo pago 3,90 euro il cavo riscaldante costa 25-30 euro, ma fino a quando le troverò il caldo lo farò con due lampadine ad incandescenza, ma penso che le scorte nei negozi stiano finendo.
  12. Visto che stai iniziando ora a fare l'esperienza di birrificare io ti do il consiglio di dotarti da subito di una camera di fermentazione a temperatura controllata, visto che non possiamo prevedere che cambiamenti climatici e quindi di temperatura che possono avvenire nel tempo neccessario alla fermentazione, il rischio è che ci siano cambiameni di temperatura della stanza che incidano sulla fermentazione. La camera di fermentazione più comune è un vecchio frigorifero controllato da un termostato che ti pilota sia il freddo d'estate che il caldo d'inverno. Io per il caldo uso lampadine ma molti usano i cavi riscaldati per terrari. Come termostato è molto difuso l' Inkbird, ma io ne uso uno analogo che costa molto meno, se vuoi in privato ti posso dire che tipo è.
  13. Avevo immaginato, non pensavo però ad una evaporazione così massiccia, la prossima volta rabboccherò il gorgogliatore dopo qualche giorno, dopo la tumultuosa.
  14. Io da un po di tempo sto usando l'alcool alimentare, quello a 95°, ho notato che il livello a fine fermentazione è considerevolmente minore, come se evaporasse, per darvi una idea, io metto alcool fino a riempire mezza pallina centrale, e alla fine della fermentazione mi ritrovo l'alcool solo nella curva bassa del gorgogliatore, tutte le palline sono completamente vuote, è possibile?