Jimmy

Utente Registrato
  • Content Count

    641
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    21

Jimmy last won the day on October 14 2019

Jimmy had the most liked content!

Community Reputation

61 Excellent

About Jimmy

  • Rank
    Mastro Birraio

Profile Information

  • Location
    Sardegna

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Ma infatti si può provare tutto Personalmente quando ho avuto l'esigenza di fare delle cotte piccole di prova in all grain mi son fatto un fermentatore usando un secchio più piccolo.
  2. Ok...boh ripeto, secondo me il rischio c'è.
  3. Cambia poco secondo me, lo stai lasciando comunque a metà, lo spazio vuoto è tanto. E' un kit o vuoi fare una cotta E+G o all grain da 15 litri?
  4. Ciao, non è detto che se il gorgogliatore non canta il lievito non stia lavorando, infatti come vedi la densità è scesa, sei solo al quarto giorno, abbi pazienza Il rifrattometro in presenza di alcol (quindi anche durante la fermentazione) sballa la lettura di vari punti, è più affidabile il densimetro in questa fase. Oppure usi un calcolatore di correzione tipo questo online: https://www.brewersfriend.com/refractometer-calculator/
  5. Ciao, fare 12 litri e farli fermentare in un fermentatore da 32 litri sì, è sconsigliato, lasci troppo spazio morto e prima di saturarsi di CO2 all'interno è probabile che il contatto con l'ossigeno vada ad ossidare il mosto.
  6. Perdonami Cheap, ok che i forum son fatti proprio per chiedere consigli e qui si risponde e ci si confronta sempre volentieri, però almeno leggili i messaggi Sia Morrison che Bacco ti hanno scritto chiaramente di non aggiungere zucchero, non so in che manuale l'abbia letto ma secondo me hai solo confuso qualcosa (dubito che qualcuno dello staff di Birramia possa scrivere una fesseria simile). Per quanto riguarda la temperatura, usa un termometro di quelli per alimenti. Costa pochi euro e ormai si trovano ovunque, se vorrai continuare con questa passione e lo spero vivamente per te, un termometro è indispensabile nell'attrezzatura base di un homebrewer. Comunque, per reidratarlo mettilo appunto in un bicchiere d'acqua a 25 °C, la quantità d'acqua corrisponde circa a 10 volte il peso del lievito, ce lo lasci per 30 minuti, apri il fermentatore e lo versi senza mescolare. Ovviamente occhio a sanificare bene tutto, termometro compreso.
  7. Io il luppolo ve lo spedisco volentieri...ma per ora preferisco rimanere qui in Sardegna! Sto aspettando che finisca questo isolamento anche per mettere a dimora le nuove piante che al momento scalpitano nei vasi in giardino
  8. Ciao Tonino e benvenuto Se per ora fai solo kit alla fine devi riscaldare giusto qualche litro d'acqua, ma se in futuro dovessi passare alle altre tecniche come E+G ed All Grain non te ne faresti niente di una pentola da 10 litri. La prima che ho preso io quando ho iniziato con E+G era da 35 litri (se puoi in acciaio inox mi raccomando), per i kit invece mi son sempre arrangiato con pentole che avevo già a casa.
  9. Jimmy

    Pilsner Birramia E+G

    Ma scherzi? Il Whirpool si fa in all grain a fine bollitura per quello che dici tu...prova a farlo in fermentazione e otterrai una birra bella ossidata e comunque torbida, rimetterai in circolo il lievito che si era depositato sul fondo.
  10. Ahahah sì ovviamente intendevo FG
  11. L'importante è che aspetti che torni all'OG giusta mi raccomando, non farti prendere dalla fretta altrimenti rischi sovracarbonazioni pericolose. 6 gr/lt è bella carbonata, che stile è?
  12. Stai calmo prima di tutto A questo punto non ti resta che lasciare il fermentatore chiuso (col gorgogliatore ovviamente) e aspettare che lo zucchero che hai aggiunto venga fermentato, ora non so che quantità hai messo ma parlando di soluzione di priming credo che in 1 massimo 2 giorni tornerai a OG. Quando ti arriva il tappatore, controlla se la densità è nuovamente la stessa di quella che avevi prima di imbottigliare, fai un nuovo priming e procedi. E la prossima volta stai più attento.
  13. Ciao Simone, vista la situazione generale tutto sommato qui va benino dai, spero che anche dalle tue parti l'emergenza non sia grave. Allora, come hai scritto tu ti tocca solo aspettare l'altra bustina, se parliamo di basse fermentazioni per una cotta da 23 litri con O.G. max 1050 ti servono almeno 2 buste di quel lievito, ora non ho calcolatori alla mano e non li ho mai usati, forse anche in quel caso sei in underpitching, posso solo dire che nelle 2 basse che ho fatto finora con situazioni simili alle tue, 2 buste mi son comunque bastate per avere una fermentazione veloce (pure troppo forse, da una bassa pensavo mi servisse più tempo) e senza off flavours indesiderati, segnali che indicano che il lievito ha lavorato sotto stress. L'unico modo per replicare il lievito secco sarebbe uno starter, ma come ribadito da anni di discussioni anche online, con i secchi non si fa. Ed il motivo è semplice, mentre nei lieviti liquidi anche freschi di produzione le cellule di lievito tendono a morire molto in fretta, in un secco hai una concentrazione molto più alta di cellule che rimangono vive a lungo, quindi dovresti fare uno starter adeguato (tipo 5 o 6 litri per una busta) altrimenti ti ritroveresti in un ambiente saturo di lievito in cui tutte quelle cellule non troverebbero abbastanza nutrimento per replicarsi correttamente e per forza di cose morirebbero, paradossalmente potresti trovarti con meno cellule attive rispetto al punto di partenza. Va da sè che fare uno starter così grosso è antieconomico, con quello che costa l'estratto di malto conviene molto di più comprare le altre buste di secco che servono. Fermentare con una sola busta anche a 12 - 13 °C lo escludo, troppo stress per quel lievito, sai quante puzzette poi ti tirerebbe fuori Soprattutto in una lager che dev'essere estremamente pulita, come stile non ti perdona eventuali difetti del lievito in fermentazione.
  14. Il consiglio in generale è che il metabisolfito NON è un sanificante. In sostanza è solo un antifermentativo, cioè serve a tenere "stabile" un ambiente già sanificato. Ad esempio, in un fermentatore già sanificato con la candeggina, lavarlo col metabisolfito terrà a bada un'eventuale proliferazione batterica, ma stai sicuro che se malauguratamente hai un fermentatore dove si è sviluppata un'infezione e lo tratti solo col metabisolfito, a quell'infezione gli fai un baffo. Quindi sì, se proprio hai una bustina e la vuoi usare fallo tranquillamente, ma prima sanifica con un altro prodotto. Personalmente ne ho ancora una busta da 1 kg e sono anni che non lo uso più, so che in qualsiasi kit per HB viene messo di serie, ma sanificare non è il suo scopo.
  15. Ma hai letto quello che ti ho scritto?