-berghem

Utente Registrato
  • Content Count

    594
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    15

-berghem last won the day on January 4

-berghem had the most liked content!

Community Reputation

35 Excellent

About -berghem

  • Rank
    Mastro Birraio

Contact Methods

  • Website URL
    www.stefanolorenzi.org

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Lombardia

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Ma i fermentatori di plastica quanto durano? Io birrifico da 3 anni, i primi due anni aveco 2 fermentatori, ora ne ho 3 e li uso a girare. Onestamente mi pare che anche la plastica duri parecchio, magari non eternamente, ma se durasse anche solo 5 anni un fermentosaurus ci sta...
  2. Premesso che non sono un esperto un fustini perchè non li ho mai usati. Ad ogni modo, in quel caso non essendoci bombolette di CO2 aggiuntive, devi mettere la quantità di zucchero prevista per la tipogia di birra. Il fatto che dopo qualche giorno perda tutta la CO2 è normale, quel fusto è come se fosse una bottiglia, cosa accade alla tua bottiglia di birra dopo qualche giorno se la rimetti nel frigo? si sgasa! I fusti vanno bene se organizzi una festa e in una serata finisci il fusto, max il giorno.
  3. Non lo so, girami un link dei fusti a caduta, ma in qusi presumo gli metti lo zucchero ideoneo al tipo di birra
  4. caspita, economicamente poca differenza con quello da 30 Litri (easygrain fermenter).
  5. Questo non è molto pratico, vero che avrei da lavare un solo fermentatore, ma forse ci metto meno a lavare un fermentatore rispetto a iniettare la soluzione zuccherina in ogni bottiglia. Sbaglio? E' giusto per valutare i pro e il contro. Vorrei capire quali dei seguenti strumenti di fermentatazione ha il miglior compromesso, qualitativo, di costo e di praticità: Fermentatore piatto in plastica --> economico (costo 15/20 euro), ma la plastica conserva gli odori Fermentatore in acciaio piatto--> costo 100, ha il vantaggio che l'acciaio non conserva odori Fermentatori troncoconici in plastica --> costo 100/150 euro ha lo svantaggio del primo permette di non fare travasi e FORSE una birra più limpida, ma occorre fare priming ad ogni bottiglia Fermentatori troncoconici in acciaio--> costo 200/250 essendo in acciaio non conserva odori, ma come per il punto 3 priming in ogni singola bottiglia Al momento sono al punto 1 ho adottato il trucco di bacco di inclinare il fermentatore dalla parte opposta del rubinetto (vediamo quando imbottiglio), in modo che i residui siano lontani, comprerò il filtrino da mettere all'interno e forse compro il baucher per filtrare. Sicuramente questa è la scelta più economica, ma da quando ho smesso di fare il travaso intermedio (per ridurre rischio ossidazione e per avere un fermentatore in meno), devo ammettere che le birre sono molto più torbide (per questo ho la tentazione del troncoconico), ma considerati i costi voglio valutare bene pro e contro delle 4 possibilità.
  6. Sono sempre più tentato al passaggio del fermentatore in acciaio in particolare al tronconico. Considerati i costi voglio prendermi tutto il tempo e valutare bene. il vantaggio di avere nella parte sotto il lievito e il vantaggio di non dover travasare per l'imbottigliamento, ma come funziona il priming? devo mettere lo zucchero in ogni bottiglia o posso metterlo nel fermantore? Potrei comunque mischiare?
  7. Ma se dopo due settimane di fermentazione (senza travaso intermedio), la travaso e la lascio a 12 gradi per altre 2 settimane, non si ossida? Non c'è il rischio che la parte superiore del fermentatore non si riempia di CO2 visto che ormai ha già fermentato? Io ero tentato di lasciarla una settimana a 12 gradi, ma senza travaso, in modo di non farla ossidare e di far cadere ancora un po' di lieviti, nel frattempo ho inclinato il fermentatore.
  8. Quindi lasci qualche settimana al fresco, ma non al freddo? Vorrei provare una settimana a 12 gradi...
  9. Ho visto uno youtuber che ne usa due in serie, prima quello rosso per levare il più grosso, poi il blu. Cosi intasa meno
  10. Io non ce l'ho, però siccome è una cosa che mi tenta ti posso dire che mi hanno sconsigliato i fusti da 5 L in latta perche dicono che alla lunga sa di latta (cosi mi ha detto un homebrewer che conosco), ma di prenderli in acciaio (e costano). Per il priming 2,5 gr per litro indipendnetemente dalla birra, perchè la CO2 mancante viene forzata con la bomboletta. Una volta aperta va finita nel giro di qualche giorno.
  11. Si, ma per fare 23 litri mediamente occorrono almeno 5kg di grano, li quanti ce ne stanno? Al di la della macinatura, lo vedo poco pratico per AG, gagari potrebbe andare se uno fa E+G e le quantità sono poche
  12. Oltre al filtrino mi tenta questo https://www.birramia.it/bouncer-classic-filtro-per-birra.html Qualcuno lo ha provato?
  13. azz, io sarei tentato di passare dalla serpentina allo scambiatore anche per motivi di spazio.... Che problemi hai con lo scambiatore e la pulizia? Che trattamenti bisogna fare?