DAVIDROVORA

Utente Registrato
  • Posts

    781
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    48

Everything posted by DAVIDROVORA

  1. quasi sicuramente la F.P.C.C. è intervenuta per favorire una contaminazione
  2. spara sta ricetta....che ci si da un occhiata
  3. ciao...spiacente per la risposta tardiva ma questo forum è restato in panne per lungo tempo e non lo aprivo nemmeno più...il tuo problema è che la fermentazione prosegue in bottiglia...la gatta frettolosa colpisce ancora...purtroppo dopo natale è un fatto ricorrente. ma è tutta arte che entra...la prossima volta imbottiglia dopo almeno 15 20 giorni...e lo zucchero scioglilo tutto nel bidone dopo averlo bollito.
  4. Ciao l'unico consiglio potrebbe essere di perdere il vizio di imbottigliare dopo dieci giorni....ne guadagni in pulizia e sicurezza. se ti continua la fermentazione in bottiglia è inutile dirti che ti salta tutto in aria
  5. non morirai tranquillo....almeno una volta è capito a molti homebrewers!!!(me compreso alla prima fermentazione!!!)
  6. per fortuna è ancora vivo quel papa!!!
  7. beh si se parliamo di fiale o buste in scadenza hai perfettamente ragione....ma bene o male se vedo la scadenza a due anni di distanza vuol dire che per un secco è di recente produzione e mi fido!!in caso di liquidi prossimi a scadenza starter a vita!!!poi avrò avuto anche sempre C**O e i corrieri che lo trasportavano me lo massaggiavano gli facevano manipedicure barba e capelli taglio unghie e borotalco!!!!
  8. IngredientiLievito, emulsionante E491.Peso in Grammi11,5StileAltaTemperatura C°18-24Tolleranza all'alcol %9,5FlocculazionePolverosaAttenuazione app. %70Esteri totali (ppm)37Alcoli Totali (ppm)228Zuccheri totali residui22 g/lMaltotriosio residuo11 g/lQuantità consigliata1 bustina per 23 l - 50-80 g/hl in fermentazione primaria - 2.5-5 g/hl in rifermentazioneProfilo aromaticoSpeziato/FruttatoStili di birraImperial Stout, Barley Wine, rifermentazione in bottiglia e fustoData di scadenza30/nov/2020 Scheda tecnica...dovrebbe parlare chiaro...un amico mastro birraio che quindi non birrifica per gioco come noi,mi ha sempre detto di lasciar perdere quei programmi che per le sue cotte(300 litri in media)gli farebbero inoculare piu lievito che malto!!!!nel pub dovrebbe far pagare una pinta 37 euro!!!
  9. mi domando come possano poi commercializzare un kit che tutti dicono che deriva da ricetta collaudata consolidata testata e ginocchiata che alla fine non fermenta perchè c'è solo una busta di lievito secco????
  10. in linea teorica l'indicazione a tergo della bustina bustina dice tutto e il contrario di tutto...io non voglio spingere nessuno giù dal precipizio e premetto che non interessa nemmeno a me tentare il suicidio ad ogni cotta,ma ad onor del vero e parlo per esperienze dirette,le fermentazioni le ho sempre portate a termine senza ammorbarmi in programmi per l'acqua,per l'inerzia termica,per l'evaporazione,per il pitch rate per il dimensionamento delle piastre in controflusso ecc ecc ecc ecc ecc... e spesso le ho portate a termine con una sola bustina perchè solo quella avevo(sia basse fermentazioni sia OG elevate per stile belga) Ovviamente non so dire quanto sarebbe venuta meglio la birra se avessi aumentato le dosi....anzi si...con la seconda belga stessa ricetta e doppia bustina (ex abbey)il sentore di lievito permaneva nelle bottiglie dal primo assaggio della birra acerba all'ultima fiala dopo 6 mesi e più di maturazione... Non voglio essere frainteso per carità ma dar retta a un algoritmo che mi fa usare 35 bustine di lievito per una cotta da 20 litri per me è eccessivo...poi ovviamente ognuno agisca come meglio crede ma dico solo che su diversi ettolitri prodotti(birra buona o ciofeca che sia)non si è mai fermata la fermentazione per underpitching. Salute
  11. il safAle T 58 è un lievito secco ed in linea di massima non andrebbe starterato...a parer mio puoi fermentare tranquillamente con una sola bustina,ma per non rischare puoi inocularne 2...
  12. metti lo scotch sia dentro sia fuori a coprire il buco in modo che la colla resti coperta....tanto prima di metterci il mosto sanitizzi, giusto ?
  13. A me interesserebbe più che altro ficcarci dentro la mia birra ma non so se il torp regge alla carbonazione...e non credo...
  14. io ho provato in vari modi a reperirli sul mercato ma purtroppo senza successo... cmq oltre a quelli brevettati the sub, ci sono altri prodotti simili,per capirci,quelli per spillatori portatili da bar,mi pare che siano da10 L...il bar sotto casa ne ha uno a marchio "porelli"4 luppoli....appena lo cambia vedo cosa si può scoprire!!!
  15. Sarebbe bello agganciare i fornitori dei torp vuoti,farsene una scorta e metterci dentro il proprio nettare anche a rifermentare e maturare(se non esplodono tipo baghdad!!!) A quel punto avrebbe più senso acquistare la spillatrice,e nel nostro piccolo faremmo concorrenza a quei merdosi della inBEV che assorbono microbirrifici in difficoltà in giro per il mondo per poi schiacciarli come pidocchi fetenti...
  16. ciao forse ho sbagliato a non rifare lo starter ma a me è capitata la stessa cosa e ti posso dire che dopo 3-4 gg il lievito nello starter era ancora vitale e ha fatto il suo lavoro....unico consiglio che mi sento di darti é di inocularlo a T ambiente in modo da evitargli shock termici che lo metterebbero KO.ciao
  17. ti scuso poiché anche io sono abbastanza ignorante in materia!!!penso che con l'agitatore si mettano a disposizione meglio i nutrienti del minimosto al lievito,in quanto non essendo un ambiente statico si facilita la cosa....forse muovendosi continuamente si alzano anche i livelli di ossigeno presente e si mantiene più vitale il lievito stesso.ma anchio attendo perle di saggezza da chi ne sa più di me!!!
  18. Non ci avevo pensato mi complicavo l'esistenza con la soluzione davanti agli occhi!!!!Vero!!!!!agitatore magnetico!!grazie provo a costruirlo se é fattibile....o sennò lo comprerò ciao Morris e grazie!
  19. è proprio lo starter che vorrei ossigenare....per questo la domanda....
  20. Ciao signori, avendo avuto qualche difficoltà ultimamente specie con lieviti secchi forse mal conservati,soprattutto da bassa fermentazione,avrei voluto provare ad ossigenare come si vede in qualche video in rete.Devo comprare una bombola che una volta vuota va buttata o ci sono altre soluzioni magari anche meno costose visti i prezzi di 130 eur per bombola da litro???qualcuno usa questa tecnica???grazie mille in anticipo