Roy

Utente Registrato
  • Numero messaggi

    292
  • Registrato

  • Ultima Visita

  • Days Won

    31

Roy last won the day on 25 Luglio 2017

Roy had the most liked content!

Reputazione comunità

64 Excellent

1 che ti segue

Che riguarda Roy

  • Rango
    Birraio Intermedio

Profile Information

  • Location
    Guidonia

Ospiti che hanno visualizzato il profilo

575 lo hanno visualizzato
  1. Roy

    FG 1020 da 7 giorni

    Comunque per fermentare la qualsiasi ti consiglio più che l'S04 lo US05: il primo è un lievito che in certe occasioni si pianta con la densità e riparte dopo qualche giorno di lag, inoltre va gestito bene con la temperatura, se lo usi a 20° ti da un profilo, a 24 un altro, a 18 ancora diverso, mentre lo US05 è più costante e lavora con poche distinzioni sia a 18 che a 22°. per qualche approfondimento ti rimando qui: http://brewingbad.com/2016/10/provo-a-dire-la-mia-su-qualche-lievito/
  2. Roy

    FG 1020 da 7 giorni

    Il lievito è un microrganismo, risente dello stato di conservazione e del tempo passato dal confezionamento, oltre che dal tipo di inoculo. Dato che non c'è molto lavoro di selezione sui lieviti impacchettati nei kit, né di conservazione o filiera (i lieviti secchi ad esempio li ho sempre visti venduti in refrigeratore), perdono molta vitalità, cioè capacità di riprodursi nel mosto. Quando il lievito perde vitalità o quando ne usi troppo poco rispetto al quantitativo del mosto e alla sua densità si finisce in underpitching, cioè in una condizione per la quale il lievito esaurisce i suoi cicli replicativi prima di aver sfruttato tutti i fermentabili...e la densità si pianta.
  3. Roy

    FG 1020 da 7 giorni

    Manca l'informazione più importante: che lievito hai usato?
  4. Roy

    Brewmaker IPA diario

    Mi intrometto dopo la fase di raffreddamento per la sedimentazione (volgarmente: winterizzazione) basta mettere la soluzione per la rifermentazione nel contenitore d'imbottigliamento (vedi sotto) Il fatto della sospensione non sedimentata è dovuto al tempo in cui il campione è stato in frigo (poco) e alla quantità relativa al peso della sospensione totale (poca per formare un fondo compatto); comunque il problema che ti sedimenterà di tutto sul fondo a contatto col rubinetto c'è, si evita usando un auto-sifone meccanico che riesce a pescare dall'alto sfruttando la gravità (mettendo più in alto il sifone col bidone e più in basso quello ricevente) così da evitare l'uso del rubinetto: ciò ti permette anche di separare il mosto dalla "torta" di lieviti che ti si formerà sul fondo, quella che in enologia si chiama volgarmente "la madre", che se pur compatta se smossa ti manda all'aria tutto il lavoro fatto con la sedimentazione a freddo
  5. Roy

    Temperatura di sanificazione del mosto

    95-100°C per almeno 15 minuti
  6. Roy

    Brewmaker IPA diario

    Dipende comunque dai gusti, 3.5-4% abv sembra più una gradazione da session che da IPA vera e propria, cioè in OG ci avrei visto più 1.055
  7. Roy

    Brewmaker IPA diario

    Credo abbiate sbagliato qualche dose o sulla diluizione del mosto o sull'aggiunta di zucchero
  8. Roy

    Brewmaker IPA diario

    Considera che puoi fare una stima della % alcol finale dalla densità pre inoculo, considerando una discesa 1.034>1.008 dovrebbe venirti una birra tra 2.5 e 3 %abv, un po' pochino considerando che un'IPA sta sui 5-6 %abv
  9. Roy

    Brewmaker IPA diario

    Ma densità iniziale 1.034? secondo il kit doveva essere così? più che ipa pare gradazione da mild...
  10. Roy

    Fg che non scende

    La bustina l'hai reidratata? se l'hai inserita a secco nel mosto potrebbe essere underpitching, magari era più vetusto del solito o per qualsiasi condizione, dallo shock osmotico al non completo discioglimento, non è stato inoculato a dovere. nel caso tu abbia fatto reidratazione potrebbe essere una fase di quiescenza, i lieviti a ceppo "inglese" come l'empire certe volte si bloccano e ripartono dopo qualche giorno anche di botto, mi pare anche brewing bad avesse avuto un esperienza simile, ma vado a memoria
  11. Roy

    Consigli Real Ale

    A parte l'infinità di topic riguardanti il miglioramento di eventuali kit, recap -Compra a parte una bustina di lievito diversa da quella fornita pertinente allo stile -Segui una fermentazione pulita sotto il profilo delle temperature -Prova ad aggiungere qualche speciale in steeping inerente allo stile -Fai Dry hopping per enfatizzare l'impatto dei luppoli che di solito nei Kit luppolati va a farsi benedire Non mi viene in mente altro, se non che trovo abbastanza ridicola la vendita di kit REAL ALE che più che essere uno stile in sé è un'icona del bere tradizionale anglosassone, ma tant'è
  12. Roy

    Primo All Grain

    Ovvio, già sto in esercitazione epatica per non fare brutte figure
  13. Roy

    Primo All Grain

    La birra che combatte lo scorbuto
  14. Roy

    EurHop

    Ma tra tutti tavoli chissà come mai ho scelto proprio quello in cui si era appena conclusa una degustazione clandestina hahahaha bella reunion improvvisata con voi pazzoidi della "East coast", spero ci sia occasione per un altrettanto bella "prossima"
  15. Roy

    Arresto fermentazione dopo 3 giorni.

    Il tempo prima che il lievito inizi a fermentare (lag time, nel tuo caso 9 h) è suscettibile di molte varianti, tra cui l'ambientamento alla nuova nicchia biologica, l'inizio di produzione degli enzimi utili al metabolismo, la riproduzione e la propagazione nel mezzo (il mosto), nonché il ceppo stesso e stai tranquillo, che alcuni hanno lag time anche di 12/16 h! abbassare la temperatura successivamente alle prime 72h di fermentazione è poco utile, perché il grosso del metabolismo si svolgio proprio in questo lasso di tempo ed è proprio qui che la temperatura reale della birra in fermentazione può superare tranquillamente 2/3°C rispetto a quella ambientale e questo si riflette in alcune caratteristiche della fermentazione stessa: punto 1, rapidità della fase tumultuosa, che normalmente dura fino a 5 giorni e che può velocizzare anche a 2 e punto 2, produzione di esteri e alcoli secondari oltre le soglie accettabili, in questo caso potresti avere una birra poco pulita sul profilo dei profumi e/o che sembra più alcolica di quanto non sia in realtà. Detto ciò vai tranquillo, l'Us-05 è un lievito di cui ci si può fidare