fedeghine

Utente Registrato
  • Content Count

    306
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    11

fedeghine last won the day on December 27 2016

fedeghine had the most liked content!

Community Reputation

49 Excellent

4 Followers

About fedeghine

  • Rank
    Birraio Esperto
  • Birthday 12/30/1992

Profile Information

  • Location
    Rimini

Recent Profile Visitors

1,956 profile views
  1. Ciao. Dopo anni di silenzio del forum riappaio postando la ricetta testata su 20 litri della mia imperial double chocolate stout, avevo piacere di condividerla dato che è la prima ricetta creata da me Tipo: Imperial stout Litri Finali: 20 OG: 1.137 FG: 1044 Alcool: 12,5% (circa) EBC: 77.4 IBu: 62.5 Malti: 600g special B in in infusione 400g Chocolate in infusione 400g estratto liquido chiaro in ebollizione 150g estratto liquido chiaro per lo starter 6.45 kg di estratto liquido in fermentazione Luppoli: 30 g target (60 min in hop bag) 20 g East Kent goldings (30 min in hop bag) Spezie 50 g fave di cacao (10 min in hop bag) 60 g scaglie quercia Vanilla da aggiungere dopo primo travaso (vedi procedimento) Lievito Mangrove Jack's M15 Tempo di infusione: 60 min Tempo di bollitura: 60 min Litri infusione: 5L Litri preboil: 10 L Litri finali nel fermentatore: 20 L Procedura: 0) 2 giorni prima della preparazione eseguire lo starte di lievito da 1L (oppure usare 2 bustine invece che 1) 1) Fare infusione con i grani in 5L di acqua a 68-70 ° per un'ora 2) lavare le trebbie con circa 5L di acqua a 68-70° in modo da arrivare a 10L di mosto per la bollitura 3) portare il mosto ad ebollizione 4) aggiungere 30 g target appena inizia a bollire (rimboccare il mosto con acqua calda in modo da rimanere attorno ai 10L) 5) dopo 30 min aggiungere 20 g East Kent goldings 6) dopo altri 15 min aggiungere la seprentina per sanificarla 7) dopo altri 5 min ggiungere 50 g di fave di cacao (danno un profumo e sapore migliore rispetto al cacao in polvere) 8) dopo altri 10 min (tempo totale di ebollizione = 60 min) spegnere il fuoco e aggiungere il resto del malto, in questo modo lo si sanifica! 9) attaccare la serpentina e raffreddare il mosto 10) travasare il tutto in fermentatore, aggiungere il litro di starter e portare a 20L cercando di mantenere la temperatura iniziale introno ai 20° 11) Dopo una settimana, travasare tutto nel secondo fermentatore aggungendo le scalgie di quercia sanificate ( io uso un attrezzo per cuocere le verdure al vapore, le inserisco per 10/15 min) e lasciare in infusione per una o due settimane 12) travasare e imbottigliare utilizzando 3 g/l di zucchero per il priming 13) lasciare ad invecchiare per 5/6 mesi Il risultato è una birra molto scura con poca schiuma, dal sapore molto forte con un inzio dolce a cui seguono note forti di cioccolato fondente con un sottofondo di speziato, legno, vaniglia e liquiriziaed un amaro finale dovuto ai luppoli ed al cacao che bilancia la dolcezza inziale, ideale per le sere davanti al camino!
  2. Il chimico ha la soluzione!!!!! il percarbonato di sodio reagisce in soluzone con la seguente reazione 2(Na2CO3·1.5H2O2) → 2 Na2CO3 + 3 H2O2 L'ipoclorito di sodio reagisce poi con l'acqua ossigenata che si libera secondo la reazione NaClO + H2O2 → NaCl + H2O + O2↑ e questo spiega la reazione che si vede. La patina opaca secondo me è dovuta al fatto che in soluzione ci sono sia ioni carbonato che ioni calcio e quindi si ha la precipitazione di carbonato di calcio (che sarebbe calcare) dato he è poco solubile in acqua. La conferma della mia teoria è che il residuo viene eliminato dall'acido, infatti il carbonato di calcio reagisce con gli acidi dando prima bicarbonato di calcio (solubile in acqua) e poi ioni calcio e CO2 . In parole povere, è normalissimo calcare
  3. Ho paura che le sostanze aromatiche rimaste siano poche......
  4. Ehhhhhh il mio dubbio era proprio se il lievito da sidro è adatto o meno..... ho notato adesso che sopra ho scritto e non si poteva capire che intendevo chiedere se il lievito da sidro va bene..... sono sempre più esaurito, yeeeeeeeeeeee!!!!!!!
  5. Dalle nostre parti il fragolino è l'infuso di fragole in alcool acqua e zucchero (stesso procedimento del limoncello)
  6. Buonasera a tutti. Finita la produzione di birra vorrei provare a produrre un fermentato di fragole. Dite che quello per sidro va bene? Ma soprattutto...... come cavolo lo chiamo? Sidro o vino?
  7. No non centra il malto.... per me è la temperatura
  8. Ma in realtà con una OG di 1062 avresti dovuto ottenere una FG di 15,5 per cui direi che ci sei.... per quanto riguarda l'OG elevata probabilmente è legato sia all'utilizzo del malto, sia probabilemnte ad stratificazione del mosto che ha causato una densità più alta in fondo
  9. Ciao!!! Dal punto di vista aromatico non ne ha bisogno, dal punto di vista visivo sarà meno torbida ma se non ti importa puoi non farla
  10. penso che anche per la stout due settimane possano bastare
  11. ciao! io con 3g/L ho un sentore pronunciato, per la prima con le scaglie al naturale ti direi di stare sui 2g/L o forse anche meno, per la seconda invece direi che 3g/L vanno bene..... per le tempistiche io personalmente terrei una settimana le scaglie a bagno nel whisky e poi le lascerei nella birra per 2 settimane
  12. Ciao! Li metti in infusione appena spegni il fornello e li lasci durante la fase del raffreddamento per poi toglierli prima del travaso nel fermntatore
  13. Prossimo anno ci facciamo un bel giretto al FOB tutti insieme, io quel locale lo amo alla follia