giacomo

Utente Registrato
  • Content Count

    33
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutral

About giacomo

  • Rank
    Neo Birraio
  1. @fabelot Chi l'ha detto che la densità si controlla dopo 14gg.? Va sempre tenuta sotto controllo, altrimenti come fai a renderti conto dello stato di avanzamento della fermentazione.. scherziamo?? Va bene confidare nell'aiuto divino ma un controllo di processo è indispensabile..
  2. C'è la data di scadenza sulla confezione! Conservali sempre in frigo e considera che più passa il tempo più avranno bisogno di essere attivati in anticipo sulla cotta
  3. Scusa la mia ignoranza ma non so cos'è la SG. Convenzionalmente lo sparge è considerato inefficiente quando il mosto che riesci ad estrarre ha una densità inferiore a 1010. Parliamo di densità del mosto che esce dal mash tun, non di quello nella pentola da bollitura! Se usi questa tecnica otterrai un'elevata efficienza ma dovrai farti un bel po' di calcoli: quanti litri avrai ottenuto nella pentola da bollitura? Quanto dovrai far bollire il mosto per raggiungere la OG desiderata? Altrimenti puoi semplificarti la vita in questo modo: ti calcoli i litri da ottenere in bollitura (circa il 20% in più della quantità desiderata, ma come dicevano anche gli altri è una misura da ricavare empiricamente dal tuo impianto) e interrompi lo sparge non appena hai raggiunto tale quantità. Nelle prime cotte metti sempre in conto un po' di approssimazione
  4. Si è abbastanza normale. Tieni sempre d'occhio la densità e controlla il suo andamento. Se tutto è andato per il verso giusto dovrebbe convergere verso la FG prevista dalla ricetta. Fammi sapere
  5. Sinceramente non ho mai usato dell'orzo non maltato. Suppongo che il suo effetto sia simile a quello del frumento ma non so dirtelo con sicurezza. Che birra volevi fare? Calcola comunque che devi utilizzare almeno un 50-60 % di orzo maltato di base (pils, pale/marris otter,) altrimenti non avrai enzimi in grado di effettuare le reazioni chimiche necessarie all'ammostamento. Gli enzimi infatti si formano durante il processo di maltazione!
  6. Anch'io nutro un po' di perplessità sul lievito... Innanzitutto un litro di starter è troppo poco per la quantità di birra che hai prodotto (e soprattutto per la densità) secondo poi non mi fiderei troppo dei lieviti recuperati. Dipende come li hai conservati, per quanto tempo.. Di solito non si dovrebbero conservare per più di un mese. In ogni caso, potrebbe essere anche un problema di mash. Se nel mosto ci fossero molti zuccheri non fermentabili questo spiegherebbe la densità molto alta. In quel caso sarebbe un problema di cattivo ammostamento...
  7. Cosa intendi per grani d'orzo? Malto d'orzo oppure orzo non maltato? Gli enzimi non li ottieni, sono già presenti nel malto, anche se non in tutti i tipi di malto in egual misura. Diversi enzimi lavorano a diverse temperature. Attorno ai 50° lavorano le proteasi, che come dicevi attaccano le proteine. Questa sosta si usa soltanto per cereali poco maltati o non maltati affatto. Nel tuo caso (mi pare di capire che hai usato del Weizen) fai bene a farla. Il frumento infatti contiene un elevata quantità di proteine. Non capisco tanto la storia dei fiocchi.. Il mash lo devi fare comunque!
  8. Il lievito puoi conservarlo in frigorifero fino alla data di scadenza. Assicurati invece che i sacchi del malto siano ben sigillati e non poggiarli per terra. Meglio su uno scaffale. Prima li consumi meglio è, io non andrei oltre i 9 mesi/un anno. L'importante è che la tua cantina non sia umida, altrimenti vai con la muffa!!
  9. Mmm, 1020 come FG mi sembra un po' troppo, forse c'è stato qualche problema con la fermentazione. In ogni caso, con la OG ci stai. Considera che il corpo di una birra dipende da quanti zuccheri non fermentabili sono prodotti durante l'ammostamento. La tua birra dovrebbe essere parecchio alcoolica e poco corposa, dato che l'alta denistà del mosto era data soprattutto da zuccheri fermentabili. Credo che l'estratto Vienna non sia adatto al tipo di birra che vorresti ottenere. Prova magari con un estratto Triple, Gran Cru o Abdijbier.
  10. Lo zucchero che aggiungi per la seconda fermentazione non influisce granchè sul corpo, ma sulla frizzantezza. Tutto dipende da quanta acqua hai usato. Più ne usi, più la tua birra sarà "liscia" e viceversa. Hai misurato la OG, la densità iniziale del mosto? Quanto era? Per la schiuma è un capitolo a parte: potrebbe dipendere da un sacco di cose, anche dal bicchiere in cui l'hai versata..
  11. giacomo

    Ricetta Saison

    Innanzitutto grazie dei consigli! Per quanto riguarda la scelta del lievito, il mio intento era di mantenere l'aroma finale il più pulito possibile di modo da far risaltare maggiormente il contributo delle scorze d'arancia. Non so se il ragionamento fila ma ci proviamo...!
  12. giacomo

    Ricetta Saison

    Ciao a tutti, desidero un vostro parere e qualche consiglio sulla ricetta che ho elaborato per una saison (25 litri): 2,970 Kg di Pils 0,720 Kg di Wheat 25g Styrian Golding da amaro 60' 25g East Kent Golding da amaro 60' 17g Styrian Golding da aroma 10' 17g East Kent Golding da aroma 10' 50g scorze d'arancia 10' Lievito Belgian Ardennes. 1- che tipo di mashing consigliereste? 2- quale temperatura di fermentazione? Grazie a todos!
  13. Confermo: la candeggina intacca l'acciaio.
  14. Ciao a tutti! 12 mesi fa mi sono fatto recapitare dal solito eickelmann due piantine di Goldings e Northern Brewer. L'anno scorso, causa viaggio transnazionale, hanno un po' stentato. Quast'anno il Goldings sta crescendo rigogliosamente! L'ho lasciato arrampicarsi senza alcun supporto sulla siepe di gelsomino e sembra averne beneficiato. Si è espanso in lungo e in largo ed ha delle foglie grandi quanto la mia mano (e io sono alto 1,88). Il Northern, invece, nicchia attorno al supporto che gli ho messo e non si decide a superare il metro e 20. Mi sembra che il primo si adatti bene al clima umido e afoso di Roma... Qui sotto, se ci riesco, allego la foto del northern...
  15. Tranquillo, l'assenza di schiuma nel fermentatore è anzi usata dagli homebrewers come indicatore dello stato di avanzamento della fermentazione. Niente paura e facci sapere!