saverius

Utente Registrato
  • Content Count

    222
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

saverius last won the day on February 1 2013

saverius had the most liked content!

Community Reputation

8 Neutral

About saverius

  • Rank
    Birraio Intermedio

Recent Profile Visitors

1,494 profile views
  1. Quindi mi sembra di capire che la soluzione migliore è la serpentina in acciaio... merita spenderci due euro in più.
  2. Ottime considerazioni, proverò la scambiatore anche se temo problemi di pulizia interna.
  3. Io solitamente raffreddo il mosto nella stessa pentola di boil con serpentina, ma la prossima volta vorrei provare a travasare immediatamente dopo la bollitura nel fermentatore e sistemarlo in congelatore. Il raffreddamento avverrebe quindi nel fermentatore e non nella pentola di boil.Il raffreddamento dovrebbe essere comunque abbastanza veloce e in ambiente protetto (il congelatore adeguatamente pulito) ed eviterei serpentine e scambiatori. Che ne dite?
  4. saverius

    Priming

    mi son sempre chiesto: il raffreddamento della soluzione zuccherina deve esere veloce? non c'è il rischio di infezioni da in questa fase?
  5. Congratulazioni, magari ricordati di riversare in questo forum un po' della tua futura esperienza professionale. Non ti scordar di noi e...In bocca al luppolo!
  6. Normalmente si dice che l'abbattimento della T serva, oltre che per ridurre il rischio infezioni, anche per far si che proteine e resine del luppolo si coagulino e precipitino sul fondo. Ebbene, a parte il rischio infezioni che concretamente ritengo sia comunque molto basso, se io applico (come ho fatto) un bazooka alla pentola boil sopperisco al problema proteine e resine? Se si, credo proprio che smetterò di sbattezzarmi per trovare il modo di raffreddare a tempi da record.
  7. La domanda che voglio porvi (e auspico anche l'intervento dei più esperti) è questa: ma quanto è veramente rischioso fare un raffreddamento più lento (anzi, molto lento)? Un nostro esimio collega dice che lascia il mosto in pentola tutta la notte per poi travasare nel fermentatore e inoculare il lievito il giorno seguente, quando il lento scorrere del tempo ha già fatto per lui tutto lo sporco e faticoso lavoro del raffreddamento con vasche, serpentine o scambiatori e, soprattutto, senza versare nelle fogne centinaia di litri di acqua! Lo stesso esimio collega sostiene che non ha mai avuto pro
  8. anzi, voglio estendere l'argomento anche al parere di altri, quindi apro un topic a posta-
  9. Metano, ti confesso che da quando ho iniziato a birrificare ho la tentazione di fare come te, convinto che alla fine non succeda niente. In più uno si risparmia l'enorme menata del raffreddamento, altro che scambiatori e serpentine. La prossima cotta provo!!! Comunque, guai a dirlo nell'ambiente homebrewers, è un'eresia per la quale potresti rischiare il linciaggio (apprezzo la tua prudenza: "non lo consiglio").
  10. Io semplicemente ho acquistato un mestolone lungo di legno sul quale ho inciso delle tacche per le diverse misure di litri (ho perso un'oretta e buttato via un po' di acqua). Durante la cotta il mestolo magico mi consente di misurare con estrema facilità i litri pre-boil e quelli evaporati.
  11. 12 ore?!?!?!? Con cosa raffreddì, vasca? per 12 ore la pentola è senza coperchio?
  12. Aggiungo: con l'ultima cotta ho imparato un'altra cosa e cioè che non si deve mai buttare niente. Stavo per far bere al lavandino una 30 di litri di birra che credevo infettata ma che invece ho scoperto essere assolutamente sana (se sarà anche buona non lo so ma sono fiducioso). La birra quindi la berrò io e non il lavandino, al cui comunque un sorso l'ho promesso.
  13. Io ho smesso di misurare il ph, mi limito a strizzare del succo di limone nella pentola di sparge e basta (in quella di mash lascio fare ai grani).
  14. Secondo me, l'unica cosa strana della tua cotta è proprio il sapore perfetto del mosto prima di mettere in fermentatore. Normalmente in quel momento il mosto sa proprio di poco (quando non è addirittura disgustoso). Comunque, io uso quei fermentatori da tre anni e non mi hanno mai dato nessun problema, anzi... (ne sto appunto acquistando un altro più capiente). Per quanto riguarda l'infezione nelle pieghe delle saldature direi che forse sono soltanto seghe mentali, salvo ovviamente non lavarli mai (una cosa l'ho imparata da quando birrifico: c'è una grande propensione alla sega mentale e io