Blem

Utente Registrato
  • Posts

    5,761
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    136

Everything posted by Blem

  1. Credo che con una fermantazione completa si possa fare come da istruzioni. Io sto basso con lo zucchero perchè ho bisogno che durino fino a un anno con una carbonazione non eccessiva ma se la vuoi subito pronta per berla, fai come da istruzioni. La prossima volta poi ti regoli in base a come ti sei trovato
  2. Volendo sparare un quantitativo specifico secco di zucchero per il priming come sono abituati a fare quasi tutti, ti direi di usare 4-5 g/l e in 3-4 settimane la bevi. Bere una weizen giovane non è un errore madornale perchè è una birra che non ha bisogno di lungo affinamento (poco luppolo, esteri banana-chiodi di garofano sempre piacevoli). Fai conto che le ultime bottiglie che aprirai saranno più gasate delle prime ma non credo che tu vorrai far oltrepassare a questa birra la stagione estiva. Se invece vuoi andare più sul sofisticato dovresti calcolare lo zuccherio in base al vol di CO2 desiderato con 1,8-2 vol CO2. Riguardo alla densità di 1014, se consideriamo l'uso di un lievito specifico weizen, ti dico che non sono lieviti ad alta attenuazione, proprio perchè le weizen non devono essere birre secche quindi quel valore ci potrebbe stare. Sarà ora di imbottigliare
  3. No, la weiss non ha luppolo da aroma. L'aroma di luppolo dev'essere nullo altrimenti nn è una weiss
  4. Personalmente dal 2005 carbono con lo zucchero da cucina e tutto funziona
  5. Blem

    Blanche

    Se ad esempio hai usato un lievito specifico Wit potrebbe anche andar bene così perchè è poco attenuante, infatti le blanche non sono birre secche.Se invece la fermentazione non era conclusa avrai più gas del previsto in bottiglia. La winterizzazione in una blanche non ci azzecca comunque ormai è fatta
  6. Tu hai due barattoli di estratto di malto che devi sciogliere in acqua, senza alcuna aggiunta di zucchero. Il resto rimane uguale, lo zucchero per la carbonazione ovviamente lo metterai come previsto in fase di imbottigliamento
  7. Blem

    Blanche

    Puoi evitare di travasare anche senza raffreddare ma la densità deve scendere perchè altrimenti potresti avere sovracarboazione
  8. Inutile riscrivere cose che hai già letto. Hai correttamente cercato in rete ed hai scoperto tutto, adesso sta a te decidere che voce ascoltare.
  9. A quella temperatura è normale che il lievito si stressi ed impieghi più tempo. Queste fermentazioni "estreme" non è detto che poi diano dei risultati migliori rispetto alle fermentazioni alle temperture consigliater per il lievito (più diacetile). Se fossi in te lascerei stare la lagerizzazione (che comunque hai già fatto) e porterei a temperatura di almeno 12°C.
  10. Si l'avevo scritto io. lo avevo fatto ma il glicerolo non congelava.Forse sei stato abbondante con l'acqua o il glicerolo era un po' poco. In ogni caso lo avevo lasciato lì qualche anno e poi avevo provato a svegliarlo...tutto morto. Dopo varie prove fatte sono passato all'uso esclusivo di lieviti secchi che anche dopo la scadenza indicata sulla bustina sono sempre pronti a fare i carri armati nel mosto. Bustine sempre in frigo pronte all'uso e al massimo per due cotte vicine o concatenate, tengo il lievito in frigo
  11. Il congelamento rende molto, molto lento il risveglio. Inoltre c'è il pericolo di perdere molte cellule per schiacciamento durante il congelamento dell'acqua in cui sono immerse. Ti suggerisco di usare il lievito residuo delle fermentazioni senza congelarlo, entro un mese dal recupero e conservandolo in frigo
  12. Se intendi quelli nel fermentatore dopo il travaso non sono morti
  13. Sarò un po' all'antica ma un minimo di sbattimento per fare la birra ce lo voglio mettere. Il luppolo lo tuffo io nel mosto quando valuto che l'hot break iniziale è andato. Automatizzazione ok ma limitarsi a schiacciare un tasto e aspettare il mosto pronto, per come la vedo io è un po' avvilente. A me sinceramente attira il modello base di birramia (non sono di parte) perchè ha un alto rapporto qualità/prezzo, a guardarla non vedo molte differenze con il grainfather e forse danno anche la serpentina inox per il raffreddamento. In ogni caso con una quarantina di euro si compra uno scambiatore a piastre e morta li. Certo con 2000euro poi c'è la versione da 50 L finiti ma il prezzo è importante
  14. 5-6 °C in più vanno sempre bene, comunque dipende dalla temperatura dei grani al mash in. Se vuoi calcolare la T puoi utilizzare dei software free che ti aiutano anche su altri aspetti: http://www.birramia.it/doc/hobby-brew/ questo invece è un applicativo web: http://www.birramia.it/doc/brewonline-sito-per-homebrewers/
  15. Con Wit e Weizen capita anche a me di registrare un'efficienza un filo più bassa del solito. E' quasi normale
  16. Gli agrumi nella weiss non ci devono essere, ci sono invece consistenti esteri di banana e chiodi di garofano. Se vuoi l'agrumato dirottati su una Wit e metti bucce d'arancia amara come troverai in ogni ricetta wit/blanche
  17. I nuovi sistemi con controllo temperatura ed HERMS sono allettanti e fanno gola anche a me. Io li prenderei in seria considerazione ma non ti saprei sinceramente consigliare sul modello specifico...
  18. Compra un prodotto adatto per l'acciaio, qual'è il problema?Su birramia ne hanno almeno 2, basta leggere le specifiche come avevo fatto io. Nell'industria birraria usano solo inox, non è che buttano via un impianto all'anno perchè si è bucato!!
  19. fai come vuoi.io lo uso da circa 4 anni e non si è corroso niente...quando si dice che 1 parola è poca e 2 sono troppe...
  20. In bottiglie da spumante da 75cc.Non si rompono Ho messo in una pentola il mosto, l'ho fatto bollire, raffreddare e ho inoculato nella pentola assolutamente no
  21. Lascia stare tutto il resto e punta sul metodo AG. E' un altro pianeta. Quell'arnese ti semplifica anche la vita,che vuoi di più?
  22. Lo starter iniziale di 4 litri l'ho preparato con del mosto conservato chiuso in bottiglia sullo scaffale della cantina da circa 1 anno (mosto di fine bollitura,imbottigliato bollente in vetro,tappato subito). E' un normale starter da 4 litri preparato senza particolari accorgimenti, lo faccio sempre comunque tempi: la sera prima della cotta quantità: 4 litri ingredient: 4 litri di mosto OG 1040-1055 lieviti: ininfluente temperature: circa 20 °C
  23. Io lo lascio agire anche 1 settimana - 10 gg per le incrostazioni sul fondo del tino mash inox, capite bene che non si rovina niente. Per il fermentatore inox invece lo utilizzo praticamente solo pre inoculo per sanitizzazione. Il fermentatore è da 150 litri, non è concepibile riempirlo e cmq non serve, perchè le incrostazioni da residui di schiuma li tolgo subito dopo aver imbottigliato con acqua calda e spazzolone (5 minuti). Il consiglio l'ho dato, fate voi
  24. La candeggina scordatela. Io mi trovo bene con l'enoidrosan, ne va dentro pochissimo (lo uso al 1%, cioè 10 ml/l-soluzione pronta conservata in bidoncino) e ha potere sanificante e disincrostante. Consigliato per l'inox