Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 03/03/2020 in all areas

  1. 2 points
    Grazie ragazzi, gentilissimi. Procederò con le bottiglie e poi userò ste pasticche, visto che ormai le ho comprate. Se non faccio disastri stavolta, con la prossima mi regolo direttamente con lo zucchero sciolto nell'acqua, mi pare più sensato!
  2. 2 points
    Si sdrammatizziamo e speriamo finisca presto, anche io oggi ho fatto una cotta, contravvenendo alla 1' regola dell'home brewer (moglie in casa), alla fine è stata utile, la giornata è passata senza pensare troppo ai problemi e ho coinvolto anche mio figlio di 5 anni...quindi potrei anche aver fatto qualche errore di procedura, non ho preso praticamente nessun appunto eccetto l'OG... Ma va bene così, l'augurio è che per quando sarà matura questa birra, spero con tutto me stesso, di poter tornsre a bere in compagnia!!! Un abbraccio a tutti in attesa di tempi migliori che sono certo arriveranno!
  3. 1 point
    Grazie! Utilissimo! Avevo visto solo in parte quello che avevi postato, molto interessante. Certo che ne ho di strada da fare! Anch'io poi per l'inverno mi attrezzerò meglio.
  4. 1 point
    Se ti può essere utile qui descrivo la mia prima Camera di fermentazione..
  5. 1 point
    No!! Non lo usare il metabisolfito!!! Te lo ritrovi nella birra... se sanifichi e imbottigli al volo non mettere nulla.. al massimo e ripeto al massimo se non sei sereno una passata con l'oxi e lo scoli bene bene.. (fatto solo la prima volta 4 anni fa.. e mai più).. Il metabisolfito di potassio è un anti fermentativo.. vero è che è anche un irritante x le vie respiratorie.. lo puoi eventualmente spruzzare sulla guarnizione del gorgogliatore e nel/sul rubinetto (poi pulisci bene i cristalli che si formano prima di usarlo..)
  6. 1 point
    Tranquilla, l'importante è prendere coscienzza di quello che puoi fare e quello che vuoi ottenere, purtroppo il controllo della temperatura è fondamentale per poter gestire birre di diversa tipologia, senza questa dovrai scegliere quella piu' adatta alla tua attrezzatura, una volta che avrai il tuo frigo potrai sempre utilizzarla per la maturazione . Salute
  7. 1 point
    Ben tornato!!! Le bottiglie fai bene a pulirle bene appena usate.. (io oltre a candeggina e sapone x piatti uso delle perline in acciaio x staccare tutti i residui in modo veloce ed efficace) in lavastoviglie eviterei.. non serve visto che già le hai pulite e tanto vanno nella credenza o in soffitta...(e comunque se usi la lavastoviglie dovresti fare lavaggi oltre i 80/90° x essere efficace) io ce le ho in un armadio o scatolone.. le lascio aperte.. se sei certo che siano asciutte le puoi anche tappare... ma asciutte veramente altrimenti ammuffiscono... Prima di usarle le devi sanificare come detto prima.. con la candeggina.. il metabisolfito è un anti fermentativo e non un sanificante..
  8. 1 point
    Grazie Morrison, mi fa molto piacere che cerchi di capirmi . So che il frigo è un'ottima soluzione, ogni cosa letta nel forum mi conferma questo, ma quest'idea di farmi la birra in casa è nata anche dal coltivare una passione appena nata senza spendere più di quello che spenderei nel comprarla al supermercato. Il frigo lo si trova facilmente e a volte anche per nulla o quasi, però in questo periodo le cose si complicano un pò per problemi di spostamento. Oltertutto il mio frigo attuale è vecchio anche se funziona bene, magari in un futuro non molto lontano sarà lui la mia camera di fermentazione. Per ora vorrei proprio iniziare con quello che ho e poco più, e con quello che sono in grado di fare da sola, accettando di sbagliare, ma con il vantaggio di arrivare a soluzioni sguendo una mia strada. La prima birra l'ho tenuta in uno sgabuzzino e poi l'ho spostata nel frigo di casa per conservarla, perchè la mia cantina non essendo interrata non è una vera e propria cantina e la temperatura non mi soddisfaceva. Per l'estate pensavo di fare una camera di fermentazione rudimentale e di metterla proprio in quella specie di cantina che un pò più fersca sarà. Ho il vantaggio di essere a casa e poter averla sempre sott'occhio. Con questo non voglio dire che i consigli non mi siano utili, anzi sto leggendo come gli altri hanno costruito la camera con il frigo anche per cominciare a farmi un'idea e capire cosa mi perdo. Sarà una birra bizzarra quella che ne uscirà ahaha e farò domande da uomo di Neanderthal. Perdoantemi.
  9. 1 point
    Se sei impossibilitata a mantenere un frigo o ti diverti col fai da te ok, ma un frigo usato o che la gente butta si trova facilmente, è funzionale e puoi farci caldo e freddo
  10. 1 point
    Si da qualche parte ho fatto una recensione completa nella sezione fai da te.. proprio col polietilene espanso.. circa due anni fa..
  11. 1 point
    Se vai sulla sezione "fai date" di questo forum, trovi molti post contenenti ottimi consigli per fare quello che vuoi. Per dirti, grazie ai vari consigli che ho letto, mi sono fatto anch'io la camera di fermentazione (utilizzando un frigo però)
  12. 1 point
    io ti consiglierei un vecchio frigo io lo ho fatto ed e na bomba ti serve stc mille e na serpentina vai su youtube che ti delucidi un po e vedi cosa serve se poi hai un amico elettricista meglio ancora
  13. 1 point
    Morrison perdonami,non l’avevo nemmeno visto il link,perdonami!!!...Io sono molto propenso a studiare,questa cosa mi piace e quando faccio cose che mi piacciono studio ma soprattutto ascolto chi ne sa più di me!!!! Quindi grazie del link,corro a vederlo!!!
  14. 1 point
    Ti tolgo subito il dubbio... "il metabisolfito non è un sanificante".. usa la candeggina diluita e lascia agire x 15 min poi risciacqua con acqua sicura..
  15. 1 point
    Io il luppolo ve lo spedisco volentieri...ma per ora preferisco rimanere qui in Sardegna! Sto aspettando che finisca questo isolamento anche per mettere a dimora le nuove piante che al momento scalpitano nei vasi in giardino
  16. 1 point
  17. 1 point
    Ahahah sì ovviamente intendevo FG
  18. 1 point
    Guarda io non so perchè la stai prendendo così a male non è assolutamente mia intenzione sembrare saputello o altro ti sto solo spiegando quello che faccio, e ho seguito quello che dicono sui barattoli di malto pronti.... Non so se parliamo della stessa cosa ma sarei felice di parlartene privatamente in modo da capirci... Ripeto non è mia volontà sbagliare ho solo seguito le indicazioni di fine fermentazione e imbottigliamento....Ti ripeto se può interessarti sentiamoci in privato in modo da spiegarci meglio e dal mio canto imparare....
  19. 1 point
    Forse non è concepibile.. ma... non bevevo ne vino.. giusto qualche sorso.. (nonostante la produzione personale) tantomeno birra.. ( anche qui qualche sorso di quella brodaglia commerciale)!! Poi l'illuminazione appunto. Si a San Michele..!! Solo che invece di fermarmi a mezzocorona.. mi son sempre fermato a Taio.. (merenda da un paninaro che ha un gazebo panoramico.. dei panini favolosi.. e birra Forst che non é neache malaccia) su quel versante del trentino sono andato tre volte.. Brez, Castel di Fondo e Dimaro.. poi a S.M.D.C. l'ultima
  20. 1 point
    Ciao, anch'io sono un novellino infatti sono solo alla 3 cotta utilizzando sempre malti luppolati in kit... ma io faccio così: Seguendo i consigli ricevuti su questo forum, non faccio il travaso intermedio... di solito lascio la birra nel fermentatore per 3 settimane... poi ci si regola in base alla FG... ma più o meno siamo li come tempistica. Per il priming, PRIMA dell'imbottigliamento sciolgo tot gr di zucchero in 200ml di acqua calda, li raffreddo e li verso all'interno del secondo fermentatore, travaso poi la birra nel secondo fermentatore (così nel frattempo lo zucchero si mescola al mosto) e poi imbottiglio subito... ogni 7-8 bottiglie, do una leggera mescolata al fermentatore Non avendo un frigo per stoccare le birre, le metto su uno scaffale in cantina dove all'incirca ho 20°C Ciao
  21. 1 point
    A Loré......il pappagallo lascialo ai malati o agli idraulici!!!!guarnizione fuori,dado dentro e stringi a mano.... l'ultimo quarto di giro se vuoi lo dai al rubinetto stesso....mai persa na goccia......il pappagallo.....te possino!!!!!
  22. 1 point
    Ciao Simone, vista la situazione generale tutto sommato qui va benino dai, spero che anche dalle tue parti l'emergenza non sia grave. Allora, come hai scritto tu ti tocca solo aspettare l'altra bustina, se parliamo di basse fermentazioni per una cotta da 23 litri con O.G. max 1050 ti servono almeno 2 buste di quel lievito, ora non ho calcolatori alla mano e non li ho mai usati, forse anche in quel caso sei in underpitching, posso solo dire che nelle 2 basse che ho fatto finora con situazioni simili alle tue, 2 buste mi son comunque bastate per avere una fermentazione veloce (pure troppo forse, da una bassa pensavo mi servisse più tempo) e senza off flavours indesiderati, segnali che indicano che il lievito ha lavorato sotto stress. L'unico modo per replicare il lievito secco sarebbe uno starter, ma come ribadito da anni di discussioni anche online, con i secchi non si fa. Ed il motivo è semplice, mentre nei lieviti liquidi anche freschi di produzione le cellule di lievito tendono a morire molto in fretta, in un secco hai una concentrazione molto più alta di cellule che rimangono vive a lungo, quindi dovresti fare uno starter adeguato (tipo 5 o 6 litri per una busta) altrimenti ti ritroveresti in un ambiente saturo di lievito in cui tutte quelle cellule non troverebbero abbastanza nutrimento per replicarsi correttamente e per forza di cose morirebbero, paradossalmente potresti trovarti con meno cellule attive rispetto al punto di partenza. Va da sè che fare uno starter così grosso è antieconomico, con quello che costa l'estratto di malto conviene molto di più comprare le altre buste di secco che servono. Fermentare con una sola busta anche a 12 - 13 °C lo escludo, troppo stress per quel lievito, sai quante puzzette poi ti tirerebbe fuori Soprattutto in una lager che dev'essere estremamente pulita, come stile non ti perdona eventuali difetti del lievito in fermentazione.
  23. 1 point
    S.t.a.i. s.e.r.e.n.o e l.a.s.c.i.a. l.a.v.o.r.a.r.e!!!!
  24. 1 point
    Leggendo vari post, ho sfruttato i vostri consigli per provare a fare qualcosa di decente.
  25. 1 point
    No!!! Lo zucchero serve a far ripartire la fermentazione... il luppolo da DH va messo "sempre" a fg raggiunta.. cioè attività terminata.. in modo da non disperdere l'aroma del luppolo.. ergo.. travasi e metti zucchero e stop.. quando arrivano le bottiglie butta il luppolo dentro e fai passare 4/5gg e imbottigli.... Dajee
  26. 1 point
    In questa fase è giusto sdrammatizzare, senza abbassare la guardia tenendo sempre conto di chi sta soffrendo. Cerchiamo di rimanere positivi ( non al covid però)
  27. 1 point
    Ma ti sembra il caso di scrivere un titolo del genere di un post in questo momento??? non ho parole
  28. 1 point
    Buonasera a tutti. Spero che in questi giorni di quarantena stiate tutti bene. Nel frattempo spero di allietarvi mostrandovi la famosa Stout, prodotta anche grazie ai vostri consigli. Inoltre posso dirvi che è venuta proprio buona! Vi allego anche la foto della seconda, una bitter, che sta fermentando tranquillamente, e che imbottigliero' a giorni. Con quest'ultima ho avuto un problema in fase di filtrazione tra lauter bin a pentola di bollitura, ma alla fine ho risolto. La fermentazione è andata abbastanza bene, ho solo dovuto avvolgere il fermentatore con un asciugamano bagnato per via delle temperature. Ma per il resto tutto bene. Vi aggiornerò anche su questa.
  29. 1 point
    Il secondo si scarica qui https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=http://www.hobbybirra.info/megafaq/megafaq2_1a.pdf&ved=2ahUKEwjoqdONpqzoAhUSFpoKHcpGDaMQFjAAegQIAxAC&usg=AOvVaw2csFJLLvqyHRbeM6MMUW0s
  30. 1 point
    Appunto Non é detto.. magari sono lieviti selvaggi e non batteri. ????? La peroni non sa di lievito... !!! A seconda dello stile si deve e/o non deve sentire.. agli opposti abbiamo weiss (io quando verso mescolo il fondo in modo sentirlo di piu..) e la pils.. che deve essere cristallina.. guarda.. giusto ora mentre scrivo sto finendo la mia weiss bella zuppa di lievito..
  31. 1 point
    Sdrammatizziamo un poco... ma non dimentichiamo tutte le persone che stanno soffrendo o ancora peggio decedute..
  32. 1 point
    La mia prossima creatura
  33. 1 point
    Il problema è il misurino... ovvero non si sa con precisione quanto zucchero metti in ogni bottiglia... meglio se fai la risoluzione e la versi e mescoli lievemente random mentre imbottigli..! Come dice berghem.. la schiuma... sono molti fattori che contribuiscono alla buona schiuma.. con i kit si può fare poco.. temperatura di fermentazione costante e ideale.. sanificazione corretta, giusta quantità di zucchero in priming.. Come dicevo nel tuo caso credo sia un problema o di carbonazione irregolare nelle quantità oppure delle impurità in determinate bottiglie.. calcola che ci sono birre che vengono spinte anche con 8/10/12 gr litro di zucchero. Ottima scelta quella di sostituire lo zucchero con il malto... piccola kikka.. il malto secco si scioglie meglio in acqua fredda (ovviamente acqua sicura).
  34. 1 point
    La mia esperienza (del tutto personale) ho gushing quando us 5 gr litro in priming, mettendone 4 ho risolto. Nelle IPA che sono molte luppolate scendo anche a 3. Questi però sono valori in base alla propria esperienza altre persone ti daranno valori differennti e tu col tempo ti farai la tua
  35. 1 point
    Una carbonazione eccessiva potrebbe portare ad una esplosione come detto d Morrison.. ma il fatto che le bottiglie hanno una differenza di combinazione mi porta a pensare e un priming non omogeneo.. come lo hai eseguito??
  36. 1 point
    Pietà di me Sabato (cioè dopo 7gg) prenderò la prima misurazione...anche perché se mi metto a misurare ogni giorno mi ritrovo senza birra
  37. 1 point
    Perché tu... non sei Furio..
  38. 1 point
    stai sereno e ricontrolla col densimetro a che punto sei con la fg tra una settimana..! sicuramente hai una perdita da qualche parte.. nulla di grave!!
  39. 1 point
    Maaaa ndo vai se la banana non ce l'hai...
  40. 1 point
    se stai attento con la sanificazione di oggetti e acqua no.. non è necessario..!! ti dirò di piu il malto secco si scioglie meglio in acqua fredda. si è sterile appunto. stai sereno .. ho risposto sopra sciogli a freddo il malto secco in fermentatore e sciogli il barattolo in 2/3litri in pentola e poi butti tutto denteo a caldo nel fermentatore.. ooohh mi raccomando .. la pentola deve essere sterile anche lei.. quindi o la infuochi a vuoto sul fornello o la sanifichi prima se nn vuoi bollire il preparato.. (comunque se quei tre liotri li fai bollire per un paio di minuti non sucvcvede nulla..) ma si dai .. una bottarella con varicchina lasciata agire e risciacuqi (anche l'apri barattolo ovviamente)
  41. 1 point
    dopo questa citazione non ho piu letto quello che hai scritto... è inutile!!!!
  42. 1 point
    errare è umano.. perseverare è diabolico....!!! allora 1 non si riossiegena mai 2 non si inocula mai un liquido senza starter ( potyrebbero essere morti e non lo sai.. se la spedizione è la stessa appunto) 3 hai inoculato a 16° e ok.. ma poi la temperatura di esercizio?? 4 la latenza dei lieviti a bassa è maggiore.. ci possono stare 24/36 ore di latenza.. 5 sei andata con un pitch rate molto basso.. senza starter di bustine ne andavano 8!!!! calcola di secco (w34/70 se ne mettno 3 x 23lt.. nel tuo caso 7/8) se sei sceso a 10° riporta la temperatura a 14/15° fino a quando non vedi segni di attività.. attendi fino alle 48 ore totali dall'inoculo.. se non succede nulla (il che è stranissimo) allora procedi coi secchi.. ma senza ossigenare.. fai solo una reidratazione rapporo lievito/acqua 1/10 a 20/25° x 30 min.. poi versa la cremina nel fermentatore.. e mantieni la temperatura a 14/15° fino a che non noti attività ps sicuro che non hai lasciato residui di sanificante o altre porcherie varie?? pps ma.. perchè.... non hai fatto lo starter...? perchè?? ma perchè???
  43. 1 point
    Buongiorno non so se vale anche per i lieviti liquidi ma per quanto rigurda i secchi mi pare di ricordare che la temperatura di inoculo sia sempre sui 20° anche se poi la fermentazione va fatta ovviamente a temperature piu basse. io proverei ad alzare un po la temperatura spero tu possa risolvere!
  44. 1 point
    Ci avevo provato pure io a spiegarlo a mio padre quando ero bambino.... ma ogni volta legnate....
  45. 0 points
    Non lo so', fatti consigliare da quelli delle tue parti
  46. 0 points
    Stai calmo prima di tutto A questo punto non ti resta che lasciare il fermentatore chiuso (col gorgogliatore ovviamente) e aspettare che lo zucchero che hai aggiunto venga fermentato, ora non so che quantità hai messo ma parlando di soluzione di priming credo che in 1 massimo 2 giorni tornerai a OG. Quando ti arriva il tappatore, controlla se la densità è nuovamente la stessa di quella che avevi prima di imbottigliare, fai un nuovo priming e procedi. E la prossima volta stai più attento.